BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Basta arlecchinate lungo viale Papa Giovanni”

Pubblichiamo il comunicato di Federconsumatori in merito ai nuovi arredi urbani posizionati lungo viale Papa Giovanni XXIII, in pieno centro a Bergamo.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato di Federconsumatori in merito ai nuovi arredi urbani posizionati lungo viale Papa Giovanni XXIII, in pieno centro a Bergamo.

Federconsumatori ritiene buona l’iniziativa di sistemare le aiuole lungo Viale Papa Giovanni XXIII (dopo anni di deplorevole abbandono). Le nuove istallazioni sono gradevoli da vedere già in fase di posa, e, se non fosse per l’immancabile propensione a fare “arlecchinate”, dovrebbero essere apprezzate dai Cittadini e dai turisti. La domanda che ci si pone è: chi decide, e con quali criteri, quello che è bello in tema di arredo urbano? Che metodo è quello di mettere le aiuole nuove intorno alla grande maggioranza degli alberi e non farlo intorno a tutti? A parere di chi scrive Bergamo merita di avere su Viale Papa Giovanni XXIII le aiuole cordonate di pietra e abbellite da fiori e verde che si stanno posando; ma non alternate ad aiuole a raso “abbellite” con tappetini di peluche (foto allegate). E’ troppo pretendere di avere una visione globale del Viale con un “arredo” che abbia continuità e coerenza, senza interruzioni dovute alla scelta di non sacrificare lo spazio di alcune sedie dei caffè che si affacciano sulla via? Federconsumatori ritiene sia un “delitto” arredare uno dei luoghi di maggiore impatto della Città con un vestito a toppe spendendo male i soldi dei contribuenti. Contiamo sulla sensibilità dei nostri Amministratori, e magari anche del Sovraintendente per i Beni Architettonici e Paesaggisti, perché intervengano a porre rimedio a quanto descritto. Federconsumatori Bergamo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Diego

    dopo aver letto la frase”dovrebbero essere apprezzate dai turisti” un sorriso amaro si è stampato sulla mia bocca. non preoccupatevi che sicuramente lo apprezzeranno, i turisti, dopo che io li ho lasciati in stazione autolinee vergognandomi come se li avessi accolti a casa mia, che è sudicia, dove c’è odore di urina, dove ci sono una decina di persone che dormono per terra gente che si ubriaca vomita e bivacca tutto il giorno sulle panchine; le aiuole saranno sicuramente apprezza

  2. Scritto da Silvia

    Adesso vi ricordate del viale ……..ma dove siete stati negli ultimi 10 anni? Meno male che ci sono stati i dehors ad abbellire un po’ questo nostro viale, entrata importante della nostra città .e poi aspettiamo a lavori finiti….. Vi manca la pazienza?

  3. Scritto da Arturo

    Chi se ne frega di federconsumatori, che essendo di sinistra è già in piena campagna elettorale contro l’attuale amministrazione.

  4. Scritto da giggi

    a me le le aiuole cordonate di pietra non piacciono per niente!

  5. Scritto da attilio varischetti

    Considerando che Arlecchino è con tutta probabilità il più famoso bergamasco nel mondo insieme a Papa Giovanni XXIII il connubio non mi sembrerebbe neanche male. Se solo si riuscisse a convincere qualche turista in più…. io lo renderei 100% car-free ( pedonale)

  6. Scritto da Giovanni

    Invece di criticare dovrebbero quelli di Federconsumatori ringraziare chi, per anni, ha cercato di dare un decoro alle aiuole creando i Dehors ( che sono molto apprezzati pure dagli stranieri..consumatori pure loro) ed hanno pure sistemato delle aiuole se no abbandonate. Mettere una foto di quando i dehors non sono allestiti non mi pare rappresentare la vera realtà.

    1. Scritto da Pino

      Spero che dopo l’invenzione dei dehors arriverà anche quella della ruota e dell’acqua calda e dell’ombrello