BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Raggio equinoziale al tempio di San Tomè Un dettaglio architettonico fotogallery

Un edificio di straordinaria bellezza che racchiude anche un piccolo segreto: il raggio equinoziale. Si tratta del tempio di San Tomè ad Almenno San Bartolomeo. Una nostra lettrice, Adele Leidi, il 18 marzo scorso ha assistito all'evento e lo ha fotografato. Ecco la spiegazione dello studioso Adriano Gaspani.

Un edificio di straordinaria bellezza che racchiude anche un piccolo segreto: il raggio equinoziale. Si tratta del tempio di San Tomè ad Almenno San Bartolomeo. Una nostra lettrice, Adele Leidi, il 18 marzo scorso ha assistito all’evento e lo ha fotografato. Ecco la spiegazione dello studioso Adriano Gaspani. (Leggi tutto qui).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aristide

    Ho letto con attenzione l’articolo segnalato, del quale qui sopra riportate il nesso ipertestuale (http://www.duepassinelmistero.com/raggioequinoziale.htm ). L’articolo è pubblicato in un sito che tratta di alchimia,di misteri e cose esoteriche: s’intitola “Due passi nel mistero”. Però francamente, non ci trovo nessun arcano. Quel che si vede a San Tomè, che fosse voluto o meno, è pur sempre un fenomeno naturale, come tanti. Bello, ma naturale. Niente di misterioso.

    1. Scritto da Daniele

      Bé, non è proprio soltanto un fenomeno naturale dal momento che qualcuno ha posizionato ben tre elementi architettonici (monofora, balaustra, abside) affinché l’equinozio di primavera un raggio solare colpisse il tabernacolo!
      E’ un opera meravigliosa carica di simbolismi arcaici che sicuramente affondano le loro radici nel paganesimo, quindi qualcosa di “misterioso” ed in parte sconosciuto effettivamente c’è.

      1. Scritto da Pietro

        Sì, la parola più saggia è “sconosciuto” a noi. Poi chiaramente è affascinante!

        1. Scritto da Aristide

          @ Daniele – Il fenomeno è naturale perché trova spiegazione ricorrendo alle leggi di natura. Altrimenti non sarebbe naturale il fenomeno per cui, quando faccio la barba il mattino, vedo la mia immagine riflessa allo specchio. Lo specchio è costruito dall’uomo, ma il suo funzionamento è naturale, le leggi di riflessione sono naturali.

    2. Scritto da Marco

      la chiesa era longobarda collegata all’eresia ariana

      1. Scritto da Daniele

        Nonostante l’area di Almenno fosse effettivamente dominio longobardo non vi è alcuna conferma né prova della costruzione della Rotonda antecedente al X secolo, ed in quell’epoca il regno longobardo era già stato sciolto e l’eresia ariana era scomparsa nel nord-Italia da un pezzo.

        1. Scritto da Pietro

          Beh, anche oggi si potrebbero costruire piramidi senza essere per forza degli antichi egizi… Magari l’hanno costruita così, senza badarci troppo a come ci saremmo scervellati per capire certe cose nel 2014…. no? ;-)