BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lombardia Expo Tour da domenica a Bergamo Terzi: ‘Batteremo Brescia’

Continua il “Lombardia Expo Tour” che, per la seconda tappa, approderà a Bergamo domenica 23 marzo con un programma ricco di eventi gestito in collaborazione tra Regione Lombardia e Coldiretti. Ospite della giornata sarà anche il neo-ministro Maurizio Martina. L'assessore regionale all'Ambiente Claudia Maria Terzi: “Fare meglio di Brescia”.

Più informazioni su

Alla Ster di Bergamo, sede territoriale di regione Lombardia, è stato presentato il programma della tappa bergamasca del “Lombardia Expo Tour” prevista per domenica 23 marzo. Alla presentazione, presieduta da Fabrizio Sala sottosegretario di Regione Lombardia con delega a Expo 2015, ha preso parte anche l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudio Maria Terzi.

È proprio quest’ultima, bergamasca d’origine, a ricordare che l’Expo di Milano 2015 non sarà occasione solo per la città capoluogo di regione. Infatti, spetterà alle altre città, Bergamo in prima fila, sfruttare la visibilità garantita dall’evento perché come spiega l’assessore Terzi: "Sarà un’occasione anche per gli imprenditori, non solo agricoli che potranno cogliere le opportunità offerte dall’Esposizione Universale".

E continua ancora l’assessore Terzi "la tappa di Bergamo del Lombardia Expo Tour testimonia due elementi importanti: la grande attenzione che la giunta guidata dal presidente Maroni dedica al territorio e la scelta di Bergamo come secondo momento di promozione dell’Esposizione Universale del 2015, un’iniziativa fondamentale per far conoscere Expo non solo ai lombardi ma anche ai cittadini orobici".

L’obiettivo è cercare di migliorare il successo avuto nella prima tappa bresciana: "Con un po’ di campanilismo e soprattutto con tanto orgoglio lombardo – ha aggiunto la Terzi – sono convinta che a Bergamo bisseremo e anzi supereremo lo straordinario successo di partecipazione e di pubblico già riscontrato a Brescia, prima tappa del Lombardia Expo Tour : la nostra provincia comprende aree pianeggianti, straordinarie ricchezze artistiche e culturali, e le montagne con paesaggi di suggestiva bellezza".

L’obbiettivo è proprio quello di portare il maggior numero di persone a conoscenza dei temi essenziali di Expo 2015. Infatti, come aggiunge l‘assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava nel corso della presentazione: "Se i Lombardi avranno capito cosa sarà Expo 2015, allora potremo dire che l’evento avrà sicuramente grande successo. Tocca a noi spiegarlo".

Il “Lombardia Expo Tour” ha il compito di portare i temi, dell’evento in programma il prossimo anno a Milano, in giro per le città lombarde. Alla tappa di Bergamo seguiranno infatti una tappa a Pavia e una di Milano. La parola d’ordine è, pertanto, ripetere il successo riscontrato nella prima tappa di Brescia. L’assessore Gianni Fava infatti ricorda che "nella prima tappa il format ha dimostrato tutto il suo successo. A Brescia abbiamo riscontrato interesse sia per l’evento convegnistico che per il mercatino allestito da Coldiretti. Vogliamo ripetere questa esperienza per andare incontro a un’esigenza, la diffusione della conoscenza di Expo. In realtà la gente cerca sempre più di capire e noi per primi dobbiamo renderci conto dell’occasione irripetibile che Expo rappresenta per la Lombardia. Un evento politico, in cui avremo la possibilità di incidere sulle politiche dell’agroalimentare e del territorio con una modalità mai vista prima".

E continua ancora l’assessore Fava: "Oltre 140 Paesi saranno rappresentati ai massimi livelli istituzionali: per noi sarà un’occasione unica, per affrontare i temi della filiera agricola lombarda, la più importante a livello europeo".

E così per tutta la giornata di domenica, in piazza Dante a Bergamo, saranno allestiti dei banchetti di Coldiretti che avranno il compito di mostrare i dodici prodotti D.O.P. made in Bergamo che come ricorda Gianfranco Drigo di Coldiretti-Bergamo vanno difesi e tutelati fin dalla produzione. Ci sarà inoltre un momento di approfondimento, con il procuratore antimafia Giancarlo Caselli, che sarà dedicato al tema della presenza della criminalità organizzata nella filiera agroalimentare. Fenomeno che ha ricordato Gianni Fava è "sempre più evidente in alcune regioni del Paese dove i tentativi delle mafie di mettere le mani anche su questo comparto sono sempre più opprimenti".

Ma la legalità ha anche altre battaglie da combattere, come ricorda Ettore Prandini, presidente lombardo di Coldiretti: "La battaglia per la legalità e la sicurezza alimentare è fondamentale e strategica per l’Italia considerato che il valore dei falsi prodotti “made in Italy” ammonta a 60 miliardi di euro a livello mondiale. Per questo occorre tutelare i prodotti dei territori, il valore delle aziende agricole e la nostra economia. Questo sarà il messaggio del nostro mercato agricolo in piazza Dante a Bergamo".

Di questo e di altri argomenti si parlerà quindi domenica mattina al convegno che come ricorda l’assessore Gianni Fava sarà l’occasione: “per il neo ministro alle Politiche agricole Martina di confrontarsi. Sarà un momento chiave, il dibattito, attorno a cui sviluppare le nostre battaglie, in attesa di portarle su quel palcoscenico formidabile che sarà Expo: dalla tutela dei marchi in giro per il mondo alla difesa del nostro agroalimentare. Più i Lombardi avranno capito cosa sarà l’evento espositivo, più potremo dire che Expo avrà registrato un grande successo".

L’evento si chiuderà, come spiegato dall’assessore alla cultura Cristina Cappellini, alle 20.30 alla sala Oggioni del Centro Congressi Giovanni XXIII con un concerto di Davide Van de Sfroos. Ospiti sul palcoscenico anche il gruppo orobico “Piccola Orchestra Karasciò”, il gruppo genovese “Ila & the Happy Trees” e il cantante bergamasco “Il Bepi”.

Matteo Azzola

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.