BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Omicidio di Cene, un amico del killer: “Era violento, bisognava aiutarlo”-Video fotogallery video

Dopo il tragico omicidio di lunedì sera l'intero paese è sotto choc. Un ragazzo che conosceva l'assassino, Isaia Schena, racconta: “Mi aveva detto diverse volte che aveva intenzione di far male a una donna. Doveva essere aiutato, ma nessuno ha fatto nulla”

“Mi aveva detto diverse volte che aveva intenzione di far male a una donna. Doveva essere aiutato, ma nessuno ha fatto nulla”. 

Dopo il tragico omicidio di lunedì sera la gente di Cene è sotto choc. Isaia Schena, un autotrasportatore 37enne del paese, ha barbaramente ucciso una ragazza rumena di 27 anni in un casolare sul Monte Bue, dove l’ha poi abbandonata prima di essere rintracciato dai carabinieri poco distante, in stato confusionale. 

In paese tutti parlano di quello che è successo, provando a trovare una spiegazione. In pochi hanno voglia di parlarne. Solo una donna, all’uscita di un bar del centro, si lascia scappare qualcosa: "Di lui preferisco non parlare – è il commento –, dico solo che proveniva da una brava famiglia. Suo padre vendeva mobili ed era una persona per bene, venuta a mancare qualche anno fa".
Isaia Schena è conosciuto da pochi a Cene. Abita con la madre in via Enrico Toti, in una palazzina che ospita anche altri parenti. Poco distante un amico, senza essere ripreso, parla di lui: "Negli ultimi tempi non lo riconoscevo più, aveva manifestato più volte l’intenzione di fare del male a una ragazza, anche se non so bene a che si riferisse – racconta con il viso sconvolto -.
Io cercavo sempre di farlo desistere dalle sue intenzioni violente, ma alla fine è arrivato addirittura ad ammazzare. Era un ragazzo che aveva biogno di essere aiutato e seguito da qualcuno. Purtroppo nessuno ha capito questo". 

Guarda il video: 

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 081

    mi aggiungo al coro dei “se” anche io: se la vittima fosse stata italiana avrebbero fatto una fiaccolata.

    1. Scritto da Piero

      Può sempre organizzarla lei, se ne sente il bisogno!

      1. Scritto da 081

        Il commento che mi aspettavo da lei. La sua pochezza è disarmante un uomo ammazza brutalmente una donna e lei fa l’ironico? Complimenti! D’altronde cosa aspettarsi?

        1. Scritto da Alberto

          Un uomo ammazza una donna e lei strumentalizza la notizia?

  2. Scritto da lotty

    Qualcuno doveva parlare con i servizi sociali perchè lo aiutassero, anch’io penso che se fosse stato uno straniero a uccidere una ragazza italiana se ne sarebbe parlato molto di più. Madalina, ti chiedo scusa…

  3. Scritto da marcus

    adesso lo aiutera la galera a diventare “bravo” ….se era un rumeno ad ammazzare una ragazza italiana si parlava una settimana in tv e in tutta italia