BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Province, Calderoli: “Il decreto Delrio aumenta costi e poltrone”

Il senatore Roberto Calderoli, Lega Nord, attacca il decreto Delrio: "Ho sentito il presidente del Consiglio Matteo Renzi dire che con il ddl Delrio verranno tagliati 3000 posti politici e altrettanti stipendi. Ho fatto i conti e non è vero".

Calderoli va all’attacco contro Renzi. Il senatore bergamasco della Lega Nord smonta il decreto Delrio che punta tagliare le Province.

"Ho sentito il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dire che con il ddl Delrio verranno tagliati 3000 posti politici e altrettanti stipendi – afferma Calderoli -. Ho fatto i conti e non è vero: con il ddl si aumentano di 26.000 unità i consiglieri comunali, più 5000 assessori. Chi dice che non prendono lo stipendio è un ignorante. Sul testo c’è scritto ‘a invarianza di spesa’, cioe’ lo stipendio viene diminuito ma lo prenderanno tutti e 31.000. Ma sempre 31.000 stipendi sono. State facendo la proliferazione dei posti e dei costi". Lo ha detto il senatore della Lega Nord, Roberto Calderoli, sottolineando in aula a palazzo Madama l’impatto economico e sulla burocrazia del ddl Delrio sul riordino delle province".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Filippo

    Una stupida scelta demagogica l’abolizione delle province e forse anche una precisa scelta strategica di annullamento delle diversità presenti in Italia.
    A fronte dei 13 miliardi annui dati alla Sicilia la quale non versa NULLA allo Stato, i 10 miliardi del debito del Comune di Roma, i debiti della sanità campana e calabra e delle Regioni in passivo di bilancio.

    1. Scritto da Ossignur !

      Annullamento delle diversità ? Ovvero annullamento di dove si va per la licenza della canna da pesca o per assistere a spettacoli di varia umanità come il piano cave ?

  2. Scritto da Michele

    http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/chi_siamo/audizioni/audizione_6_novembre_2013.pdf

    La corte dei conti ha stabilito che cancellare le province costerebbe 2 miliardi di euro a fronte di un risparmio veramente misero.

    1. Scritto da Pino

      Il link è privo di contenuto , riprova sarai più fortunato . Al di la di quello, sai quante lamentele dell’apparato ci saranno con le riforme che sta facendo Renzi ? Per l’apparato burocratico italiano va tutto bene così !

  3. Scritto da paolo

    CALDEROLI superato e da archiviare… largo ai giovani

  4. Scritto da La verità fa male

    Dopo le Province, propongo l’abolizione delle Regioni (è stato dimostrato dalle inchieste che tutti i gruppi regionali di tutte le regioni si fanno rimborsare spese pazze). Propongo poi l’abolizione dei Comuni in default per evitare altri decreti salva Roma o salva Catania. Propongo di abolire Camera e Senato (i parlamentari troppo spesso cambiano casacca e si fanno corrompere). Alla fine di tutto questo, nominiamo “un uomo solo al comando”, magari scelto dalla troika e dai banchieri

  5. Scritto da umberto

    I conti di Calderoli ? Uguali alle sue “semplificazioni “. Cioè NULLA |

  6. Scritto da alex

    TRE GOVERNI NON ELETTI. VIA LE PRIVINCE (DIMISTRATO CHE NN SONO QUI I COSTI…SVEGLIA!!) ATTENZIONE!…. QUELLO CHE VOGLIONO BANCHE, MULTINAZIONALI, EURO: TOGLIERE PIAN PIANO IL POTERE DECISIONALE ALLE PERSONE. SE NON SI VOTA PER LA PROPRIA PROVINCIA VIENE MENO UN IMPORTANTE ELEMENTO DI DEMOCRAZIA … E DI DIRITTO.
    MEDITATE GENTE.. MEDITATE..

    1. Scritto da solo frasi fatte....

      ma tre governi non eletti che cosa?! la maggior parte del popolo italiano ha votato alle elezioni il pd… quindi il segretario del pd ha DIRITTO di governare e mi pare che è proprio ciò che sta succendo (per la legge elettorale che ha fatto il centrodestra)… quindi il governo letta e l’attuale sono legittimi ed eletti dalla maggior parte del popolo italiano….

      1. Scritto da Bravi

        Questa è la democrazia di sinistra.Nulla di nuovo.

  7. Scritto da swezia

    Eccole qua le riforme “radihali” del pd: togliere 1.700 consiglieri eletti e metterne 26mila nominati…..

    1. Scritto da Perepeppeppè

      A lavorare , sù , non farla lunga. Vedrai che non è poi così male, lo facciamo in tanti.

  8. Scritto da roberta

    Invece delle province, aboliamo gli ignoranti. Che poi così risparmieremmo anche milioni sulla stampa delle schede elettorali.

  9. Scritto da giggi

    e allora? solo lui può fare porcate?

  10. Scritto da Gianluca

    E’ imbarazzante il populismo insito nelle parole del senatore Calderoli. I consiglieri sono stati aumentati perlopiù nei comuni fino a 3000 abitanti dove invece di essere un costo per il pubblico sono una risorsa, visto che svolgono la loro attività come volontariato sociale e ricevono un’indennità di circa 10/20 euro a consiglio comunale. Invece di fare proclami su queste “poltrone”, che poltrone non sono, che pensi alla sua indennità di parlamentare e a quella dei suoi colleghi.

  11. Scritto da herbert

    Ma soprattutto la cosa più grave è che le provincie saranno governate da gente che nessuno ha eletto per quello scopo senza controllo degli elettori, diventeranno un magna magna senza precedenti……

    1. Scritto da ???

      E chi l’ha detto ? Le Province come elemento decisore non esisteranno più. Questo garantisce almeno il salto di una mediazione (capisciammè)

  12. Scritto da Luciano Avogadri

    Il meglio e’ nemico del bene, e spesso il miglior trucco per non cambiare nulla e’ dire che si deve far meglio. Io invece mi accontento, e lo vedo come un primo piccolo ma significativo passo per arrrivare ad eliminare le Province e tutto il burocratume che si portano dietro. Sempre come primo passo. A Calderoli vorrei ricordare che anni fa prendevamo in giro il Meridione per la proliferazione delle Province. Poi sono arrivate Lodi, Monza-Brianza, e cosi’ via.

    1. Scritto da passante

      Calderoli dovrebbe ricordare che proprio loro della lega anni fa facevano campagna elettorale sull’abolizione delle Province…..Poi quando sono riusciti a sedersi sullo scranno di alcune di loro hanno cambiato atteggiamento e di colpo sono diventati favorevoli di tutte quante anche di quelle piccole e inutili costituitesi per posizionare famigliari e trombati in altre sedi

    2. Scritto da NOEL

      Ma scusi, vuol paragonare la provincia di Carbonia, con Monza la più grande realtà lombarda dopo Milano.
      E poi non ci sarà l’ abbattimento dei costi anzi, se i dipendenti provinciali passano alle regioni, costeranno di più.
      ABOLIAMO INVECE LE PREFETTURE, INUTILI, COSTOSE E DANNOSE.

  13. Scritto da c

    Non serviva certo un genio come Calderoli per capirlo, gli unici che credono a questa campagna politica che sta facendo Renzi sono i pecoroni che credono ancora nel Pupazzo fiorentino.

    1. Scritto da M2S (scontato)

      Caro grillino, spiace per te . Via le province e dopo via il senato . Voi ultraconservatori proseguite con le chiacchere al bar , gli altri fanno.

      1. Scritto da c

        Prima Letta ora Renzi dimmi una riforma che è stata fatta oltre all’aumento della Tasi.

        1. Scritto da Eccolo

          Legge elettorale con il vs voto contrario, Ieri ore 19.00 eliminazione delle province con il vs voto contrario, prossimamente il senato e prevedo il vs voto contrario . Cuntent ?

          1. Scritto da c

            Auto blu, ne svende 150 ne hanno appena comprate 210 inoltre venderne 150 su 58600 non mi sembra un grande risultato.
            Finanziamento pubblico ai partiti adesso ci costa 71 miliari dal 2017 quando entrerà in vigore 63 miliardi.
            Queste sono solo le prime cose che sta facendo il Pupazzo Fiorentino.
            Se oggi Berlusconi è fuori è perchè il MS ha voluto il voto segreto.

          2. Scritto da Staisulpezzo

            Mi hai fatto una domanda e ti ho risposto, chemmefrega delle autoblù ? M5s NON PUO’ VOLERE NIENTE SE LA MAGGIORANZA NON VUOLE . Il M5s è il nulla assoluto per sua scelta. L’abolizione del finanziamento è una stratosferica idiozia populista . I paesi civili europei ce l’hanno, di importo giusto, con bilanci certificati e trasparenti. Abolirlo è da storditi che si consegnano ai padroni tv, ai grandi comici o alle grandi lobbies . Amen.

          3. Scritto da c

            Per quanto riguarda le province non ci sarà nessun risparmio visto che i dipendenti verranno assorbiti da comuni e regione.
            Il pupazzo ha promesso 10 miliardi e in questi c’era anche il non acquisto degli f35, è arrivato Obama e gli ha detto che gli F35 se li compra punto e basta.
            I tagli alla pubblica amministrazione invece che farli a Roma negli uffici taglia di distretti di Polizia e Carabinieri, Treviglio ne ha uno che segue 200000 abitanti lo chiuderanno vedi tu!
            Auti blu segue a dopo-

          4. Scritto da c

            Legge elettorale: con la vecchia il vero problema era il senato perchè alla camera chi vinceva aveva gia il premio di maggioranza , i poteri del senato ora li tolgono , perchè i 900 dipendenti resteranno la sede non verrà abbattuta di conseguenza la legge non serviva a niente visto che il senato non ci sarà comunque più.
            Il risparmio con i 900 dipendenti che non li puoi uccidere ci sono e lo stipendio lo prenderanno lo stesso.

          5. Scritto da Prova

            Neanche i boccaloni abboccano come voi . Eliminando strutture politiche pubbliche i costi aumentano . Un consiglio : prova a ragionare con la tua testa .

    2. Scritto da Luigi

      E’ la foglia di fico della casta….