BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Se lavorano gli immigrati, le mense sono a rischio” Bufera sulla leghista

“Attenzione agli immigrati che lavorano nelle mense, causano problematiche infettive”. E' bufera sull'emendamento presentato dalla consigliera regionale Maria Teresa Baldini, in discussione in commissione regionale Sanità fra i suggerimenti relativi al prossimo programma di lavoro della Commissione europea.

“Attenzione agli immigrati che lavorano nelle mense, causano problematiche infettive”. E’ bufera sull’emendamento presentato dalla consigliera regionale Maria Teresa Baldini, in discussione in commissione regionale Sanità fra i suggerimenti relativi al prossimo programma di lavoro della Commissione europea. Il testo chiede espressamente di aggiungere dopo le parole «sicurezza alimentare» la seguente frase: «Con particolare attenzione alle problematiche infettive dovute anche all’impiego di personale immigrato nei processi di produzione, distribuzione e somministrazione di alimenti negli ambienti scolastici, sanitari e sociosanitari». Le parole hanno suscitato la reazione sdegnata sia della maggioranza di centrodestra sia dell’opposizione di centrosinistra. «Il pregiudizio antistranieri contenuto nell’emendamento è insostenibile — insorge Sara Valmaggi (Pd) — Quel che è peggio è che con Maroni la paura del diverso sta diventando legge. Prima c’è stato il no al pediatra, poi la cancellazione dei contributi a chi non risiede in Lombardia. È in atto una deriva che va fermata».

La consigliera Baldini, peraltro, non è nuova a questo tipo di sortite. Qualche settimana fa, a proposito della proposta di destinare ai rom la caserme chiuse di Milano, avanzata dalla giunta di Giuliano Pisapia, aveva commentato: "Il sindaco vuole dare ai rom le caserme in disuso? Poi rinchiudiamoli e vediamo quanti bambini sono affetti da tubercolosi".

“Il gruppo consiliare Maroni Presidente si dissocia dall’emendamento presentato dalla consigliera Baldini, espressione di una presa di posizione del tutto personale. Per noi i controlli nell’ambito della sicurezza alimentare devono infatti essere effettuati indistintamente a tutto il personale coinvolto nei processi di produzione, distribuzione e somministrazione di alimenti negli ambienti scolastici e sanitari". Cosi’ Stefano Bruno Galli, a capo del gruppo consiliare "Maroni Presidente" nel Consiglio regionale lombardo, intervenendo in merito all’emendamento presentato da Maria Teresa Baldini, in discussione in Commissione Sanità.

Dopo le polemiche, la proposta di Maria Teresa Baldini è stata ritirata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da residente

    Ma siamo in Germania negli anni 30?

    1. Scritto da ele

      che vergogna, con persone così non riusciremo mai a permettere integrazione

    2. Scritto da 081

      No, Bergamo che ERA in lizza per diventare capitale europea della cultura 2019.

  2. Scritto da Lorignac

    Sarà stata politicamente scorretta ma ha detto solo la verità: scabbia, tubercolosi e sifilide erano scomparse e sono tornate con l’immigrazione di massa: che poi per buonismo e ipocrisia si faccia finta di nulla è un altro discorso.

    1. Scritto da Carlo

      Basta chiederlo sottovoce chiusi nell’ambulatorio del proprio medico (così non sente nessuno e il medico non è tacciato di razzismo) e vi spiega lui (praticamente è quello che dici tu) come stanno le cose!

      1. Scritto da Doctor

        Che medici frequenti ? Se fossi in te mi preoccuperei !

      2. Scritto da Beppe

        Anche i medici tedeschi e svizzeri, dicono che i Bergamaschi sono sporchi e lavorano in nero…..

  3. Scritto da Gaetano Bresci

    Razzismo imperante, nazismo strisciante.
    Povera Lombardia, terra fertile, d’infinita bellezza
    ma governata da pura monnezza.

  4. Scritto da terrorizzata

    Quindi mia madre, con badante extracomunitaria, è destinata a morire infettata! Porca miseria non ci avevo pensato.

  5. Scritto da Cris

    Se e per questo fra parlamentari che fanno uso di droghe e abusano di minorenni anche il paese e a rischio .! Che paese delle banane , meglio andare in russia . Anzi pure i nazisti sono stati piu seri di questi politici.

  6. Scritto da mao

    La signora ha detto semplicemente la verità,basta con le menzogne e la difesa a spada tratta dei lavoratori extra comunitari,quelli che s’inalberano ae gridano allo scandalo,di solito i radical-comunisti che ovviamente tengono a distanza dalle loro figli e dalle loro abitazioni queste personcine,un pò alla Pillitteri

    1. Scritto da Leonardo

      Non ti toccherei neppure con una canna da pesca . Sono i personaggi come te che mi fanno temere le “infezioni” . In questi tanti anni di immigrati ne sono arrivati tantissimi (con la lega al governo il massimo) , mi sai dire quanti problemi di questo tipo si sono verificati ?

      1. Scritto da Pietro

        prova a chiederlo ai medici e infermieri dei Pronto Soccorso…

    2. Scritto da Carlo

      parole sante…quotone al 120%

  7. Scritto da rello78

    Considerazioni sulla mentalità del bergamasco medio : Le extrainfezioni (intese come infezioni causate da extracomunitari) sono un problema per il bergamasco medio quando si tratta di lavoratori del comparto dell’alimentazione. Viceversa, quando cala la sera e il bergamasco medio da sfogo ai suoi biechi istinti sessuali sulla strada Francesca il problema delle extrainfezioni causato dalle lavoratrici del comparto “intrattenimento” risulta molto meno sentito.

    1. Scritto da dai

      Uno che va a donnacce sceglie e lo fa a suo rischio,uno che va in mensa a mangiare non “pensa” di rischiare no?

      1. Scritto da rello78

        Non vorrei sconvolgerti, ma molti clienti sono papà, e se portano a casa le extrainfezioni potrebbero infettare gli ignari figli e mogli e magari incolpare la mensa dove mangiano perchè a cucinare c’è un extra che sta onestamente lavorando.Il fatto che per origine di provenienza gli extracomunitari debbano essere sporchi e infetti è una considerazione puerile, soprattutto se riferita a persone che lavorano onestamente.Ribadisco:il bergamasco medio e sentenzioso solo se gli fa comodo

    2. Scritto da Carlo

      Forse ci vanno volontariamente, consapevolmente, e sono adulti. Nelle mense si cibano bambini da 0 anni in su… Se non ritiene di dover porre maggiore attenzione al mondo dei piccoli, liberissimo!

      1. Scritto da rello78

        Secondo te queste persone non hanno figli che metto a rischio con questi atteggiamenti condividendo poi bagno, cibo e posate ?… vi preoccupate dell’extracomunitario in mensa perchè e’ bello “sparare” alla luce del giorno contro chi cerca onestamente di lavorare, ma la notte… nell’anonimato il bergamasco cambia pelle e poi viene qui a sentenziare. Comunque non si può fare un discorso generalista dando per scontato che siano sporchi ed infetti in quanto extracomunitari, dai !

      2. Scritto da Daniele

        Carlo, di professione fai il comico giusto?

        1. Scritto da Paolo

          Ma secondo te, da dove arrivano tutti i virus intestinali tanto di moda in questi ultimi anni? Prima, questi virus li beccavi (e la cosa è risaputa) in viaggi all’estero, prevalentemente in paesi del sud del mondo. Se adesso questi virus sono abituali qui da noi, ci sono arrivati a nuoto da soli?

          1. Scritto da aris

            Ma guarda che storicamente le infezioni le han portate i “bianchi occidentali” nei Paesi del cosidetto terzo mondo. Incas ed atzechi, pellirosse (sterminati) prima, poi neri d’ africa, indiani, han preso tutte le malattie nostre, che prima non avevano. Per quanto riguarda la pulizia personale ci son Paesi del Nord che lasciano a desiderare (senza fare nomi). Ti assicuro. Ma quelli van bene, perchè sono bianchi di pelle? La mucca pazza mica è arrivata dal Congo ma da UK.

          2. Scritto da Paolo

            State debordando: quanti nordici conosci immigrati da noi che lavorano nelle mense? Attieniti alla realtà! Si parla di immigrati REALMENTE sul nostro territorio e REALMENTE impiegati nelle mense. Se ci fosse un abitante autoctono di Ardesio o Carona che lavora in una mensa per bambini e vive in un tugurio malsano, mi preoccuperei allo stesso modo!

        2. Scritto da Carlo

          Sì, da quando ogni anno ci sono i consigli contro i pidocchi presi a scuola, ho cominciato a fare il comico! Cosa ci trova di strano?

  8. Scritto da menu'

    La lega e’ proprio alla frutta…

  9. Scritto da qualche dubbio mi viene

    ho spesso a che fare , per lavoro, con gli extra e le loro abitazioni e non posso che dar ragione alla consigliera.
    se solo l asl andasse a vedere se le loro abitazioni sono abitabili sotto l aspetto igienico non so quante se ne salverebbero.

    1. Scritto da mario59

      E’ quello che si è sempre detto anche degli Italiani che lavorano all’estero, a iniziare dalla “civilissima” e democratica Svizzera.
      Io preferisco chiamarli pregiudizi, dopo di che ammetto che esiste anche chi vive nell’indigenza e mancanza di igiene, ma purtroppo in ogni comune si trovano cittadini anche Italiani che vivoino in quello condizioni.
      Ovvio che la cosa più facile è puntare il dito contro lo straniero, che nella migliore delle ipotesi, per i razzisti puzza!

      1. Scritto da Carlo

        Un po’ di ammissioni bisogna farle: pidocchi e tbc (fortunatamente caso isolato) erano scomparsi da anni dalle nostre classi di scuola… E comunque una visita alle abitazioni di TUTTI i lavoratori di alimentari non farebbe male….

    2. Scritto da Carlo

      Sono d’accordo! E se anche queste due righe nostre di buon senso vengono bollate come razziste, allora vadano tutti al loro paese, che abbiamo un sacco di disoccupati nostri da far lavorare nelle mense!

      1. Scritto da Beppe

        Gli Svizzeri fanno bene a cacciare i Bergamaschi…….

      2. Scritto da Z

        Non hai torto Carlo,ma purtroppo a qualcuno i lavoratori extra vanno molto meglio:sotto pagati,diritti 0,e guai ad aprir bocca seno li rispediscono da dove son venuti.

        1. Scritto da Carlo

          Non è un buon motivo però, per far rischiare contaminazioni o batteri ai bambini nelle mense… Ok, le mense e i dipendenti saranno controllati, ma come detto sopra, si vada a vedere le condizioni igieniche di dove abitano e se non possono portarsi in giro batteri…..

          1. Scritto da Mamma Mia !

            Perchè non chiami borghezio coi disinfattanti ? Non hai idea di quanto mi vergogni di gente come te .