BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Virtus Co.Mark il big-match: Imola va ko 56-54

Una partita vibrante e un finale entusiasmante consegnano ai Virtussini il primo posto solitario in classifica (e un importante 2-0 negli scontri diretti con Imola) a quattro giornate dalla fine della regular season.

Esce tra gli applausi dei quasi cento tifosi bergamaschi giunti in Romagna la Co.Mark Virtus Bergamo, che espugna il PalaRuggi nel big match della 9’giornata di ritorno.

Una partita vibrante e un finale entusiasmante consegnano ai Virtussini il primo posto solitario in classifica (e un importante 2-0 negli scontri diretti con Imola) a quattro giornate dalla fine della regular season.

Pieri, Sabbatani, Grillini, Porcellini e Massari i cinque designati da coach Solaroli a inizio gara, con la Co.Mark che risponde con Bernardi, Zanelli, Mercante, Beretta e Masper. La particolare attenzione posta in settimana sulla gestione del primo quarto porta i suoi frutti: i NeroBiancoRossi partono a spron battuto, difendendo a memoria sui giochi gialloneri e trovando con continuità la via del canestro. Le quattro triple in serie di Bernardi, Mercante e Zanelli danno il primo importante break del match, portando gli ospiti avanti 20-8 alla sirena del primo quarto. Imola non ci tiene a far da comparsa e sospinta dal proprio pubblico aumenta intensità in difesa e attenzione in attacco. Uno scatenato Corazza (8 punti per lui nel secondo quarto) guida i padroni di casa, che nei primi minuti del secondo quarto danno vita a un parziale di 12-2, riequilibrando di fatto il match. Masper prima e un super Perdon poi ne mettono quattro a testa nel finale di quarto, permettendo così di chiudere la frazione avanti 30-24. Bagarre sempre più accesa nel terzo quarto, con gli imolesi che cercano di ricucire con Massari e Guglielmo e con i bergamaschi che rintuzzano qualsiasi tentativo di riavvicinamento con i canestri di Bernardi e di un ispirato Beretta. Dopo un primo tempo difficile, entra in partita anche il top scorer giallonero Porcellini, fino a quel momento contenuto meravigliosamente dalla difesa orobica. Il 46-42 Co.Mark con cui si apre l’ultimo quarto rende perfettamente l’idea di come la partita si giochi sul filo dell’equilibrio, con le rispettive difese che spesso hanno la meglio sugli attacchi. Prova a scappare la Virtus sul 52-45 al 5’ grazie alle iniziative di Mercante e Masper, ma proprio il lungo orobico è costretto poco dopo a lasciare il campo per quarto e quinto fallo fischiati in rapida successione. Imola ci crede, il PalaRuggi è ormai una bolgia e i canestri di Porcellini e dello specialista dei finali di partita Francesconi riportano a -2 i gialloneri a un minuto dalla fine (50-52). Zanelli e Mercante fanno entrambi uno su due dalla lunetta, mentre Francesconi fa 4\4 dalla linea della carità e impatta sul 54-54 a 11 secondi dal temine. L’ultimo possesso orobico è nelle mani di Jacopo Mercante, che punta con decisione il ferro realizzando il canestro decisivo a 0.6 decimi dalla sirena, nel tripudio dei sostenitori bergamaschi al seguito e posizionati proprio dietro la panchina Virtus.

Duro, equilibrato, emozionante: è stato presentato così e non ha deluso le aspettative il big match del girone B della DNC 2013-2014. Imola e Bergamo si salutano in mezzo al campo dopo aver dato vita a un’epica battaglia.

Ecco le parole di coach Michele Pasqua: "Torniamo a casa con due punti che ci danno evidentemente grandissima soddisfazione. Imola non perdeva in casa dal girone di andata contro Milano3, davvero tante partite. E’ stata un partita dura, corretta ma anche nervosa: possiamo ascrivere a nostro merito due cose soprattutto, l’aver iniziato in maniera molto determinata, sorprendendo i nostri avversari, e l’aver saputo elevare la qualità della nostra difesa nel quarto quarto e nei momenti decisivi".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.