BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Succhi di frutta: Martina contro il Pd, in linea con le multinazionali

Quota minima di frutta al 20%: piace ai consumatori e alla Coldiretti, meno ai grandi produttori: il ministro bergamasco contrario all'emendamento sostenuto dal suo partito, il Pd, che minaccia di mandare sotto il governo. Poi la tregua: il voto è rinviato.

Più informazioni su

Martedì pomeriggio alla Camera la presa di posizione del ministro bergamasco Maurizio Martina, in linea con la titolare dell’Agricoltura che l’ha preceduto, Nunzia de Girolamo, ma in netto contrasto con gli esponenti del Partito democratico, il suo partito.

In discussione c’era la normativa comunitaria sui succhi di frutta.

A gennaio il Pd mandò sotto il governo Letta facendo approvare un emendamento che porta fino al 20% la quota minima obbligatoria di frutta nelle bevande analcoliche. Una decisione festeggiata da coltivatori diretti e consumatori, perché aumenta lo spazio per il mercato italiano e le garanzie sui prodotti, ma avversata dalla potente lobby Assobibe, che riunisce le grandi multinazionali.

Martedì il secondo round.

Su precisa indicazione del ministro dell’Agricoltura Martina, il sottosegretario alle Politiche Comunitarie, Sandro Gozi, è stato spedito a Montecitorio con la consegna di dichiarare parere contrario del governo all’emendamento. Appresa la notizia, il gruppo Pd della commissione avrebbe minacciato di votare in massa contro il governo, mandandolo sotto. Gozi è corso ai ripari e ha ottenuto il rinvio della votazione a mercoledì.

Ma perché Martina ha deciso di andare contro la linea del suo stesso partito, cedendo alle pressioni dei lobbisti?  

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da CORRADO

    Martina è l’icona perfetta del nuovo PD. Di sinistra solo in apparenza, poi dietro c’è solo CL e il lobbismo più bieco.
    Questa è la nuova corrente della sedicente sinistra italiana..
    Stiamo tornando alla DC che uscì dalla finestra ed ora rientra dalla porta principale.. Meditate.

  2. Scritto da ferdesa

    Troppi lobbisti in parlamento, il m5s anche stavolta ha ragione!!!fuori le lobbies dal parlamento!!

  3. Scritto da Spyke5stelle

    È il solito teatrino del Pd, già visto dalle nostre parti sulla ex-ipb: il partito esprime una posizione, poi chi deve decidere fà tutt’altro. In quel caso i sindaci, qui il ministro. Ricordo che Martina è un ministro del governo Renzi, il rottamatore.

  4. Scritto da carlo

    bravo ,sono questi i problemi da risolvere, gli italiani ti sono grati

  5. Scritto da Martino

    Ma che razza di personaggio è???

  6. Scritto da Gaetano Bresci

    La domanda finale è un invito all’insulto, meglio astenersi.

  7. Scritto da davide

    LA NESTLE’ VI DICE QUALCOSA???

  8. Scritto da trust

    Qualcuno si stupisce?

  9. Scritto da Giangi

    Probabilmente perchè è una disposizione della UE. Bisogna adeguarsi.

    1. Scritto da Mister Bean

      A parte che non mi sembra una disposizione ue. Ma perchè mai bisognerebbe adeguarsi? Chi sono sti qua? chi li ha eletti? Perchè devono avere tutto questo potere su di noi? Pare sia arrivato il momento di svegliarci, non credi?

  10. Scritto da nino cortesi

    Servi dei poteri forti con metodo furbacchione.

  11. Scritto da Magister

    Martina come ha già dimostrato con il treno per l’aeroporto è un caso clinico! Bravo a raccogliere voti grazie a CL poi incapace quando si tratta di fare qualcosa nell’interesse generale è evidentemente un uomo che risponde ad altri!