BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

M5S a Seriate, il candidato è il 30enne D’Occhio “Ripartiamo da zero”

Il Movimento 5 Stelle di Seriate ufficializza il nome del proprio candidato sindaco per le elezioni amministrative del 25 maggio. La scelta è ricaduta su Alvaro D'Occhio, 30 anni, dopo una votazione online degli iscritti. D'Occhio è laureando in OGI (Operatore Giuridico d'Impresa) ed è attivo in vari campi: viene infatti definito “ex-magazziniere, mezzofondista, arbitro di calcio, ottone nella banda comunale e organizzatore di eventi per ragazzi”.

Il Movimento 5 Stelle di Seriate ufficializza il nome del proprio candidato sindaco per le elezioni amministrative del 25 maggio. La scelta è ricaduta su Alvaro D’Occhio, 30 anni, dopo una votazione online degli iscritti. D’Occhio è laureando in OGI (Operatore Giuridico d’Impresa) ed è attivo in vari campi: viene infatti definito “ex-magazziniere, mezzofondista, arbitro di calcio, ottone nella banda comunale e organizzatore di eventi per ragazzi”. Il nome del candidato pentastellato si aggiunge a quelli di Cristian Vezzoli (Lega Nord) per la coalizione di centro-destra e di Stefania Pellicano per Pd e la civica "Sinistra per un’altra Seriate". Ancora incerto, invece, il candidato del Patto Civico, che, dopo la rottura con il PD per l’impossibilità di convergere su un nome comune, presenterà probabilmente un proprio candidato sindaco.

Attraverso un comunicato del Gruppo Stampa del Movimento 5 Stelle, Alvaro D’Occhio si presenta così: “Conseguita la maturità scientifica, ho scelto di entrare nel mondo del lavoro, perché ritengo che questo appuntamento oggi si verifichi in età troppo avanzata, vale a dire intorno ai trent’anni, quando cioè una persona ha già fatto scelte importanti sia dal punto di vista affettivo che personale. Spesso viene trascurato l’aspetto formativo del lavoro, che deve essere anche un’esperienza di crescita, e mi ero stancato di pesare sul bilancio familiare. D’altra parte, lavorare oggi in giovane età vuol dire soprattutto fare i conti con la precarietà e la crisi e per questo ho maturato il desiderio di rimettermi in gioco con l’Università. Mi piacerebbe fare il giornalista in ambito economico e giudiziario, perché ritengo il rispetto delle regole un valore irrinunciabile. Il Movimento 5 Stelle mi ha dato la possibilità di condividere con altri questa prospettiva. Infatti, confronto le mie idee, studi e competenze all’interno del Gruppo Legalità. Secondo me, le regole devono essere poche, chiare e inderogabili: quando ce ne sono troppe, e magari troppo complicate, è un problema. Se poi non vengono fatte rispettare, come in Italia, la situazione precipita e bisogna darsi da fare per cambiare le cose. Credo tocchi a noi giovani rimboccarsi le maniche per primi. Come tutti i componenti della nostra lista, sono alla mia prima esperienza politica, anche se l’ho sempre seguita con interesse. Per anni, ho pensato che bastassero la competenza o i titoli di studio per prendere le migliori decisioni a vantaggio dei cittadini. Le vicende degli ultimi vent’anni mi hanno però costretto a cambiare opinione: la classe dirigente, senza il controllo e la partecipazione di tutti, si trasforma in casta. L’unico modo per cambiare questo perdurante stato di cose è l’impegno diretto in politica del maggior numero di persone possibile e, quando Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle hanno aperto questa possibilità storica, per me è stato naturale entrare a farne parte, con l’obiettivo di giocarmi in prima persona per la mia città: Seriate è una realtà con persone incredibili, gente che lavora e investe nel futuro tutti i giorni ma che trova lo stesso il tempo e le risorse per dedicarsi agli altri. Purtroppo, queste energie straordinarie non vengono attualmente valorizzate. La città è poco vivibile, soffocata dal traffico e dalle miopi scelte pianificatorie degli ultimi anni. Gli spazi di vita sono limitati e di scarsa qualità, il che genera, tra le altre cose, evidenti problemi di sicurezza e la cronaca purtroppo ce ne rende troppo spesso testimonianza. La prima cosa su cui, come sindaco, mi concentrerei è cambiare radicalmente l’atteggiamento di chiusura dell’amministrazione nei confronti della cittadinanza, sia a livello di elaborazione delle iniziative, sia nella modalità in cui vengono prese le decisioni. Lo abbiamo visto sia per le grandi questioni, come ad esempio la redazione del PGT, sia per le piccole, vedasi il rifiuto categorico di fronte alla nostra richiesta semplicissima di trasmettere in diretta streaming o in differita le sedute del Consiglio. Il nostro obiettivo è un confronto serrato con i cittadini, perché a giugno Seriate possa ripartire da zero.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario

    Non basta il consenso che vi piove addosso ci vogliono conoscenze tecnico amministrative e programmi credibili, i cittadini vogliono avere dal comune servizi e gestione corretta .Seriate é in linea con tutti gli indicatori positivi e da ultimo gli uscenti sono strafavoriti.Quindi al lavoro in bocca al lupo e massima stima per chi ci mette la faccia e il tempoCi sono troppi commissari tecnici nel m5s, complimenti a chi ci sta provando per un posto in consiglio comunale da 19 euri ogni due mesi

  2. Scritto da mario

    visto che si parla di coinvolgere i cittadini
    parliamo di inquinamento,
    io chiedo ad Alvaro, se sarai sindaco,
    facciamola finita con tutto questo smog
    mettiamo un bel senso unico su via C Cerioli
    NON SE NE PUO’ PIU’
    troppo inquinamento e rischio sicurezza
    velocità non rispettate anche con i dossi.
    incrocio con ponte “passerella” pericoloso
    speriamo !!!

  3. Scritto da doge

    se sarà sindaco lo terremo d ‘occhio…….

  4. Scritto da Bob Geldof

    .. ma come proverà a cambiare la Città il candidato sindaco? si rende conto che amministrare una città di 25.000 abitanti non è la stessa cosa che giocare a Pokèmon?

    1. Scritto da Ryu Hoshi

      Abbiamo politici che corrompono, vanno a minorenni, si fanno rimborsare un caffè anche se guadagnano 15k€ al mese e chissà cos’altro che noi non sappiamo e tu ti lamenti di uno che gioca a Pokémon? Per me può giocare a quello che vuole, questo non influisce sulle sue capacità di amministratore. Io per poterlo giudicare aspetto almeno di sentirlo parlare.

      E per favore, non usare il nome del grande Bob a sproposito!

      1. Scritto da Bob Geldof

        io non mi lamento Ryu di quello che uno può fare nel privato, piuttosto mi chiedo se abbia davvero cognizione di cosa vuol dire amministrare una città oggi con tutti i risvolti che ciò comporta (sociali, economici, ambientali, etc). Aspetto con interesse il programma elettorale per sapere come intenderà attuarlo e dove individuerà le risorse per farlo.. Per il mio nome stìa sereno che per ora ho la libertà di sceglierlo e utilizzarlo come voglio, senza alcuna consultazione on line.

  5. Scritto da planets

    un consiglio dal m5s di treviolo, evitate inutili polemiche con i sostenitori delle passate amministrazioni e dei vecchi partiti, lasciate che siano i loro risultati a parlare , è evidente la grave responsabilità del devasto ambientale e del degrado sociale. I nostri sostenitori sono anche i delusi e i traditi dai vecchi partiti, perchè hanno capito le nostre vere intenzioni: ridare voce e speranze ai cittadini, coinvolgendoli attivamente al cambiamento, buona fortuna

  6. Scritto da marco

    su una cosa siamo d’accordo:mandare a casa la lega e forza italia,tutti democristiani.la lega c’haveva provato a fare il cambiamento ma poi e’ avvenuta l’invasione democristiana e per la lega e’ stata la fine.havete ragione su una cosa del sindaco della lega che si era candidato alla guida di seriate 5 anni fa’ non gli e’ mai fregato niente di seriate tant’e che l’offerta allettante della regione mica l’ha rifiutata(mi pare che non e’ neanche bergamasca,neanche padana,arriva dalla bassa

  7. Scritto da candidati

    credo che gli altri candidati lo debbano tenere d’occhio.

  8. Scritto da Mattew

    una boccata di ossigeno per questa triste città!!!! forza 5 stellle

  9. Scritto da EZIO

    ALVARO VINCI TU. COME HAI DETTO IL MONDO è DEI GIOVANI, I VECCHI LO HANNO RIDOTTO COSI’. ANCHE DIO SI è AFFIDATO A DEI GIOVANISSIMI GIUSEPPE E MARIA, SAPEVA CHE CI SI POTEVA FIDARE. IN BOCCA AL LUPO

  10. Scritto da mary03

    Attivi sul territorio da due anni… Il M5S non vuole poltrone, Federico, ma trasparenza, idee nuove e coinvolgimento dei cittadini!

    1. Scritto da Fabio

      Ma dove attivi? esserci sul territorio è diverso che essere presenti in consiglio a prendere appunti. Dove eravate per il PGT? dove eravate per la questione sicurezza? e per tutto i disatri fatti? vi hanno dato assist da sfruttare e voi zitti. Ho guardato speranzoso i vostri siti su Seriate in quest’ultimo anno,mai una parola sulla nostra città a parte ovvietà, solo critiche e post su questioni nazionali…mai un contatto reale con i cittadini, mai un dialogo..

      1. Scritto da mary03

        Questo è quello che vuoi far vedere tu. Non è presente solo ai consigli comunali, il dialogo e il contatto “reale” come dici tu con i cittadini non è solo in rete, ma bensì di persona; questo c’è da sempre, il M5S è aperto a tutti

        1. Scritto da Fabio

          Ma scusa cosa vuol dire il M5S è aperto a tutti? siamo noi che dobbiamo venire a cercarvi? a bussare al vostro circolo dove vi trovate? ad iscriverci al vostro sito per avere le news? a cercarvi al gazebo in giro per la città?? Io sono un seriatese impegnato da anni nelle associazioni di volontariato e culturali, sono impegnato in parrocchia e all’oratorio, partecipo alla vita politica e culturale della città e non ho mai visto andare VOI a parlare alla gente… MAI.

          1. Scritto da Piero

            Scusi Fabio, non si chiede se per caso tutte le realtà che lei frequenta non siano per caso tutte corresponsabili e “colluse” (virgolettato) tra loro nell’aver prodotto la società malata e in crisi che abbiamo? In fondo i grillini non hanno mai governato e non c’è da imputargli nulla se abbiamo un’Italia così! Parlare alla gente di cosa? Di regali (fittizi) da 80 euro al mese?

          2. Scritto da Lucio

            Hai perfettamente ragione. Ho amici a Seriate e a quanto mi dicono il candidato sindaco non sanno neppure chi sia e il movimento e’ in mano a due/tre persone che fanno il bello e il cattivo tempo. Addirittura cacciando via chi ha creato questo gruppo.

          3. Scritto da spyke 5 stelle

            Le hanno raccontato delle sciocchezze. Nessuno MAI a Bergamo e in provincia è stato cacciato. Ci sono state discussioni, la persona ha scelto di non presentarsi più.

          4. Scritto da ipocrisia

            forse. .. caro Fabio fai parte di una delle altre 2 liste in lizza? … Le chiacchiere stanno a zero!

  11. Scritto da spyke 5 stelle

    Vai Alvaro!!!

  12. Scritto da federico

    Direi restiamo a zero. mai visti, mai sentiti. Ora candidati alla ricerca di autore (o meglio di poltrona), se questo è un modo serio di fare politica!

    1. Scritto da Silvia

      Siamo sul territorio da più di due anni. Facciamo banchetti e iniziative aperte al pubblico sui Rifiuti Zero. Ci riuniamo molte volte alla settimana e siamo sempre presenti ai consigli comunali e molte altre cose. Noi siamo attivi e tu??????

    2. Scritto da peter

      Anch’io non vado mai ai Consigli Comunali e scappo il we!!!