BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brebemi, ora è ufficiale: caselli aperti dal primo luglio

Verrà aperta ufficialmente aperta al traffico veicolare con la cerimonia inaugurale il 1° luglio a Fara Olivana la nuova autostrada BreBeMi. (la Direttissima Brescia-Bergamo-Milano). Atteso al taglio del nastro il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Verrà aperta ufficialmente aperta al traffico veicolare con la cerimonia inaugurale il 1° luglio a Fara Olivana con Sola la nuova autostrada BreBeMi. (la Direttissima Brescia-Bergamo-Milano). Atteso al taglio del nastro il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

I lavori si concluderanno a fine aprile. Lungo i 62 km dell’infrastruttura sono collocati i sei caselli completamente automatizzati (Chiari Ovest, Calcio, Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio, Treviglio) che, unitamente ad altri sei svincoli presenti nei tratti esterni alle due barriere di esazione di Chiari Est e di Liscate, consentono all’autostrada di integrarsi con il territorio e servire i numerosi centri abitati con i relativi insediamenti produttivi.

Quattro le aree di servizio (Oglio Nord e Sud, Adda Nord e Sud) ed anche un centro di manutenzione ed un centro operativo, necessari per la gestione ed i servizi all’utenza. Nella nostra città, a Sud dell’abitato, già è stata edificata la nuova struttura del casello Chiari Ovest con le corsie di transito dei veicoli.

Dall’interconnessione con il raccordo autostradale Ospitaletto – Montichiari fino alla barriera di esazione di Chiari Est, nel Bresciano, Bre.Be.Mi. sarà a circolazione libera e servirà la principale viabilità provinciale (SP16, SP106 ed ex SS11) mediante due svincoli a rotatoria a livelli sfalsati (SP16 e SP62 a Rovato) ed un terzo svincolo con rampe dirette sulla ex SS11 (Tangenziale Ovest di Chiari).

Superata la barriera di esazione si prosegue in direzione Ovest, attraversando le province di Brescia, Bergamo e Milano sulla nuova autostrada dotata di tutte le più evolute tecnologie per la sicurezza e dotata, in condizioni meteorologiche avverse o di intenso traffico, di un efficiente impianto di segnalazione luminosa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Claudio

    Opera inutile e dannosa.

  2. Scritto da Progetto Nevi

    Furbi i bresciani. Da loro non si paga….bergamaschi?! Popolo di Colleoni

  3. Scritto da Gaetano Bresci

    ne sentiremo delle belle!

  4. Scritto da Antonio

    Pagate le imprese che ci lavorano

    1. Scritto da Gioanpadan

      L’autostrada è un’opera di privati quindi che le imprese si rivolgano al privato o facciano causa, non riguarda Regione o Provincia.

  5. Scritto da Andrea

    la prima opera completata nei tempi previsti…wow!

  6. Scritto da 081

    Si avvisa, pertanto, di interrompere gli sversamenti di sostanze nocive. grazie (astenetevi da battute sul mio nick, grazie. ormai i padani solo “collusi” al pari dei miei conterranei terù de l’osti, giusto?)

    1. Scritto da Mike

      al pari? i tuoi conterranei sono ineguagliabili, fuoriclasse assoluti!

      1. Scritto da 081

        Davvero convinto? Prova a mettere piede in una biblioteca (senza perderti mi raccomando…) e prova ad approfondire l’argomento.

        1. Scritto da celta ma mica tonto

          Io sono un celta ( con qualche goccia di sangue veneto e piemontese ) e non sono di certo un simpatizzante della Lega ma scommetto che in certi tratti della BREBEMI la mia auto avrà una ” tigre nel motore ” tipo pista playmobil .
          Che la criminalità organizzata sia ben radicata al nord è noto
          Un centro etnonazionalismo leghista che ha rielaborato ( male ) de Benoist giustifica la malavita organizzata al sud in quanto prodotto della cultura di quella terra . Sinergie e assonanze ?