BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Frana in Val Taleggio, lo Stato escluda gli interventi dal Patto”

La Lega Nord di Bergamo con il suo segretario provinciale Daniele Belotti prende posizione: “La frana a Taleggio è solo l’ultima di una lunga serie – sottolinea Belotti – e bene fa l’assessore regionale al Territorio Viviana Beccalossi a chiedere al Governo di escludere dal Patto di stabilità la materia del rischio idrogeologico e di rivedere lo stanziamento delle risorse statali che attualmente vanno per l’80% al Sud".

“Bambini costretti a fare 92 km per andare a scuola in Val Taleggio, imprese obbligate ad allestire dei furgoni navetta perchè gli autoarticolati non riescono a percorrere la strada in Val Serina, residenti bloccati per giorni interi per il rischio valanghe sulla provinciale in Alta Val Brembana e Val Seriana. Sono questi solo alcuni dei pesanti disagi che il patto di stabilità sta imponendo a tutti i cittadini, visto che gli enti locali e la Regione non possono utilizzare i fondi a loro disposizione per mettere in sicurezza il territorio da frane e valanghe”.

La Lega Nord di Bergamo con il suo segretario provinciale Daniele Belotti prende posizione: “La frana a Taleggio è solo l’ultima di una lunga serie – sottolinea Belotti – e bene fa l’assessore regionale al Territorio Viviana Beccalossi a chiedere al Governo di escludere dal Patto di stabilità la materia del rischio idrogeologico e di rivedere lo stanziamento delle risorse statali che attualmente vanno per l’80% al Sud e solo per il 20% al Nord e al Centro”. “Tra l’altro – precisa Belotti – al Sud il tasso di inefficienza e spreco nell’utiliizzo dei fondi pubblici è altissimo, mentre in Lombardia l’accordo di programma sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente nel 2010 e che ho avuto la fortuna di avviare quando ero assessore regionale al Territorio è stato completato nel migliore dei modi attivando tutte le 163 opere previste, di cui oltre due terzi già concluse o in corso e il restante in appalto”. “Renzi investe sulla ristrutturazione delle scuole? – dichiara il segretario provinciale – Bene, ma non basta: se per andare in una scuola bella i bambini devono percorrere decine di chilometri per una frana allora è tutto vano. Per qualsiasi sviluppo di un territorio è priotaria la sua messa in sicurezza e quindi Roma ci lasci usare i nostri soldi sbloccando il patto di stabilità per gli interventi di difesa del suolo. I miracoli non si possono fare anche se Regione e Provincia ce la stanno mettendo tutta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mario

    Teniamoci e usiamo i Nostri soldi,sbloccando il patto i stabilità, bsta soldi solo al Sud, abbiamo nel Nostro territorio Bergamasco interventi urgenti da fare, vedi Valli, senza paravalanghe, vedi strade rovinate, vedi, gallerie da fare, il tutto per combattere anche l’inquinamento, , Politici datevi da fare questi sono gli argomenti forza da portare avanti, , ma quest’ Europa unita cosa ci ha portato, questo Euro ci ha portato solo fame , miseria, e crisi