BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lions, debutto super: i Warriors ko 23-14 Guarda gli highlights fotogallery

I Leoni orobici non toppano la prima uscita stagionale e battono sul terreno di casa 23-14 i temibili bolognesi, rimasti in gara fino alla fine del match. Kick-off della gara calciato dall'ospite d'eccezione Carlo Gabardini.

Chi ben comincia è a metà dell’opera e i Lions Bergamo ci credono fortemente. Di fronte ai propri tifosi accorsi in gran numero, nonostante il tempo inclemente, portano a casa la prima vittoria stagionale e cominciano con il piede giusto la nuova avventura. Dopo il kick-off calciato dall’ospite d’eccezione Carlo Gabardini, di cui tanto si è parlato in settimana dopo l’uscita del video contro l’omofobia girato con i Lions, ecco subito i Warriors in attacco.

Nel primo drive offensivo del primo quarto, Bologna si porta fino alle 50 yards, ma Cantù riesce ad intercettare il pass del Qb bolognese Slusarz, uno dei tanti intercetti dell’incontro, riportandolo fino alle 10 dal touchdown. Ci pensa Andrea Ghislandi con breve corsa a varcare la goal-line che vale la prima segnatura stagionale e personale, trasf. di Giovanni Florio (7-0). I Warriors pareggiano subito i conti con un td-pass abbastanza fortunoso in quanto il lancio di Slusarz viene deflettato da due giocatori bergamaschi prima di ricadere tra le braccia di un bolognese direttamente in end-zone (7-7). Le rispettive difese sembrano più reattive degli attacchi, che ad inizio stagione stanno cercando i sincronismi giusti e non vengono certo aiutati dalla pioggia che rende il terreno viscido. Assistiamo quindi ad un batti-ribatti fino all’improvviso pass del nuovo QB dei Lions “Andrea Bisiani”, ottima partita la sua, per Alessandro Pisi che si ferma sulle 10 yards offensive. E’ ancora Ghislandi a correre in end-zone, trasf. stoppata (13-7).

Nel secondo quarto l’attacco dei Warriors si affida soprattutto a giocate su corsa, visto i vari intercetti subiti dal proprio Qb, fino a quando Slusarz sorprende tutti con un lungo pass sull’eterno Piva che si ferma a poche yards dalla goal-line. E’ lo stesso Qb di Bologna che con una breve corsa segna il td del sorpasso (13-14). Il primo tempo termina sotto una “pioggia”, tanto per restare in tema, di proteste, per una ricezione di Gregorio in ottima posizione di campo non convalidata dalla crew arbitrale.

Nel terzo quarto ripartono i Lions in attacco e segnano a conclusione di un drive frutto di ottime giocate, prima lungo pass su Cadè, seguito dal primo td-pass targato Bisiani-Gregorio, più trasformazione da due punti per l’importante (21-14). Dopo un ottimo sack di Archetti ai danni del Qb avversario, la partita viene sospesa dagli arbitri, come da regolamento, per pericolo fulmini. Dopo mezz’ora si riprende sotto un autentico diluvio, e complice il terreno reso ancora più scivoloso e il fastidio della pioggia, i Warriors provocano un fumble ricoperto dai bergamaschi.

Si giunge così all’ultimo decisivo quarto di gioco. Bologna torna in attacco ma è ancora un fumble recuperato dai Lions a riconsegnare palla all’attacco di casa. L’offense coordinator Andrea Vecchi opta giustamente per una serie di corse che fanno correre le lancette del cronometro ed esaltano Ghislandi che macina yards senza sosta, non riuscendo però a segnare i punti per chiudere il match. Ci pensa Bologna a suicidarsi, Slusarz, messo sotto pressione e in pessima posizione di campo è costretto ad una safety che frutta 2 punti alla granitica difesa di Bergamo, (23-14) e fine del match.

Si scontravano due squadre speculari e senza stranieri, era quindi importante partire con una vittoria. Così è stato, abbiamo visto novità interessanti in casa Lions, consapevoli che ci sono ulteriori margini di miglioramento. Sabato prossimo altra sfida importantissima a Milano contro i Rhinos ancora a zero punti.

Servizio di Nicola Fardello

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.