BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nemmeno la pioggia ferma Lilliput: 45mila tra bimbi e genitori

Più che un appuntamento è una garanzia, garanzia di scoperta e divertimento. Parliamo di Lilliput, il villaggio creativo, il salone educativo di Promoberg dedicato al mondo dell’infanzia che ha chiuso i battenti dell'undicesima edizione alla Fiera di Bergamo.

Più che un appuntamento è una garanzia, garanzia di scoperta e divertimento. Parliamo di Lilliput, il villaggio creativo, il salone educativo di Promoberg dedicato al mondo dell’infanzia che ha chiuso i battenti dell’undicesima edizione alla Fiera di Bergamo. Nemmeno pioggia e vento hanno fermato gli amanti della manifestazione, tanto è vero che al termine dei quattro giorni di apertura, sono state ben 45mila le persone che hanno partecipato alla kermesse lillipuziana.

Il che, sommando le 460mila presenze registrate nei dieci anni precedenti, porta ad un totale di oltre mezzo milione di appassionati, metà dei quali bambini, che hanno varcato dal 2004 ad oggi le porte di Lilliput al polo fieristico di Bergamo.

Oltre agli studenti giunti da tutta la Lombardia, durante le due giornate dedicate alla scuola sono aumentati gli arrivi dalle regioni limitrofe: in questo senso, le rappresentative maggiori sono giunte da Reggio Emilia, Bologna, Trento, Alessandria e Genova.

"Il successo di Lilliput nasce dal suo format – spiega Stefano Cristini, direttore di Ente Fiera Promoberg – , basato sul creare un contenitore dinamico ed eterogeneo, in grado di abbinare sapientemente gli aspetti ludici, tipici dei bambini, a quelli altrettanto fondamentali legati alla loro educazione e formazione. Tra i maggiori meriti del salone educativo per l’infanzia c’è indubbiamente l’essere riuscito a coinvolgere attivamente – su ben 20mila metri quadrati di superficie del polo fieristico, struttura moderna che garantisce i massimi standard di sicurezza – le principali realtà istituzionali e associative che ruotano attorno al pianeta dei bambini. Stiamo parlando di oltre cento spazi ludico-educativi, animati da ben 500 professionisti del settore, in grado di coinvolgere nel modo migliore possibile sia i bambini, sia gli adulti. Inoltre, grazie alla sua dinamicità, Lilliput riesce ogni anno a presentare molte novità in grado di soddisfare le nuove esigenze di una società, in particolar modo quella legata all’infanzia, in continua trasformazione. Gli ampi consensi ottenuti ogni anno dalla manifestazione – osserva Cristini -, grazie anche al supporto di tutte le realtà che sostengono il nostro progetto (sponsor, enti, istituzioni, media, scuole, associazioni, agenzie educative, gruppi sportivi e aziende), confermano quanto Lilliput sia diventato un punto di riferimento solido e credibile per tutti i protagonisti chiamati in causa, in particolare per il mondo della scuola, e per le famiglie”.

Tra le iniziative più significative di Lilliput, l’arrivo a Bergamo per il secondo anno consecutivo dei piccoli studenti di Poggio Rusco e Quistello, due scuole del Mantovano, colpite dal terremoto nel maggio del 2012. Grazie al Villaggio Creativo, i bambini hanno potuto vivere una giornata spensierata, tra tanto divertimento e importanti momenti formativi.

Inoltre, anche quest’anno sono stati numerosi gli appuntamenti di approfondimento su tematiche di grande rilievo sociale. Citiamo quale esempio per tutti, il convegno di Edufest, incentrato sulle esperienze di collaborazione tra famiglie, scuola e territorio: un importante appuntamento di analisi e confronto, per far crescere e sostenere nel miglior modo possibile i più piccoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.