BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Prendersi cura della città Al Polaresco prende il via “Mind your city, Bergamo”

Il progetto Mind the city intende coinvolgere I giovani in una mappatura degli spazi pubblici, utilizzando anche linguaggi creativi per narrare l’esplorazione sul campo della città e, al tempo stesso, fare emergere i bisogni degli abitanti nei confronti di questi luoghi.

Più informazioni su

Domenica 23 marzo alle 18 allo spazio Polaresco di Bergamo, parte il progetto Bergamo, Mind the City a cura della Associazione Croce e Punto, con l’obiettivo di stimolare la partecipazione dei giovani, ma non solo, nel prendersi cura della propria città.

L’idea ruota intorno al tema degli spazi pubblici, luoghi, oggi come non mai, catalizzatori di istanze, idee e narrazioni collettive. Gli spazi pubblici possono assumere forme disparate: sono le piazze, i parchi, le biblioteche, i musei, i centri culturali, gli oratori oppure le sedi di associazioni, ossia punti di ritrovo, incontro, inclusione, che aggregano persone di diverse età, religione, genere, nazionalità e che danno vita a forme, anche inaspettate, di solidarietà e integrazione. A Bergamo esistono spazi pubblici già in uso, o spazi pubblici potenzialmente recuperabili o attrezzabili, come negozi sfitti, edifici dismessi, parchi poco frequentati. Il progetto Mind the city intende coinvolgere I giovani in una mappatura degli spazi pubblici, utilizzando anche linguaggi creativi per narrare l’esplorazione sul campo della città e, al tempo stesso, fare emergere i bisogni degli abitanti nei confronti di questi luoghi.

Si comincia quindi il 23 Marzo con le presentazioni ufficiali, dell’idea e della associazione, e il lancio dell’invito rivolto ai giovani di età compresa fra i 14 e i 30 anni a partecipare al progetto. Parallelamente, sempre all’interno dello Spazio Polaresco, è previsto un primo ciclo di incontri rivolti a tutti, per raccontare esperienze di associazioni o gruppi di cittadini, di Bergamo e non, che con la cultura, l’innovatività e la creatività producono rigenerazione urbana e coesione sociale e che vogliono essere una ispirazione per far nascere buone idee.

Al contempo inizia l’investigazione sul paesaggio di Bergamo con due percorsi guidati di osservazione, attraverso lo strumento della macchina fotografica e della videocamera. Associazione Croce e Punto è formata da Alberto Brigati, Marta Savoldelli, Matteo Rondi e Valentina Carrara ed è stata selezionata per realizzare un progetto di protagonismo giovanile all’interno del laboratorio dello Spazio Polaresco.

Per informazioni: croceepunto@gmail.com Qui di seguito il calendario degli incontri proposti.

– 23 marzo dalle 18: Bergamo, mind the city = Presentazioni ufficiali croce e punto si presenta e racconta il progetto Bergamo, mind the city;

– 6 aprile dalle 18: Spazio pubblico = Quartieri croce e punto parla con Associazione di Quartiere Quarenghi A2Q. L’identità di un quartiere cambia perché cambiano gli abitanti e i loro bisogni. E’ successo anche in via Quarenghi, dove però il senso di comunità è così forte da far nascere un’idea. Ossia Qui Pro Quarenghi, un progetto di comunicazione, integrazione e autopromozione.

– 4 maggio dalle 18: Spazio pubblico = Riuso croce e punto parla con Rosita Volani e Anastasia Cavina di Olinda Da 15 anni Olinda occupa i padiglioni dell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini a Milano. Non è più, come allora, un luogo di esclusione, ma uno spazio voluto dai cittadini e aperto alla città e un contenitore di storie, persone e relazioni che usa la creatività e la buona pratica del fare insieme.

– 15 giugno dalle 10: spazio pubblico = Itinerario urbano croce e punto passeggia con i fotografi del Circolo Fotografico Milanese. La fotografia fissa la città in un’istantanea, cogliendo le persone e le cose che la abitano e che sfuggono a chi semplicemente guarda per abitudine. Itinerario urbano per veri osservatori.

– 6 luglio dalle 18: spazio Pubblico = Città verde croce e punto parla con Gabriele Rinaldi, Orto Botanico di Bergamo. Il paesaggio di una città verde vive di un delicato equilibrio tra uomo e natura: la bellezza dei luoghi si alimenta tra opere di tutela e valorizzazione. Come la Valle d’Astino, dove un progetto dell’Orto botanico vuole riconnettere città e campagna, urbano e natura.

– 13 luglio dalle 10: spazio pubblico = Itinerario urbano croce e punto passeggia con Claudia Faraone, Università IUAV di Venezia. Itinerario urbano per imparare a leggere il paesaggio costruito e a riconoscere i segni tangibili della continua metamorfosi della città di Bergamo, nelle periferie così come nel centro. Una videocamera permetterà di osservare e poi raccontare tali trasformazioni.

Per avere ulteriori informazioni è possibile inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica croceepunto@gmail.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.