BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Poste Italiane assume 835 postini: selezioni anche a Bergamo

Buone notizie per chi è in cerca di un posto di lavoro. Poste Italiane, per sopperire alla carenza di personale, ha aperto le selezioni per il reclutamento di 835 Portalettere. Le assunzioni sono previste a partire da aprile 2014 e interesseranno tutta Italia.

Buone notizie per chi è in cerca di un posto di lavoro. Poste Italiane, per sopperire alla carenza di personale, ha aperto le selezioni per il reclutamento di 835 Portalettere. Le assunzioni sono previste a partire da aprile 2014 e interesseranno tutta Italia. I candidati verranno inseriti nella divisione Servizi Postali che è l’organizzazione di Poste italiane che garantisce lo sviluppo e la gestione del portafoglio di offerta dei servizi di corrispondenza; assicura, attraverso il coordinamento delle strutture territoriali di logistica, le attività di raccolta, smistamento, trasporto e recapito dei prodotti postali.

Vediamo quali sono i requisiti richiesti e come fare per potersi candidare. Requisiti Ai candidati non è richiesta alcuna competenza professionale specifica. Gli unici requisiti necessari per potersi candidare sono l’ aver conseguito il diploma di scuola media superiore con una votazione minima di 70/100, avere una patente di guida in corso di validità, l’idoneità alla guida del motomezzo aziendale e il certificato medico d’idoneità generica al lavoro rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria USL/ASL di appartenenza).

Sedi di lavoro

Le selezioni per portalettere sono aperte in tutta Italia, nello specifico riportiamo le Regione e le Province interessate: Lazio – Viterbo, Rieti, Frosinone, Latina, Roma; Abruzzo – L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;Sardegna – Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia-Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia-Iglesias; Campania – Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno; Calabria – Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone e Vibo Valentia; Toscana – Massa-Carrara, Prato, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena e Grosseto; Umbria – Perugia e Terni; Molise – Campobasso e Isernia;Puglia – Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce e Barletta-Andria-Trani; Basilicata – Potenza e Matera;Emilia Romagna – Piacenza, Parma, Reggio nell’Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini; Marche – Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno e Fermo; Liguria, Savona, Genova e La Spezia; Piemonte – Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella e Verbano-Cusio-Ossola;Valle d’Aosta; Lombardia – Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi e Monza e della Brianza; Trentino Alto Adige – Bolzano e Trento; Veneto – Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova e Rovigo; Friuli Venezia Giulia – Udine, Gorizia, Trieste e Pordenone;Sicilia – Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa e Siracusa.

Contratto

Poste Italiane offre un contratto di lavoro a tempo determinato, a partire dal mese di Aprile 2014, della durata di 2, 3 o 6 mesi, in relazione alle specifiche esigenze aziendali.

Come candidarsi

Gli aspiranti portalettere per prima cosa devono effettuare la registrazione sulla pagina web di Poste Italiane nella sezione e-Recruiting e inserire il CV. Successivamente, è possibile inviare la propria candidatura. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lino

    la posta non arriva ….dove sparisce?

  2. Scritto da Fabio

    Se liberalizzano come hanno fatto per luce e gas SIO aposto

  3. Scritto da lucisara

    inizino a pagare i debiti che hanno con i cittadini che hanno truffato con i buoni postali una manica di ladri

    1. Scritto da Ezio

      Ce ne sia mai uno che ha gli attributi per denunciare. Basta fare il “duro” su un forum e l’italiano medio pensa di aver risolto tutto. L’articolo parla di assunzione, cioè posti di lavoro. Che c’entrano i buoni postali e le eventuali truffe?

    2. Scritto da Valtesse

      Guardi che i buoni riportavano stampato sul retro le condizioni di riscossione.

  4. Scritto da mario

    le Poste Italiane in regime di monopolio da sempre non si possono riformare. Bisogna solo farle fallire e darle agli svizzeri o ai tedeschi, tanto ci arriveremo lo stesso prima o poi

  5. Scritto da titti

    beh, iniziamo a prendere i 2,3 o 6 mesi….ci sono persone che sono entrate come postini e sono arrivati a livelli apicali…forza ragazzi !

    1. Scritto da anna

      mia nipote ha lavorato i 2 mesi ( che poi è diventato uno e mezzo h con le ferie ) ha preso 2000€ e le hanno lasciato casco e guanti

  6. Scritto da Mario

    Intanto……………………………a Bergamo la posta continua a non arrivare ?

  7. Scritto da Francesco

    Contratti a tempo determinato di 2, 3 o 6 mesi.
    e ho detto tutto…

  8. Scritto da e-mail

    Cerco di fare a meno delle poste: bollette sul c/c, e-mail, acquisti on-line… Esistono ancora perchè molta gente è rimasta a carta, penna e calamaio….A quando la vera liberalizzazione del settore ?