BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zogno verso le elezioni, Musitelli “InComune” per scalzare la Lega Nord

Nasce “Zogno inComune”, lista civica che si presenterà a Zogno nella prossima competizione elettorale “con l’obiettivo di assicurare al paese un’alternativa nuova, forte e credibile alla vecchia amministrazione leghista”. Candidato sindaco la dottoressa pediatra Maria Elisabetta Musitelli.

Dopo la conferma della ricandidatura dell’attuale sindaco Giuliano Ghisalberti (Lega Nord), le altre forze politiche di Zogno non hanno atteso molti giorni per farsi sentire. È stata infatti da poco annunciata la nascita della lista civica “Zogno inComune”, che sfiderà l’amministrazione uscente nelle prossime elezioni di maggio. La lista, che si definisce “senza alcun pregiudizio ideologico o di appartenenza di partito”, ha individuato nel proprio candidato un elemento di spicco della società civile di Zogno, la dottoressa pediatra Maria Elisabetta Musitelli.

Di seguito, il comunicato stampa che spiega la nascita della lista, la scelta del candidato e gli obiettivi del gruppo: “Zogno inComune è la lista civica che si presenterà a Zogno nella prossima competizione elettorale con l’obiettivo di assicurare al paese un’alternativa nuova, forte e credibile alla vecchia amministrazione leghista. Zogno inComune candida Maria Elisabetta Musitelli, stimata pediatra di Zogno, a sindaco del paese. La candidatura che Zogno inComune oggi sostiene rappresenta l’alta sintesi delle migliori attese che in questi mesi sono state raccolte tra la gente del paese e delle frazioni, attraverso il lavoro di incontro, confronto e di preparazione del programma amministrativo, iniziato già nel maggio dell’anno scorso. In questi mesi il comitato elettorale di Zogno inComune ha saputo con entusiasmo aggregare intorno a sé le più significative esperienze zognesi provenienti dal mondo giovanile, della scuola, delle imprese e delle associazioni. Zogno inComune ha potuto godere di quell’energia nuova che è unica di una sfida e di un’impresa civica rinnovata e di cambiamento. In questo Zogno inComune è stata in grado di suscitare un sussulto di responsabilità per il destino politico e amministrativo del nostro paese, chiamando a raccolta, senza alcun pregiudizio ideologico o di appartenenza di partito, tutte le forze più fresche e le competenze migliori, che in questi anni hanno continuato a credere che Zogno merita qualcosa di meglio, rispetto a ciò che finora ha conosciuto. Sostenuti dalla stima e dal consenso, che già ora sentiamo da tanta parte dei cittadini di Zogno e delle frazioni, sappiamo di poter corrispondere alla richiesta di cambiamento e di rinnovamento di cui è forte il bisogno. Il vento di marzo già gonfia le nostre vele; dopo il lungo inverno, una primavera per Zogno ora è possibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    L’amministrazione comunale di Zogno non ha fatto mancare nulla al paese, non a caso è decimo comune d’Italia per vivibilità, ma non voglio farne un pretesto per difendere la lista. Obiettivamente però, essendo del paese, è risaputo che la maggior parte della “ZognoinComune” è composta da membri di sinistra o tendenzialmente di sinistra. Musitelli sull’Eco di Bergamo indica in maniera indiretta gli elettori di Zogno come “poco svegli” quasi ignoranti (segue)

  2. Scritto da BS

    tanto vincerà la lega come al solito… ci sono troppi ignoranti a queste latitudini purtroppo…

    1. Scritto da Peppe

      Grazie del suo intervento BS, alle prossime elezioni voterò PD così diverrò automaticamente intelligente. L’intelligenza infatti funziona come l’interruttore della luce, se voti PD la tua intelligenza è su on, se voti altri è su off. Che gente povera povera (a livello mentale) c’è in giro a queste latitudini!!

  3. Scritto da Mario

    Uffa, che noia, che barba! Dalla lega sempre Il trito e ritrito argomento sulla sinistra per replicare a nuove proposte amministrative … è l’ennesima conferma della pochezza e incapacità di confrontarsi con belle intelligenze civiche emergenti. Un gran peccato! Però, complimenti per l’ipocrita inganno leghista di far credere che nel loro simbolo di partito politico ci sono persone “indipendenti” che poi dovranno inchinarsi, come sempre, agli ordini di Via Bellerio.

    1. Scritto da Paolo

      Riflessione inutile e di grande ovvietà. Logico che gli indipendenti sono tendenzialmente di destra, altrimenti si sarebbero candidati per l’altra lista. Un esempio: Massimo Pesenti si dichiara fermamente indipendente poiché ritiene che ci siano idee giuste in ogni partito (quindi qualche idea di Sinistra, qualcuna di Centro, qualcun’altra di Destra). Attenzione però: la realtà comunale è diversa dalla realtà nazionale.

  4. Scritto da Matteoo

    Cosa??? Lista Civica??? Questa lista è di sinistra. Punto. Abbiano il coraggio di presentarsi per quello che sono! Non sono leghista, ma a Zogno gli attuali amministratori hanno dimostrato di saperci fare. E poi non tutta l’amministrazione è Lega, ci sono gli indipendenti, gente non schierata politicamente che ci mette passione ed ONESTA’, cosa che per ZognoinComune è dura conoscendo i personaggi …

    1. Scritto da Sara

      Non capisco questo dover sempre etichettare tutto ciò che non è Lega in sinistra (o forse lo capisco a qualcuno cresciuto negli anni 70 fa ancora paura) quello che vedo io invece è pluralità è vero ci sono persone di sinistra o forse di CSX ma mi sembra di capire e di vedere che ci sono persone che identificherei più con il centro destra a livello nazionale. Tutti questi sono diventati di Sinistra o solo quelli candidati sono INDIPENDENTI? Manca all’appello una lista di destra strano no?

    2. Scritto da Massimo

      Ricapitolando:
      La lega si presenta con il simbolo della lega ma non sono leghisti,mentre Zogno in comune si presenta cone lista civicà ma
      sono di sinistra,che poi, solo tu sai cosa vuol dire…
      Sei un Genio potrebbero darti un assessorato alla fantasia,e per le prossime elezioni potresti addirittura presentarti come sindaco

    3. Scritto da valentino

      E quindi? se è di sinistra cosa vuol dire? si può essere di sinistra senza avere tessere di partito.
      Caro Matteo?,caspita, sei proprio fedele al tuo amicone assessore “indipendente” e…. arrivista.
      Lo hai letto l’articolo o ti hanno detto di replicare senza leggere?
      La lega si presenta con il simbolo della LEGA.chi vota per quel simbolo vota la lega.
      Se hai coraggio e ONESTA’ fai i nomi di chi Zogno incomune non è onesto e anche il perchè, altrimenti taci.

      1. Scritto da gianni

        Basterebbe dire Domizio Riccò che il presentatore ufficiale e coordinatore della cosiddetta lista civica è il segretario del PD a Zogno; alla presentazione erano presenti ex segretario provinciale di SEL ; il segretario della Tavola della Pace Valle Brembana e altri tesserati di SEL Pd e RIF. COMUNISTA e Tsipras .

      2. Scritto da Giovanni

        Domizio Ricco = coordinatore Zogno in Comune e segretario PD di Zogno è presentatore della lista non basta? Ci sono poi tesserati SEL e tesserati PD ….non basta.

        1. Scritto da mafalda

          Gianni e Giovanni: la persona da te citata NON è coordinatore nè segretario del PD. E tu dovresti saperlo molto bene visto il ruolo che rappresenti localmente. Perché invece non si parla più intelligentemente di programmi amministrativi e di tutti i bisogni del nostro paese mai affrontati né risolti?

  5. Scritto da Bruciare il tricolore

    Per par condicio dovremmo candidare Belsito. Una sfida tutta Orobica!

  6. Scritto da Obiettività

    Nonostante tutto a Zogno il simbolo del guerriero ha ancora il suo fascino…potresti candidare una mela e verrebbe eletta! Benvengano le Musitelli che ci mettono faccia, competenze e professionalità proprie.

    1. Scritto da Miglio

      vorrei capire quali comopetenze di merito ci mette la Signora Musitelli. Quanta esperienza ha in amministrazione? Ha già fatto il consigliere comunale?

  7. Scritto da Valentino

    Ma non c’è mica tanto bisogno di polemiche o chissa quali alchimie politiche…
    Dopo 20 anni di dominio assoluto della lega,la DECENZA vorrebbe una normale alternanza quindi…
    CAMBIAMO ZOGNO,solo così possiamo vedere davvero l’operato di chi finora ha amministrato e la capacità di chi si appresta a farlo.

    1. Scritto da Fabio

      Va detto che in ventanni di Lega a Zogno sono stati capaci di alternare 3 sindaci coinvolgendo molte persone con il loro gruppo e hanno cambiato la mentalità iniziale avendo una visione aperta ed evoluta della politica Leghista, il giusto equilibrio per il bene di tutti i cittadini e non solo di una parte politica

      1. Scritto da valentino

        in 20 anni si sono alternati a suon di epurazioni e liti,non è stata proprio una cosa voluta e studiata per il bene del paese…
        vogliamo chiedere a gli ex sindaci ed ex amministratori cosa pensano di quelli attuali?
        Il giusto equilibrio sicuramente è stato trovato ma solo per mantenere le poltrone e non per il bene di Zognoi

  8. Scritto da L. M.

    Non si deve paragonare la Lega come partito con la Lega rappresentata in comune a Zogno. Penso che i nostri amministratori leghisti non condividano le scelte e i comportamenti sciagurati dei politici leghisti. Fanno parte di un partito e se lavorano bene con coscienza e responsabilità vanno premiati anche da una che come me non vota Lega. Aspettiamo veramente la fine di maggio poi vedremo. Anche perche’ tanta stima……..da chi?

  9. Scritto da Mak

    Purtroppo la Lega è arrivata alla fine, per via del menefreghismo dimostrato in tante occasioni, viabilità, treni, autobus, bus, cittadini, e tante altre promesse mai mantenute, poi non parliamo di Quei poveri Studenti Universitari costretti a viaggi da ecatombe con treni da Bergamo verso Milano, Logori sporchi, ormai marci, col disinteresse di VOI TUTTI Politici, quindi si cambi ruota, per vedere il cambiamento e la pace

    1. Scritto da chicco

      Ma guarda che a Zogno non c’è il treno per Milano, anzi la viabilità la stanno migliorando e penso che sia in parte merito anche degli attuali amministratori della Lega di Zogno, per autobus ricordo che l’ultima riorganizzazione l’ha fatta Bettoni e dopo quella il comune di Zogno ci mette 80000 euro all’anno per mantenere servizio….

  10. Scritto da Matteo

    A Zogno competono PD e LEGA. La Lega ha avuto il coraggio e l’onestà di presentarsi con un simbolo chiaro. In periodi come questo, di disaffezione alla politica, la trasparenza è FONDAMENTALE. Il PD si maschera da Lista Civica. La vittoria per il PD non sarà facile anche perchè Zogno è un Comune ben amministrato. Negli ultimi 5 anni la LEGA ha raggiunto parecchi traguardi e lo sviluppo di Zogno è sotto gli occhi di tutti!

    1. Scritto da daniele

      Hai una vista eccezionale,solo tu riesci a vedere onestà e trasparenza nella lega,dove hai studiato in albania?,Bossi ,Il trota, i diamanti,il cerchio magico,il porcellum ,l’alleanza con berlusconi ,i voti per salvare gli amici di berlusconi etc,li hai già dimenticati? prima il nord lo hai già dimenticato?,e poi hai visto sviluppo a Zogno,caspita sei un proprio una lince

      1. Scritto da Peppe

        Infatti la variante alla ex statale 470, la strada Ambria-Camanghè, la rotatoria al ponte nuovo, il sottopasso delle 5 vie, l’incentivazione allo sviluppo di alcune aziende locali sul territorio (CMS, Sanpellegrino ecc.), il mantenimento dei servizi sul territorio (Agenzia Entrate, ASL ecc.) e tante altre cose le hanno fatte quelli del PD a Zogno… e poi si parla di trasparenza e onestà dell’amministrazione, non del partito!

        1. Scritto da Pagliarini

          L’onestà viene tirata in ballo a convenienza,io non faccio differenza tra chi ruba e chi invita alle proprie feste i ladri e i disonesti e poi mette le foto su facebook.
          Da ex leghista sono schifato dal comportamento dei miei rappresentanti ma lo sono ancora di più dai leghisti miei paesani pronti ad adeguarsi alle nuove poltrone.
          L’elenco che hai fatto va spalmato in 20 anni tra progettazione e termine delle opere e sinceramente quanto fatto mi sembra molto poco e fatto anche male

  11. Scritto da Perpiacere

    Non ce la fanno proprio a presentarsi con il simbolo del pd eh?Come mai? Si vergognano?

    1. Scritto da A.G.

      conoscendo le persone coinvolte nel progetto non ne vedo il motivo, la vergogna lasciamola ad altri

  12. Scritto da Miglio

    Auguri alla dottoressa Musitelli. Spiace constatare da subito che verrà “asfaltata” dalla Lega di Zogno, come avvenuto con gli oppositori che l’hanno preceduta …. Si accettano scommesse! Ci si risente a fine Maggio

    1. Scritto da Bachetù

      se la lega asfalta io faccio il “rullo compressore” la schiaccio definitivamente…poverina…..dovrà tornare nel suo ambulatorio e rifarsi su quei poveri bebè-….

    2. Scritto da Zognese

      Non so ancora se voterò questa lista, mi piacerà vedere i candidati consiglieri….ma se fossi nella Lega non canterei vittoria troppo presto: le altre volte i voti si sono divisi su più liste e se questa volta saranno solo due…. non succede, ma se succede….

      1. Scritto da Gilgam

        Già, due liste sole, ma io che votavo per la lista del centrodestra non voterò ne Lega né la lista civica che, al di là delle smentite, è del PD e di esponenti ancora più a sinistra.
        Se in molti faranno come me, vincerà ancora la Lega, cosa che non mi esalta ma che preferisco rispetto all’alternativa.