BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il rabbino David Sciunnach al Centro San Bartolomeo per il “giusto” Girotti

Mercoledì 19 marzo alle 21 al Centro Culturale San Bartolomeo, accanto alla chiesa dei Santi Bartolomeo e Stefano in Largo Belotti, 1 a Bergamo, si svolgerà l’ultima la conferenza del ciclo de “I Lunedì di San Bartolomeo”. All'incontro interverrà il rabbino Rav David Sciunnach, assistente del Rabbino Capo di Milano Rav Alfonso Pedazur Arbib e Rabbino di riferimento della Comunità Ebraica di Parma dal giugno 2012.

Più informazioni su

Mercoledì 19 marzo alle 21 al Centro Culturale San Bartolomeo, accanto alla chiesa dei Santi Bartolomeo e Stefano in Largo Belotti, 1 a Bergamo, si svolgerà l’ultima la conferenza del ciclo de “I Lunedì di San Bartolomeo”. All’incontro interverrà il rabbino Rav David Sciunnach, assistente del Rabbino Capo di Milano Rav Alfonso Pedazur Arbib e Rabbino di riferimento della Comunità Ebraica di Parma dal giugno 2012 che tratterà il tema "Come si ottiene il titolo “santo” nell’ebraismo".

L’appuntamento, oltre ad inserirsi nella programmazione culturale del Centro, è parte del cammino che la comunità sta compiendo verso la beatificazione di Padre Giuseppe Girotti O.P., che si terrà il 26 aprile nel Duomo di Alba, in provincia di Cuneo, la cui vita è stata fortemente legata alla storia della comunità ebraica.

IL PROFILO DI PADRE GIROTTI 

Padre Giuseppe Girotti è un martire. Nato ad Alba, il 19 luglio 1905, nel 1923 diventa religioso dell’Ordine dei Predicatori (Domenicani). Studioso della Sacra Scrittura, esercita il ministero anche tra gente povera ed umile. Durante la guerra aiuta in particolare ebrei perseguitati per le leggi razziali. Arrestato il 29 agosto 1944 fu deportato nel lager di Dachau, in Germania, dove muore il 1° aprile 1945. Nel 1995 è dichiarato Giusto tra le Nazioni per aver salvato tanti ebrei perseguitati. Per una biografia più approfondita e per maggiori informazioni, consultare il sito: www.padregirotti.it. Quindi, Padre Girotti, esempio di carità, ha aiutato e salvato tanti “nostri fratelli maggiori”1 e come milioni di loro, ha purtroppo concluso la sua vita tragicamente in un campo di concentramento. Alla luce di tutto ciò, ecco che la conferenza del Rabbino Rav David Sciunnach, oltre ad avere grande importanza culturale, assume un valore intenso, ricco di significato e diventa incontro tra due fedi.

L’INCONTRO CON IL RABBINO SCIUNNACH

«Siamo lieti che il rabbino RAV David Sciunnach abbia accolto il nostro invito», afferma padre Igor Barbini, priore dei domenicani di Bergamo e direttore del Centro Culturale San Bartolomeo. «Padre Girotti – continua padre Barbini che spiega il legame importante tra il padre predicatore e la comunità ebraica – è stato un sacerdote domenicano che ha esercitato il ministero della predicazione nell’insegnamento della Sacra Scrittura nell’Ordine Domenicano e fuori di esso a Torino.

Questo è stato a lui possibile grazie agli studi biblici compiuti in Italia, ma soprattutto presso l’école biblique di Gerusalemme dove ha maturato un amore sincero per il popolo dell’alleanza, delle promesse divine, il popolo ebreo. Un amore che egli, ci raccontano i testimoni delle sue lezioni bibliche, con zelo passava in ogni occasione con la speranza di contagiare. Un amore vero, non solamente teorico, ce lo dice l’aiuto concreto che egli diede agli ebrei in tempo di guerra a Torino dove risiedeva, provvedendo ad essi e alle loro necessità, ma soprattutto salvandoli dalla cattura, questo lo ha portato ad essere controllato, spiato e infine trovato “colpevole” di agire tutto per carità e non obbediente a quelle terribili leggi nazi-fasciste. Assieme ad altri sacerdoti fu deportato a Dachau nel lager dove morì, martire».

La conferenza è ad ingresso libero.

INFO:

Segreteria C.C.S.B. Largo Belotti, 1 – 24121 Bergamo

tel. (+39) 035 242.705

ccsb@domenicanibg.it

www.facebook.com/centroculturalesanbartolomeo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.