BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Polizia e carabinieri in campo per tutelare la quiete di Santa Caterina

Le forze dell'ordine in campo per far rispettare la quiete dei cittadini di Borgo Santa Caterina. Gli interventi di prevenzione contro il caos notturno, soprattutto nel week end, sono stati annunciati al termine della riunione del coordinamento provinciale di ordine e sicurezza pubblica che si è svolto lunedì pomeriggio in prefettura.

Più informazioni su

Le forze dell’ordine in campo per far rispettare la quiete dei cittadini di Borgo Santa Caterina. Gli interventi di prevenzione contro il caos notturno, soprattutto nel week end, sono stati annunciati al termine della riunione del coordinamento provinciale di ordine e sicurezza pubblica che si è svolto lunedì pomeriggio in prefettura.

Carabinieri, Polizia e agenti della Polizia locale saranno protagonisti di molti provvedimenti studiati per preservare la quiete del Borgo, con l’inizio della bella stagione luogo di ritrovo per migliaia di giovani fino a notte fonda. La via della movida cittadina per eccellenza è un punto di riferimento per chi vuole divertirsi e allo stesso tempo zona problematica per chi lì vive (e dorme). “E’ un tema complesso e delicato – spiega Massimo Bandera, assessore alla Sicurezza del Comune di Bergamo -, abbiamo incontrato i cittadini e abbiamo chiesto al prefetto di attivare un tavolo per studiare misure idonee per garantire la tranquillità durante le ore notturne. Serve l’aiuto di tutti anche perché con le nostre forze non riusciamo a garantire un presidio completo. La strategia è quella di operare insieme a carabinieri e polizia cercando di convincere e coinvolgere gli operatori perché si possa garantire una fascia di riposo”.

Durante la riunione è stato confermato il presidio delle forze dell’ordine nella zona della stazione. “Il servizi procederà sotto il coordinamento del questore con il concorso della polizia locale – si legge nel comunicato -. Il 28 marzo si riunirà, in questura, il tavolo tecnico che avrà il compito di esaminare gli esiti dell’attività posta in essere dal Comune relativa all’installazione di alcune telecamere nell’area delle autolinee. Nell’occasione verrà sottoposta all’attenzione del tavolo tecnico anche la proposta dell’ampliamento delle telecamere in città. La questura ospiterà ulteriori tavoli tecnici che vedranno anche la partecipazione di rappresentanti del Comune per i quartieri di Clementina e Boccaleone, per i quali verrà svolta un’approfondita analisi sulle situazioni di criticità per consentire, terminato lo studio, di adottare idonee e mirate linee di intervento”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ras

    Comprate i tappi!!!
    bergamaschi bigotti!

  2. Scritto da Luigi

    Giusto! meglio schierare forze dell’ordine per evitare schiamazzi notturni, che schierarli per la citta’ (esempio: stazione o piazzale alpini) ed evitare spaccio e degrado. Capitale mondiale della cultura bigotta!

  3. Scritto da Mark

    Perché non schierare l’esercito, qualche drone e un paio di carri armati?
    Mi state forse dicendo che il comune dove ho vissuto 20 anni doveva fornirmi rave party e festival se io mi lamentavo della troppa quiete e noia campagnola?
    Dai su accidenti qui si sfiora il ridicolo!

  4. Scritto da usiamo il cervello

    i compagni di classe di mia figlia a Praga sono stati portati in guardina e ci hanno passato la notte perchè parlavano ad alta voce di sera tardi in piazza San Venceslao…

    1. Scritto da sibevonditutto

      Eheheh certo come no…magari non ė che facevano schiamazzi ed erano ubriachi?no..parlavano a voce alta..ma per piacere si svegli!!!

    2. Scritto da quindi?

      quindi secondo te hanno fatto bene?? e scrivi anche usiamo il cervello…a me fai rabbrividire!!

  5. Scritto da gigi

    Ma qualcuno si ricorda che esiste ancora un codice civile che vieta gli schiamazzi notturni dopo le ore 22? E c’è ancora chi scambia per “città viva” quelli che urlano alle 3 di notte, che si ubriacano per strada, che ti pisciano nel cancello (visto di persona). Nessuno impedisce di divertirsi, ma di essere incivili, sì. Una volta ti versavano il boccale in testa, e ti prendevano a calci in culo se osavi lamentarti…Oggi la chiamano “città di vecchi”. Che tristezza.

    1. Scritto da LucaM

      Io ricordo dell’esistenza del codice civile ma onestamente non ricordo dell’esistenza della norma di cui parla…forse perchè non si trova nel codice civile e in ogni caso non indica specifici orari di vigenza del divieto? si informi prima di commentare

  6. Scritto da davide

    siamo e resteremo sempre una città di vecchi.. vedi movida estiva… alle 00.01 i vigili fanno le multe ai locali con fuori i tavolini… se volete che i giovani se ne vadano da Bergamo state facendo bene…

  7. Scritto da Chiara

    Un velo pietoso sul fatto che a BG qualunque cosa crei movimento e aggregazione non sa da fare … bello vedere come sotto elezioni il comune si prodighi a risanare prontamente situazioni che non sono nate ieri… in ogni caso anzichè far pagare ai cittadini non sarebbe più semplice obbligare i suddetti locali ad ingaggiare un servizio di sicurezza (i classici buttafuori) che facciano mantenere il rispetto della tranquilità fuori dai locali??

  8. Scritto da Mar

    Capisco il problema ma non ci si poteva pensare prima di concedere le aperture di tutti quei locali? L’ultimo aperto settimana scorsa…

  9. Scritto da bergamotto

    E’ importante lasciare tranquilli i residenti di Santa Caterina nei due mesi che precedono il voto per il sindaco. Bisognerebbe votare ogni due mesi…

  10. Scritto da Andrea

    se devo essere obiettivo, devo dire che ora la situazione sta un pò degenerando, a partire dalla recente apertura di altri 2 locali a pochi metri dagli altri…va benissimo che ci sia un pò di vita ma penso che alle 2 di notte darebbe fastidio a tutti avere questo continuo vociare sotto casa. Penso che i primi colpevoli di questa situazione siano coloro che impediscono l’apertura di nuovi locali in centro, dove ci sono più uffici che abitazioni e quindi dove non si creano questi problemi…

  11. Scritto da gianni

    Giusto permettere ai giovani di divertirsi ma anche trovare un compromesso per il rispetto della gente che abita lì. Vorrei vedere se sotto casa vostra ci fosse un bar con la gente che sta fuori a far casino fino alle due-tre del mattino anche durante la settimana. è giusto porre dei limiti di orario

  12. Scritto da Marco

    Immagino che il prossimo passo siano il coprifuoco e le ronde di camicie nere. Sembra che il Signor Franco voglia mettere in atto quanto imparato nel MSI

  13. Scritto da tiziana

    e’ bello fare casino per strada,fino alle tre e poi andarsene a dormire a casa propria,nella quiete: chi si deve alzare alle 6 del mattino, però, la pensa un po’ diversamente!
    Spostiamo la movida sotto casa di ?!:…. oppure sotto casa di Daniele….che ne dite?

  14. Scritto da Nemo

    Non abito in BSC e quindi penso di essere obiettivo….credo che nessuno voglia impedire a qualcuno di divertirsi ma secondo me c’è un enorme differenza tra andare in un locale bersi qualcosa e divertirsi con gli amici e uscire dal locale con i bicchieri in mano, urlare in mezzo alla strada fottendosene completamente della libertà (in questo caso il diritto al riposo) degli altri…perchè il concetto è sempre quello…NOT IN MY BACKYARD, non nel mio cortile..

  15. Scritto da Lupo

    Mentre le forze dell’ordine controllano i ragazzi che provano a divertirsi mi svaligiano la casa. Tentorio deve capire che la maggior parte dei votanti la sera vuole uscire a fare una passeggiata, mangiare un gelato e bere qualcosa… Bergamo è giovane!!!

  16. Scritto da indignato

    Speriamo stabiliscano un coprifuoco, è inaccettabile avere gente per strada dopo le 22.

  17. Scritto da Matteo

    Che vadano a vivere in periferia dove di silenzio ce n’è fin troppo…Oppure che il comune gli fornisca dei tappi, che costano molto meno delle forze dell’ordine, e funzionano sicuramente meglio

  18. Scritto da mar

    controlliamo pure la Stazione che fa schifo, Gente che ha preso quest’area come fosse un accampamento Nomadi, Liberi di ubriacarsi, sporcare, drogarsi , urinare, …………………….ma che schifo è ora basta, CHIDIAMO TUTTI a gran voce PULIZIA ORDINE MANDARE VIA TUTTA STE Feccia la pazienza si è esaurita, BASTA PRENDERE IN GIRO IL CITTADINO che continua a subire, e pagare Tasse

  19. Scritto da stefano

    Aerei si ma turismo no….gli aerei che portano i turisti fanno rumore e li possiamo sopportare, i turisti che si divertono in città invece no, li dobbiamo mandare in hotel a dormire….

  20. Scritto da Mattia

    Ma come, ma se le forze dell’ordine saranno per l’ennesima volta tagliate dove trovanio le risorse per metterne in Santa Caterina ? ma i problemi di Bergamo sono questi ? un po di vita ogni tanto ? La risposta è forse ci abita qualcuno di importante li che non vuole essere disturbato, polizia e carabinieri hanno ben altro da fare per tutelare la sicurezza dei cittadini non continuate ad inventargli del lavoro inutile per fare pura propaganda elettorale.

  21. Scritto da Piero

    Chi contesta se ne stia a casa sua a far casino

    1. Scritto da Mark

      Chi ha deciso di vivere in città deve esser coerente. Se non gli va bene dato che c’é casino c’é sempre la campagna.. Io vivo in una città di 800 mila abitanti e mai mi sognerei di fare un discorso (da pazzi!) simile. Ho deciso,perché tra le altre ragioni mi é più comodo, e mi prendo le responsabilità delle mie scelte. Ma non mi stupisce perché é un comportamento tipicamente italiano.

    2. Scritto da andrea

      Brao Piero, dighel!

  22. Scritto da ?!

    unica via con un po di vita… grazie a tentorio che vuole una citta muta !!

  23. Scritto da Bibo

    Che solerzia! Che attivismo! Per caso, ci saranno elezioni prossimamente?

  24. Scritto da Daniele

    Siamo tornato agli anni cinquanta e c’è pure qualcuno che se ne vanta.