BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tentorio fa retromarcia: non confermato il rinnovo del direttore generale

Il decreto firmato dal sindaco Franco Tentorio per prolungare di un anno l'incarico del direttore generale Ivan Mazzoleni è inattuato e in tale condizione rimarrà almeno fino alle elezioni.

Più informazioni su

Il decreto firmato dal sindaco Franco Tentorio per prolungare di un anno l’incarico del direttore generale Ivan Mazzoleni è inattuato e in tale condizione rimarrà almeno fino alle elezioni. Lo ha annunciato il primo cittadino durante il Consiglio comunale di lunedì sera. Tentorio ha risposto a un’interpellanza presentata dal capogruppo del Partito democratico Sergio Gandi, che ha chiesto più volte a gran voce di non rinnovare ora il mandato di Mazzoleni o quanto meno di aspettare le elezioni. Nel decreto firmato dal sindaco il contratto veniva prolungato fino al 30 giugno 2015 non più come direttore di Palafrizzoni, ma in qualità di responsabile delle risorse umane e organizzatore dello “sportello polifunzionale del cittadino”. Un incarico oneroso soprattutto in tempi di spending review. “Il sindaco ha fatto marcia indietro – spiega Gandi -, si è accorto che quel decreto non era opportuno. Si vede che avevamo ragione, sia dal punto di vista dei costi, sia delle opportunità politiche, oltre che per un profilo di illegittimità”.

Ivan Mazzoleni è indagato con l’accusa di turbativa d’asta di una gara del Comune di Magenta, dove ha prestato servizio in passato. Gli inquirenti indagano nell’ambito di un appalto relativo a fornitura di servizi informatici. Il magistrato ha chiesto il rinvio a giudizio di Mazzoleni, mentre le posizioni di altri dipendenti comunali sono state archiviate. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da eugenio

    si, certo una mossa che ai più parrà non solo lodevole e doverosa di questi tempi, però giusto far sapere anche che la persona in questione, esce dalla porta ma rientra dalla finestra con un incarico di DIRIGENTE ! La solita vergogna Italica !

  2. Scritto da c.b.

    Ricordo che ai tempi della giunta Bruni fu inventato il “Mobility Manager” debitamente retribuito. Con quale risultato?

  3. Scritto da La politica

    Decisione quanto meno opportuna. Sarebbe stata l’ennesima dimostrazione che il buon senso non regna proprio più anche nella politica bergamasca, ma solo giochi di squadra “politici” come già ve ne sono stati in passato e spartizione delle poltrone. Mazzoleni poi non si è riveltato un DG efficace e lungimirante, alla stessa stregua dei suoi predecessori. Uno stipendio in meno, inutile, potrebbe essere invece una risorsa economica utile per i cittadini e una forma di rispetto per i disoccupati.