BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lotta al gioco d’azzardo “Ora basta, lo vietiamo nei borghi storici”

Il Comune di Bergamo rilancia nella lotta al gioco d'azzardo ed è pronto a portare in Consiglio una modifica al Pgt che vieterà l'ingresso di nuove attività con apparecchiature Vlt nei borghi storici e nel centro cittadino.

Più informazioni su

Il Comune di Bergamo non molla la presa nella lotta al gioco d’azzardo e rilancia con altre tre iniziative, la più importante delle quali è una proposta di variante urbanistica ai piani delle regole del Pgt (che arriverà in Consiglio probabilmente il 7 aprile) che introduce il divieto di inserire nuove attività con apparecchiature Vlt, le videolotterie, all’interno dei borghi storici e del centro.

La più recente, invece, è quella di sabato 22 marzo quando, dalle 9 alle 19.30, verrà allestito un gazebo comunale davanti a Palazzo Frizzoni per la raccolta firma a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare “Tutela della salute degli individui tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi con vincite in denaro-giochi d’azzardo”.

Un’iniziativa di carattere nazionale già sperimentata nel periodo natalizio, quando furono raccolte in un giorno oltre 500 firme, e che vede in prima linea l’assessore alle Attività produttive del Comune di Bergamo Enrica Foppa Pedretti ma che ha unito i rappresentanti di tutti gli schieramenti: “Abbiamo bisogno di 50mila firme – spiega Foppa Pedretti – e da quanto ci hanno fatto sapere tale soglia è raggiungibile nella giornata di sabato. È importante far sapere che anche i non residenti a Bergamo possono firmare e quindi auspico che ci sia un’elevata adesione, sfruttando magari anche la concomitanza con altre manifestazioni e l’area pedonalizzata del centro. Fa piacere, poi, scoprire che molti dei punti salienti della nostra legge di iniziativa popolare siano già all’attenzione dell’attuale governo che si sta muovendo in modo positivo su questo terreno”.

Sono cinque in particolare gli aspetti sui quali pone l’accento l’iniziativa: proteggere le categorie più fragili e favorire l’incontro dei giocatori con personale autorizzato a fornire sostegno e cura; assicurare ai sindaci maggiore potere decisionale in merito alla diffusione di apparecchiature Vlt; contrastare le infiltrazioni mafiose e l’evasione fiscale; definire e tracciare una “mappa” degli esercizi che propongono il gioco d’azzardo in qualsiasi forma; recuperare finanziamenti e risorse da investire nella ricerca, nella prevenzione e nella cura della patologia da gioco d’azzardo.

Ad affiancare il Comune in questa battaglia anche Federconsumatori e la Asl di Bergamo: se dall’associazione dei consumatori è arrivata la proposta, sostenuta dal Comune di Bergamo, dell’iniziativa “Allarme sul gioco d’azzardo”, la Asl di Bergamo continua nel suo percorso di informazione a contrasto della dipendenza da gioco d’azzardo, fornendo una visione professionale tanto dal punto di vista della prevenzione quanto da quello della successiva cura della patologia.

“Hanno entrambi un ruolo importantissimo – ha concluso l’assessore Foppa Pedretti – Federconsumatori per la credibilità che ha rispetto ai cittadini e la Asl per il sostegno professionale che è in grado di dare: sensibilizzazione e prevenzione dipendono molto da questi due attori”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rugsti

    Condivido e sottoscrivo. Il Comune fa e deve fare da APRIPISTA. E chi se no? L’ECO HA FATTO UNA PARTE NON DOVUTA E IMPORTANTE.

  2. Scritto da Nicola

    Bisognerebbe spendere soldi e tempo in cose più importanti. Se uno vuole gioca dove e come gli pare fate la guerra anche al lotto al gratta e vinci alle sigarette all’alcol al bingo alla tombola ecc. ecc.

    1. Scritto da A.Z.Bg

      Evidentemente ti piace rovinarti nei giochi e non vuoi che li si combatta, così come ti piace l’evasione fiscale delle società che li gestiscono e che hanno sedi off-shore(98 mld € scovati dalla gdf e dalla corte dei conti che lo stato non ha voluto incassare).Preferisci che la gente si rovini,chiedendo poi sussidi e carità agli altri ed alle istituzioni.Tutto denaro,tra l’altro, che non va nell’economia,ma nelle tasche delle varie mafie.BRAVO.

  3. Scritto da Simone

    Viste le previsioni dotate il gazebo di un riscaldamento. Baluba.

  4. Scritto da Marco

    Purtroppo nulla di tutto ciò sarà possibile.