BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Solitudine e integrazione a ‘La principessa d’Egitto’ va il Bergamo Film Meeting fotogallery

Primo classificato il film finlandese "La principessa d'Egitto" di Jan Forsstrom, secondo l'inglese "Leave to Remain" di Bruce Goodison, terza la produzione olandese "Wolf" di Jim Tahiuttu. Il verdetto del pubblico è netto: interessano e vengono premiati i temi forti, in primis la solitudine presente in tutti i film sul podio, e l'integrazione degli immigrati.

di Paola Suardi

Primo classificato il film finlandese "La principessa d’Egitto" di Jan Forsstrom, secondo l’inglese "Leave to Remain" di Bruce Goodison, terza la produzione olandese "Wolf" di Jim Tahiuttu.

Il verdetto del pubblico è netto: interessano e vengono premiati i temi forti, in primis la solitudine presente in tutti i film sul podio, e l’integrazione degli immigrati, tema preponderante in "Leave to Remain", sullo sfondo in "Wolf" ma presente anche in "La Principessa d’Egitto".

Il pubblico dà un segnale ulteriore: questi temi vanno trattati in modo impegnato e senza vene comiche. Per questo probabilmente "Yam Dam" – che pure affronta il tema dell’immigrazione, della solidarietà, della solitudine di chi lascia il proprio paese e della solitudine di chi vive un’esistenza senza passione – resta fuori dalla tripletta dei vincitori.

Anche quella dei protagonisti di "La dune" non è il genere di solitudine che conquista, troppo privata e troppo poco sociale probabilmente.

Peccato, il film ci era parso il più raffinato come regia, ma del resto "La dune" aveva già vinto un premio ed è positivo mettere in luce e riconoscere anche altri talenti.

Dopo nove giorni di programmazione e ben 129 film, la magnifica full immersion proposta dal Bergamo Film Meeting si chiude domani, passando il testimone -sempre con due film- a Bergamo Jazz.

Arrivederci al 2015 con la 33esima edizione del BFM dal 7 al 15 marzo.

IL VERDETTO

Silmäterä – The Princess of Egypt – La principessa d’Egitto si aggiudica, quindi, il Premio Bergamo Film Meeting – Banca Popolare di Bergamo, assegnato dal pubblico di Bergamo Film Meeting.

Un riconoscimento economico di 5.000 euro che vuole essere un aiuto concreto alle produzioni che investono nei giovani autori, oltre che un apprezzamento verso il cinema di qualità.

I PREMI

I premi assegnati dal pubblico di Bergamo Film Meeting sono:

Primo premio Bergamo Film Meeting – Banca Popolare di Bergamo Silmäterä – The Princess of Egypt – La principessa d’Egitto di Jan Forsström, Finlandia 2013, 89’

Secondo premio Bergamo Film Meeting "Leave to Remain – Permesso di soggiorno di Bruce Goodison, Gran Bretagna 2013, 89’

Terzo premio Bergamo Film Meeting  Wolf – Lupo di Jim Taihuttu, Olanda 2013, 122’

IL BILANCIO

Il Festival dopo 9 giorni di programmazione, 129 film suddivisi tra MOSTRA CONCORSO; VISTI DA VICINO, sezione dedicata al documentario; l’omaggio all’attore britannico DIRK BOGARDE; MA PAPÀ TI MANDA SOLA?, viaggio nella screwball comedy dagli anni ’30 agli anni ’60; EUROPA: FEMMINILE, SINGOLARE, rassegna che ha messo in luce le opere di tre autrici tra le più rappresentative del cinema europeo, presentando la filmografia completa di Sólveig Anspach, Antonietta De Lillo, Jessica Hausner, oltre ad una selezione di cortometraggi di giovani registe delle scuole di cinema europee; e ancora, la personale su PIERRE-LUC GRANJON, regista francese di film d’animazione, illustratore e modellatore, a cui è anche dedicata una mostra con i suoi disegni, scenografie e sculture, visitabile fino al 30 marzo presso la Sala alla Porta Sant’Agostino; l’inaugurazione di BERGAMO JAZZ, insieme ad anteprime, cult movie, classici restaurati, incontri con gli autori, aperitivi e tante sorprese, ha chiuso la 32a edizione tra gli applausi del pubblico.

L’appuntamento per la 33a edizione edizione è dal 7 al 15 marzo 2015.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da arpaleni

    avendoli visti tutti, eccezion fatta x leave to remain, ritengo che il giudizio dato dal pubblico abbia premiato il tema trattato piùttosto
    che: regia, recitazione, sceneggiatura, fotografia, colonna sonora
    Per altro chiamare film quelli dati in prima serata mi sembra una
    esagerazione, eccezion fatta per Wolf. Decisamente meglio (e qui possiamo parlare di film) quelli dati in seconda serata.

    1. Scritto da fi

      se è questo il quadro – io non ho visto, metto in chiaro – è proprio un bel bilancio. Capitale della cultura…ciao ciao