BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Cornamusa bergamasca: da strumento della tradizione al Conservatorio

Una giornata per conoscere il mondo della cornamusa nei sui diversi aspetti musicali, storici e organologici con lo studioso Valter Biella sabato 29 marzo al conservatorio di Darfo.

Sabato 29 marzo al Conservatorio di Darfo Boario Terme, Seminario/laboratorio di Valter Biella: “Un viaggio nel mondo della cornamusa nei sui diversi aspetti musicali, storici e organologici, con particolare attenzione allo strumento presente nelle Valli Orobiche, conosciuto come la pia o il baghèt. "

La cornamusa, strumento oggi quasi unicamente utilizzato in un ambito musicale-folclorico, nel Medio Evo era utilizzato abitualmente nella strumentazione del "fare musica". Per la sua polifonica a riserva d’aria, si colloca come un tassello insostituibile per capire l’evoluzione della storia degli strumenti musicali.

Il seminario è strutturato in due momenti. Al mattino dalle 10 alle 12 una prima parte di carattere divulgativo e teorico dove si affrontano gli aspetti storico, musicale, sociale ed organologico.

Si parlerà delle musiche, dei riti, degli strumenti e della loro costruzione, con le problematiche che ne conseguono, affrontando anche il tema inerente alla accordatura. A tal riguardo si farà un excursus sulla fisica acustica, sui diversi tipi di scala (la pitagorica, la naturale, la temperata e temperata equabile) e come queste sono in relazione con una cornamusa nella cultura musicale occidentale per poter capire quale può essere un repertorio coerente con le possibilità dello strumento.

Al pomeriggio, dalle 14 alle 16, sarà possibile, utilizzando alcune cornamuse messe a disposizione dei partecipanti, provare fattivamente cosa vuol dire "gestire una cornamusa" e sperimentare in modo diretto quali sono le possibilità espressive e scoprire quali sono le indispensabili conoscenze di base.

In particolare verranno approfonditi aspetta inerenti:

il controllo della sacca, – cosa significa usare uno strumento il cui suono è giocoforza continuo, cioè privo di interruzioni, e quindi stilisticamente senza staccato –

i problemi inerenti alla accordatura per uno strumento come le cornamuse in cui non si ha il controllo diretto sull’emissione del suono, cioè sulle ance –

la gestione delle ance: quella doppia per il canto, e quelle semplici per i bordoni

La partecipazione è gratuita ed è aperta a tutti su prenotazione obbligatoria telefonando alla segreteria del Conservatorio ( in orari mattutini) allo 0364.532904 oppure mandare una mail all’indirizzo: conservatorio.darfo@conservatorio.brescia.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.