BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni comunali in Francia: Hollande è lo sconfitto, cresce l’estrema destra

L'ultradestra avanza, la destra vince, l'astensione si alza, la politica di Hollande esce sconfitta: questo il quadro della Francia politica targata 2014 dopo il primo turno delle elezioni comunali. Comunali sì ma molto importanti per il presidente che esce male dalla classica prova del budino.

Più informazioni su

L’ultradestra avanza, la destra vince, l’astensione si alza, la politica di Hollande esce sconfitta: questo il quadro della Francia politica targata 2014 dopo il primo turno delle elezioni comunali. Comunali sì ma molto importanti per il presidente che esce male dalla classica prova del budino.

Il dato più importante sembra essere comunque il boom dell’estrema destra di Marine Le Pen, e il crollo dei socialisti di Hollande trascinati dalla bassa popolarità del presidente francese.

Quarantacinque milioni di francesi sono andati alle urne per il primo turno delle amministrative in 36700 comuni. Il risultato effettivo del Front National, 4,5 % è un dato molto alto se si considera che il partito si presentava in soli 600 comuni su oltre 36mila.

Socialisti secondi in alcune città come Amiens e Pau.

Le Pen ha immediatamente commentato i dati parlando di un risultato "eccezionale": "I francesi si sono ripresi la loro libertà".  

A Hénin-Beaumont, comune del nord della Francia con 26mila abitanti, il Fronte nazionale ha vinto al primo turno con il 50,26% dei voti.

A Parigi è testa a testa tra Nathalie Kosciusko-Morizet, candidata Ump, e la socialista Anne Hidalgo: la candidata del centrodestra ottiene il 34,80% dei voti contro il 33,60% della sfidante.

A Marsiglia, seconda città francese, la destra vince al primo turno e riconferma Jean-Claude Gaudin dell’Ump contro un candidato rivale, il socialista Patrick Mennucci.

L’avanzata del Fronte Nazionale spaventa la sinistra che, consapevole delle difficoltà, si organizza già in senso anti-Le Pen. La portavoce del governo socialista francese, Najat Vallaud-Belkacem, in diretta tv ha già detto che "al ballottaggio, laddove sarà necessario per battere il Fronte nazionale, faremo il Fronte repubblicano con la destra".

Un invito a cui l’Ump ancora non ha risposto, mentre il suo presidente, Jean-Francois Copè, ha subito definito fondamentale "che al secondo turno gli elettori del Fn diano il loro voto all’Ump".

Raramente, si sottolinea in Francia, una tornata elettorale intermedia si è sviluppata in un contesto tanto ostile alla presidenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da W V.E.R.D.I.

    E mentre in mezza Europa la gente apra gli occhi, in Italia si perde tempo sindacando ancora su ciò che è accaduto nella seconda guerra mondiale.