BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Jazz Movie in Auditorium La musica di Johnny Mandel e Miles Davis per due noir

Il jazz incontra il cinema. Martedì 18 (Ascensore per il patibolo) del francese Louis Malle e la musica di Miles Davis e mercoledì 19 marzo I Want To Live (Non voglio morire) di Robert Wise. La colonna sonora è firmata da Johnny Mandel.

Più informazioni su

Mentre cresce l’attesa per i concerti al Teatro Sociale (giovedì 20 con i Bad Plus) e al Teatro Donizetti (da venerdì 21 a domenica 23), la XXXVI edizione di “Bergamo Jazz” getta un significativo sguardo sui legami fra jazz e cinema con Jazz Movie, ormai tradizionale rassegna di film organizzata in collaborazione con Lab 80.

La serie di proiezioni, fortemente voluta da Enrico Rava, Direttore Artistico di “Bergamo Jazz”, si svolgerà nelle serate di martedì 18 e mercoledì 19 marzo all’Auditorium di Piazza della Liberta (inizio proiezioni ore 21; ingresso 5 Euro; 4 Euro per Soci LAB 80, abbonati Bergamo Film Meeting e Bergamo Jazz, soci Jazz Club Bergamo e Druso Circus).  

Martedì 18 marzo è in programma uno dei film che rappresenta uno dei più riusciti incontri fra jazz e cinema: Ascenseur pour l’échafaud (Ascensore per il patibolo) del francese Louis Malle (1957, 90’). Miles Davis e il suo quintetto (con Barney Wilen al sax tenore, René Utreger al pianoforte, Pierre Michelot al contrabbasso e Kenny Clarke alla batteria) ne concepirono la colonna sonora suonando mentre scorrevano le immagini del film. Ascenseur pour l’échafaudsegnò l’esordio di Louis Malle: un film noir in cui più che l’azione, pur molto tesa, contano l’atmosfera e l’analisi dei sentimenti. Da antologia la camminata nella notte parigina di Jeanne Moreau, interprete del film insieme a Maurice Ronet, Lino Ventura, Georges Poujouly e Yori Bertin. 

Mercoledì 19 sarà quindi la volta di I Want To Live (Non voglio morire) di Robert Wise (1958, 121’). Il film racconta la storia della vita e dell’esecuzione di Barbara Graham (interpretata da Susan Hayward, che ottenne l’Oscar come miglior attrice protagonista), una prostituta accusata di un delitto passionale non commesso e condannata a morte.  “Wise ha diretto con la forza scarna e severa delle sue opere migliori, facendo parlare i fatti senza forzarli negli schemi di una tesi precostituita”, ha scritto Morando Morandini. La colonna sonora è firmata da Johnny Mandel e fu realizzata con l’ausilio di illustri esponenti del jazz californiano quali  Gerry Mulligan (sax baritono), Bud Shank (sax alto, flauto), Red Mitchell (contrabbasso) e Shelly Manne (batteria).    

Info al sito Internet: www.teatrodonizetti.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.