• Abbonati
Calcio

Prandelli e la Nazionale: nessun addio, insieme fino al 2016

Il tecnico di Orzinuovi la prossima settimana firmerà il nuovo contratto con la Figc. Ma quello che lo attende non sarà un lavoro uguale a quello fatto in questi ultimi anni: l'ex allenatore di Parma e Fiorentina, infatti, dovrà pensare soprattutto ai giovani.

Altro che addio dopo il Mondiale brasiliano. L’Italia e Cesare Prandelli resteranno insieme almeno fino al 2016, anno in cui si disputerà l’Europeo in Francia.

Le voci di un possibile divorzio dopo l’avventura sudamericana che attende gli azzurri dal prossimo giugno si erano fatte insistenti negli ultimi mesi anche se c’era chi era pronto a scommettere che, alla fine, il c.t. di Orzinuovi avrebbe rinnovato il contratto con la Figc. Ed eccola qua, la fumata bianca, con la firma sul contratto che arriverà la prossima settimana.

Sembra certo che all’ex tecnico di Parma e Fiorentina sarà data la possibilità – come qualcuno sostiene – di una manovra ben più ampia di quella attuale, con un lavoro mirato sui giovani come fatto da tempo in altre federazioni, vedi Germania e Spagna. La certezza, comunque, è che Prandelli non lascerà la panchina della Nazionale dopo il Mondiale dei prossimi mesi e che il lavoro del tecnico continuerà dopo gli splendidi risultati ottenuti fino ad aoggi (la finalissima dell’Europeo del 2012, il terzo posto nella Confederations Cup dello scorso anno e la qualificazione ai Campionato del Mondo ottenuta senza troppi patemi alla fine del 2013).

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
leggi anche
Mario Balotelli festeggiato da Leo Bonucci dopo il gol all'Irlanda
Euro 2012
Bad Mario e Montolivo: sfida ad alta tensione per l’Italia di Prandelli
Giacomo Bonaventura: la doppietta contro l'Inter è il pass per il Mondiale?
L'analisi
Bonaventura, due squilli per Cesare Prandelli Jack merita il Mondiale
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI