BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Jack segna e sogna Ma la strada per il Brasile è molto trafficata

Il fantasista nerazzurro continua a stupire con la maglia dell'Atalanta. Tifosi e media bergamaschi sperano nella chiamata brasiliana da parte di Prandelli ma la concorrenza è tanta e non indifferente: in lizza per un posto tra i ventitré ci sono anche Totti, Destro, Cassano, Diamanti, Immobile, Giaccherini e Verratti.

Più informazioni su

Si avvicina giorno dopo giorno il momento delle convocazioni per Cesare Prandelli: il c.t. azzurro deve costruire la rosa dell’Italia che dovrà essere protagonista ai prossimi Mondiali in Brasile e le scelte non sono facili, tra giocatori appannati e elementi esperti che si stanno candidando per tornare a far parte della Nazionale. Per gran parte la lista dei ventitré sembra essere già compilata ma c’è un atalantino, giovane e sulla rampa di lancio, che non si arrende nonostante tutti i pronostici gli voltino le spalle: Giacomo Bonaventura, infatti, tra gol e grandi prestazioni continua fortemente a rimanere in lizza per un posto al Mondiale.

Il talento marchigiano domenica ha steso l’Inter con una doppietta e una settimana prima ha sfoderato una prestazione maiuscola nel match vinto con un secco 3-0 dall’Atalanta contro la Sampdoria. Proprio sotto gli occhi di Prandelli, sbarcato a Bergamo per seguirlo da vicino una volta per tutte.

Ma la strada che porta al Mondiale brasiliano è più trafficata che mai e il numero 10 nerazzurro potrebbe non farcela, nonostante una stagione iniziata col freno a mano tirato – per colpa di qualche acciacco fisico e di un 4-3-3 che lo esaltava gran poco – ma continuata con un crescendo sempre maggiore, culminato con queste ultime due uscite che hanno attirato sul buon Giacomo le attenzioni dei grandi club e del c.t. azzurro. Che, però, per portarlo in Brasile dovrà fare spazio sacrificando qualche nome illustre. Ed è proprio qui che viene il bello. Già, perché Bonaventura potrà essere convocato solo in cambio di qualche "testa" eccellente. Come quella di Giaccherini, ad esempio, mai entrato nel cuore degli italiani ma da sempre molto stimato da Prandelli, anche oggi che gioca nel Sunderland. O di Diamanti, talento come pochi in Italia che difficilmente salterà l’avventura brasiliana, anche se è pur vero che il trasferimento in Cina lo penalizza non poco. A centrcampo, dunque, le strade libere sono poche e i sicuri convocati ad oggi sarebbero Pirlo, De Rossi, Marchisio, Thiago Motta, Candreva e Montolivo.

Si potrebbe pensare anche ad un posto in attacco, al massimo, ma anche qui la concorrenza è delle più spietate. Difficile immaginare un’Italia senza Balotelli, praticamente certo della chiamata al pari di Osvaldo e Gilardino. Sarà poi da valutare Giuseppe Rossi, dato sulla via del recupero dopo l’ennesimo infortunio serio. E poi? E poi ci sono diversi nomi pesanti: Cerci, Destro, InsigneImmobile (al momento capocannoniere della serie A). Senza dimenticare gli evergreen Cassano, Totti e Toni, che fino all’ultimo cercheranno di togliere il sonno al tecnico della Nazionale.

Difficile immaginare oggi chi dovrà risparmiarsi la valigia più attesa. Ma come rinunciare a tanto talento? Un modo ci dovrà pur essere, e lo dovrà trovare Prandelli perché in Brasile possono andare solo ventitré azzurri, mica trenta. Non vorremmo essere nei panni del c.t.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea marco

    una rondine non fa primavera………..il ragazzo non è male per una squadra da B, dove effettivamente sta giocando……quindi volate basso per favore

  2. Scritto da nino cortesi

    Considerato che quelli degli squadroni sono tutti scoppiati, Prandelli uno dell’Atalanta lo piazza.
    Sarà Bonaventura, che non ha rivali in quel ruolo sia per specializzazione che per freschezza fisica.