BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lo spirito del pianeta accoglie Bob Geldof, testimone perfetto fotogallery

A Chiuduno torna “Lo spirito del pianeta”, 17 giorni di eventi ad ingresso gratuito con 35 gruppi e 120 espositori di artigianato provenienti da Arizona, Messico, Argentina, Giappone, Mongolia, Russia e da molti altri paesi

“Lo spirito del pianeta è l’essenza di ciò che noi tutti eravamo, e che ancor’oggi alcune persone vogliono essere e anche per non dimenticare”. Con questo motto Ivano Carcano, direttore e fondatore dell’evento, si prospetta un’ottima edizione dell’unico festival tribale indigeno in Italia, “Lo spirito del pianeta”.

La rassegna, che si svolgerà da venerdì 30 maggio a domenica 15 giugno al Polo Fieristico di Chiuduno (in via Martiri della Libertà), è ormai giunta alla sua quattordicesima edizione.

Ogni anno, una media di 200mila spettatori hanno visitato il grande evento: mamme, papà, bambini, italiani e non, che hanno dato prova di non volersi dimenticare dello spirito del nostro pianeta.

Sono previsti 17 giorni di musica, cultura, cibo e tradizioni, con 35 gruppi e 120 espositori di artigianato provenienti da tutto il mondo (Arizona, Messico, Argentina, Giappone, Mongolia, Russia e molti altri paesi).

All’interno del festival una vera e propria fiera. L’ingresso sarà completamente libero e gratuito: al sabato, il centro aprirà dalle 17, la domenica dalle 12 e, tutti gli altri giorni, dalle 19. La struttura al coperto garantirà la realizzazione degli spettacoli anche in caso di maltempo.

Tra i protagonisti, un personaggio che senza dubbio non si è mai dimenticato il nostro pianeta, il cantante e filantropo irlandese Bob Geldof, che per l’occasione eseguirà l’unico concerto in Italia del suo tour e che avrà l’onore di aprire il festival.

Aprire la quattordicesima edizione di un festival che da anni, nei fatti, combatte per non far morire culture “altre”, spesso di popolazioni emarginate dall’arroganza della nostra “bella e sana” cultura occidentale, con Bob Geldof, da sempre testimonial di un messaggio di attenzione alle popolazioni emarginate del pianeta, come quelle africane, non è un caso: le affinità tra le attività del cantante e i messaggi del festival sono molte.

Tra gli altri, unica data in Italia anche uno dei gruppi di musica celtica più famosi nel mondo, gli Altan, che dal 1989 suonano con fierezza la loro tradizione irlandese. Lo spirito del pianeta è sempre stato un magma esplosivo e incontenibile di idee, colori, suoni, odori, visi e occhi, che hanno visto incrociarsi mondi tra loro lontani migliaia di chilometri.

Lo spirito del pianeta da due anni a questa parte, è diventato anche laboratorio di idee sull’ambiente, grazie alle assemblee dei popoli indigeni che partecipano al festival e vengono coinvolti in discussioni in cui sempre più spesso ambiente e sopravvivenza dei loro popoli sono correlati, e in cui il dato di fatto è solo e sempre uno: lo spirito del pianeta è in pericolo!

Da qui, l’anno scorso, l’idea di una marcia organizzata dal festival in cui i maratoneti portarono in giro per l’Europa questo messaggio.

In questa edizione, si cercherà di replicare l’iniziativa con un’altra maratona, passando per luoghi che sono diventati, per ragioni diversi, simbolo di questa “emergenza ambiente”.

Il gruppo di maratoneti dei Teremocc, gruppo podistico di Terno d’Isola, partirà da Chiuduno, passando per Seveso (sabato 17 maggio), le cinque terre (domenica 18), Assisi (lunedì 19) e arrivando poi il 20 a Roma dove, al Ministero dell’ambiente, verrà presentata una proposta di due punti, da inserire nelle costituzione: il rispetto per le popolazioni indigene e i diritti della madre terra.

Centinaia di migliaia di volontari e di attivisti gestiranno un flusso di 10mila e più persone e al giorno. 

Al sito internet dell’evento www.lospiritodelpianeta.it il programma completo del festival

Per avere informazioni è anche possibile telefonare al 347 5763417 all’associazione “Chicuace in Toniatiuh” di Brembate Sopra o mandare una mail a info@lospiritodelpianeta.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.