BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Casapound a Curno, il sindaco Serra in piazza: “Manifestazioni incivili”

Casapound torna in piazza a Curno dopo lo stop imposto dall'amministrazione comunale lo scorso 2 marzo. Il sindaco Perlita Serra decise di revocare l'autorizzazione rilasciata dalla polizia locale per motivi di ordine pubblico. Il movimento di estrema destra è tornato alla carica e questa volta ha avuto tutti i via libera. Alcuni esponenti bergamaschi saranno in piazza domenica 16 marzo dalle 13 alle 19. Per rispondere in maniera civile al presidio, il sindaco decide di scendere in piazza.

Casapound torna in piazza a Curno dopo lo stop imposto dall’amministrazione comunale lo scorso 2 marzo. Il sindaco Perlita Serra decise di revocare l’autorizzazione rilasciata dalla polizia locale per motivi di ordine pubblico. Il movimento di estrema destra è tornato alla carica e questa volta ha avuto tutti i via libera. Alcuni esponenti bergamaschi saranno in piazza domenica 16 marzo dalle 13 alle 19. Per rispondere in maniera civile al presidio, il sindaco decide di scendere in piazza. 

Ecco l’invito del primo cittadino

Il gazebo di Casa Pound a Curno sarà domenica 16 dalle 13 alle 19. Come gruppo consiliare abbiamo deciso di NON montare un gazebo alternativo, ma di essere numerosi in piazza, in modo informale a chiacchierare, raccontare, mangiare il gelato,… Credo che una piazza abitata da persone perbene sia un buon segnale di civiltà e un deterrente per manifestazioni incivili. Io sarò presente dalle 13 alle 19, mi auguro che voi (e i vostri amici, parenti, benefattori…) vorrete passare da Curno.

Grazie per la collaborazione

Perlita

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giulio

    Il sindaco Serra con il suo gruppo in campagna elettorale proclamò:
    “Un nuovo inizio, una nuova alba per Curno” e “Per un paese
    in cui sia bello vivere”. Dichiarazioni al pari di un semi-dio nel tentativo di promettere un nuovo paradiso ai curnensi, dimenticando di specificare che era per solo quelli a loro immagine e somiglianza cioè gli eletti i superiori del Monte Olimpo. Per il popolino e i non allineati…. c’è tempo

  2. Scritto da Malgher

    Spesso si marchia qualcuno di “ideologia” nel nome di un’altra “ideologia”.
    “Non condivido le tue idee ma mi batterò fino alla morte affinché tu possa esprimerle” (François-Marie Arouet, più noto come Voltaire).

    1. Scritto da gio.fatto

      scrive il poeta: “mi sono rotto il cazzo che non sono d’accordo con te, ma morirei affinché tu possa dire la tua stronzata. Che poi i fascisti sono giovani che amano la politica, i comunisti prendono a modello Cristo, mentre i preti contestualizzano bestemmie. Mi sono rotto il cazzo di nazisti con il culto del corpo che diventano campioni di greco-romana, e poi fanno gli auguri ai ragazzini, di notte in 5 contro 1”.

    2. Scritto da Aristide

      Questa frase, in realtà, pur rispecchiando il punto di vista di Voltaire sulla tolleranza, non è mai stata pronunciata da Voltaire. Fece la sua apparizione in un libro stampato nel 1906, presentata come citazione di una lettera di Voltaire. L’autore in seguito chiese scusa per quelle virgolette: la frase era una sua libera interpretazione. Si veda ‘Voltaire contro il pensiero unico’ in http://nusquamia.wordpress.com/2014/02/27/aria-di-elezioni/#comment-6420

  3. Scritto da Urbano

    Esimio Massimo.
    Troppo facile adesso nascondere la manina dopo aver lanciato il sasso. Hanno fatto di tutto per screditare, quella che sarebbe dovuta passare quasi inosservata, la decisione di allestire un gazebo, ma l’amministrazione che fa?, anziché gettare acqua sul fuoco fanno i proclami anti pound e provocano con la loro presenza di proposito. Era abbastanza far circolare qualche agente di polizia e nulla più. Amministrare non è facile ma l’inidoneità della sindachessa è gigantesca.

  4. Scritto da Massimo Conti

    Ma di che parliamo?
    Il Sindaco Serra esposto ieri sera la vicenda in consiglio comunale e ha deciso di essere in piazza domenica anche per impedire degenerazioni.Ha chiesto semplicemente ai consiglieri e ai cittadini che lo vogliono, di stare in piazza stop.
    SONO SICURO che a nessuno, di qualsivoglia tendenza politica, voglia far degenerare il pomeriggio.
    Rileggetevi le parole del sindaco, sono chiarissime.
    I male intenzionati è meglio che vadano a farsi una gita che è previto bel tempo.

    1. Scritto da antico

      I maleintenzionati e chi vuole far degenerare il pomeriggio si faranno una gita a Curno, chiamati dalla Sindachessa dal pensiero giusto! Bisogna che qualcuno si prenda la briga di spiegare alla Sindachessa che il periodo degli anni ’70 è finito, le ideologie sono implose e le persone vogliono fatti, umiltà, riflessioni logiche e buon senso! Se la Serra pensa di avere qualcuna di queste caratteristiche, che le dimostri!!

      1. Scritto da Indignato orobico

        Vieni a Curno a vedere se gli anni ’70 non li reintegriamo subito. Anche dopo il 2000 i nazi-fascisti rimangono comunque le schifezze umane che erano negli anni ’30/40 o 60/70. La storia vi ha cancellato, siete morti che camminano, solo che non lo avete ancora capito.

  5. Scritto da Micalef Rainero

    Siamo nel 2014 ,ma si assiste ancora ad una strumentalizzazione da parte di certi pseudopolitici. Cara sindaco, le vorrei ricordare che Casa Pound fino ad oggi non ha mai creato problemi in alcun comune d’Italia, si informi prima di dare aria alla bocca. Le sue esternazioni a livello stampa creeranno quelle tensioni da lei temute e se ci saranno problemi con l’estrema sinistra ,che per colpa sua sicuramente sarà presente, la responsabilità sarà solo ed esclusivamente sua .

  6. Scritto da Antonio

    Ma perché il sindaco continua a provocare? Provoca nella speranza che qualcosa vada storta per poi dire: ve l’avevo detto che erano brutti e cattivi o no!
    Attenti ragazzi a non cadere nella trappola tesa dal sindaco e nemici vari. Sì nemici, perché se non lo avete notato, l’amministrazione di Curno, tratta chi non la pensa come loro da nemici nutrendo la speranza che accada qualcosa di spiacevole.
    Comunque la figura di incapacità amministrativa l’ha già fatta e pare con impegno solenne.

  7. Scritto da duca

    Perché caro o cara d.d. l’unico reato che vale ancora sottolineare debba esistere è e solo sarà sempre l’apologia … Povera Italia, abbiamo sdoganato tutto e tutti, ma la destra rimane “la mano del diavolo” … peccato che notoriamente è sempre stata la sinistra.

  8. Scritto da Croccodillo

    Decisamente scomposto il comunicato del Sindaco. Trasuda il fastidio per non aver individuato un modo utile di opporsi, politicamente, a un suo avversario. Se non avesse divulgato alcuna informazione, tutto sarebbe passato sotto silenzio; al contrario, invitando (anche con una raffica di e-mail), ad intervenire in piazza, ha già ottenuto l’effetto contrario a quello desiderato.
    La scelta è patetica, nel senso letterale del termine: apprenderla mi provoca un sentimento di malinconica mestizia.

    1. Scritto da Pluto

      Spero che lei sia giovane. Allora le debbo far sapere che da sempre nelle Repubblica Italiana gli AntiFascisti hanno presidiato le piazze d’Italia contro l’avvento di gentaglia siffatta. E se lei può scrivere su queste pagine, é merito di chi nei passati 80 anni ha vigilato e combattuto ogni forma di fascismo ed é anche morto per darsi,darle e conservare questa libertà. Non sputi nel piatto.

      1. Scritto da Topolino

        Se la sua libertà si fonda sulla possibilità di scrivere su un giornale mi sembra abbastanza sconcertante.. E, se lo vuole sapere, l’Italia è più o meno al 60° posto per quanto riguarda la libertà di stampa, dopo paesi come Botswana, Ghana, Nige….

      2. Scritto da Croccodillo

        Non sputo affatto, anzi concordo. Anche per questa ragione il suo commento si rivela inconferente: il contegno assunto da Serra, e l’invito che ha diffuso, attestano come – diversamente da quanto è stato fatto “nei passati 80 anni” – non sia stata capace di proporre una iniziativa politica utile a contestare un suo avversario.

      3. Scritto da 2014 D.C.

        Pluto, ma falla finita. Bella “Democrazia” il paese dove possono manifestare sempre e solo i comunisti. Siamo nel 2014 Dopo Cristo e parlate ancora di antifascismo. Quanto siete bravi …

        1. Scritto da ciz

          Beh, siamo nel 2014 e tu parli ancora di comunismo!? Ma non avete ancora capito che i comunisti non esistono più, che siamo e saremo sempre e solo antifascisti. Io da antifascista non rivendico il comunismo quando scendo in piazza, mentre i cari ragazzi di CagaPound la “nostalgia” non l’hanno mai persa…chi è il retrogrado?

  9. Scritto da Berghem

    E da quando un gazebo di un partito diverso da quello del sindaco è segno di inciviltá?

    1. Scritto da Daniele

      Da quando il partito in questione è incivile forse?

      1. Scritto da open mind

        fatti non parole.patetiche barricate ,veyuste ideologie politiche…ma quando crescerete?

        1. Scritto da Daniele

          Quindi ora essere contro il fascismo (e Casa Pound è il fascismo) significa essere immaturi?

      2. Scritto da Giano

        Più incivile di un partito che ha protetto un gruppo di stupratori pedofili al Forteto?La vedo dura…

    2. Scritto da d.d.

      da quando esiste il reato di apologia del fascismo

      1. Scritto da Alessandro

        è ora di finire di ghettizzare certa gente!
        affrontarla democraticamente viene isolata da sola

      2. Scritto da roberto todisco

        arrestateci tutti se vi riesce!