BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Voli più bassi a Orio, il sindaco di Azzano: “Decisione da rivedere”

Il primo cittadino Simona Pergreffi ha chiesto, con la lettera aperta inviata a Enac, Enav e Sacbo, di apportare delle modifiche urgenti sia per la sicurezza dei suoi cittadini, sia per la vivibilità del territorio: "Gli aerei decollino con la vecchia rotta".

Con i lavori di rifacimento della pista dell’aeroporto di Orio al Serio le rotte degli aerei subiranno delle modifiche. Una situazione che al sindaco di Azzano San Paolo Simona Pergreffi non piace proprio, come ribadito nella lettera aperta inviata a Enac, Enav e Sacbo con la quale il primo cittadino ha chiesto di apportare delle modifiche urgenti sia per la sicurezza dei suoi cittadini, sia per la vivibilità del territorio.

Ecco la lettera del sindaco Pergreffi.

 

"Gent.mi, con la presente intendo portare a Vs. conoscenza che stamane ho appreso con grande stupore (solo ed esclusivamente attraverso gli organi della stampa locale) che a seguito dei lavori di rifacimento delle piste dell’aeroporto di Orio al Serio (riporto testualmente) si ‘potrebbe creare qualche problema di natura ambientale’, nel senso che qli aerei saranno costretti a staccare più verso Ovest, e quindi a sorvolare i centri abitati (Colognola e Azzano San Paolo su tutti) a un’altezza inferiore al solito, con possibili conseguenze in termini di inquinamento acustico. Potrebbero fare più rumore, insomma.

Questa fase durerà 24 giorni: dalla mezzanotte del 19 aprile alla stessa,ora del 12 maggio. Ora, mi pare corretto sottolineare che lo scenario paventato non è solo un problema acustico, ma bensì di salute ed incolumità pubblica ed è per questo che come primo cittadino del paese che amministro ormai dal giugno 2009, sottolineo che di fatto si è deciso in via del tutto arbitraria ed unilaterale la modifica di rotte e quote di sorvolo del territorio comunale senza un minimo di preavviso, senza analizzare aspetti di cantierizzazione e sicurezza, Ritengo sempre più assurdo che i territori interessati non siano minimamente coinvolti, che si vada a raffigurare sempre più una prepotenza del gestore e chiediamo che gli Enti preposti al controllo (che sono la parte pubblica), tutelino i cittadini per non divenire corresponsabili di questa situazione. Allo stato dell’arte (preso atto dello stato di avanzamento del cantiere) chiedo che mi vengano formalmente inviati il Piano di Sicurezza e di Coordinamento ed il Piano Operativo di Sicurezza redatti in conformità ai disposti normativi, e che tipo dì piani di sicurezza di sorvolo siano stati attuati per la tutela dei cittadini che rappresento.

Alla luce di quanto sopra esposto si chiede con forza per una questione di sicurezza in primls e di vivibilità dei territori di rivedere questa decisione, di procedere con un decollo in linea con la vecchia rotta (ante 2009) per poter sorvolare a quote più alte e in sicurezza gli abitati.

RingraziandoVi anticipatamente per la disponibilità accordata porgo i più cordiali saluti"

Simona Pergreffi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stefano

    Tra 10-15 anni, arriverà la magistratura a chiudere l’aeroporto, dopo denunce di morti per cancro e altre malattie imputabili all’inquinamento atmosferico prodotto dagli aerei e dell’espansione incontrollata e illegittima di questo scalo…..cosi funziona l’Italia

  2. Scritto da mario

    per chi ancora non l’avesse capito, i sindaci devono obbedire agli ordini di scuderia dei loro partiti,quegli stessi partiti che in spregio alla tutela dei cittadini hanno consentito alla sacbo di massacrare la salute pubblica di intere aree bergamasche.e questa sarebbe democrazia?

  3. Scritto da usiamo il cervello

    Decollare più a ovest significherà portare meno rumore all’abitato di Orio. Questi sindaci non hanno ancora capito che spostare le rotte da un Comune all’altro, o da un quartiere all’altro, è assolutamente inutile, e che il vero problema è quello di far rispettare le leggi e ridurre DRASTICAMENTE il traffico aereo di Orio per farlo rientrare nei limiti previsti dal VIA autorizzato. Si preoccupano di qualche metro di altezza mentre ENAC ha dichiarato il raddoppio dei voli!!!

    1. Scritto da Danilo

      In questo momento gli aerei sorvolano le nostre case ad una quota di quasi 400 piedi, circa 120 metri dal suolo! Diminuire ulteriormente anche di pochi metri la quota di sorvolo diventa ulteriormente pericoloso. Già adesso, il rischio di una caduta degli aeromobili è enorme, e credere di poter gestire un possibile malfunzionamento meccanico con una quota così bassa di sorvolo, è di una incoscienza stratosferica. Se accadrà qualche cosa di spiacevole, non basteranno le scuse…

  4. Scritto da arpaleni

    la centrale a carbone Tirreno Power di Vado Ligure (Savona) è stata posta sotto sequestro. Sull’attività di Tirreno Power sono aperti due filoni d’inchiesta, una per disastro ambientale e una per omicidio colposo.

  5. Scritto da Andrea

    curioso….tanti che si lamentano e un solo sindaco che parla…

    1. Scritto da G76

      Curioso: tanti cittadini ed anche lettori di Bergamonews che da tempo si lamentano argomentando con numeri, leggi e sentenze, e lei è sempre qui a lamentarsi delle loro lamentele e di quelle dei loro rappresentati…

      1. Scritto da Orio al Serio

        le lamentele? sì, ma sono sempre quelle con le stesse 4 firme.

        1. Scritto da G76

          Il traffico è oltre il consentito. Punto. Non si può volare di notte. Punto. L’85% della popolazione abitava già nelle zone di Orio prima che il traffico aumentasse del 900%. Punto. Questo lo sanno i cittadini e lo sa Sacbo che infatti sta cercando altre piste per alleggerire Orio. Chi per contestare questi fatti preferisce contare le firme io dico che fa solo fare andare la bocca a vanvera.

          1. Scritto da Andrea

            guardi che se sacbo cerca altre piste per spostare il cargo è perchè così può aumentare i voli commerciali…

          2. Scritto da G76

            Sacbo non ha detto ufficialmente cosa intenda spostare, anche se il cargo parrebbe una prima cosa sensata da fare nell’immediato. Questo aiuterebbe a ridurre i voli notturni, ma è facile intuire che ciò non basterà per rientrare nei parametri di impatto acustico e ambientale necessari, e soprattutto auspicati dai residenti dell’area. Ad oggi, in ogni modo, le criticità dell’aeroporto di cui scrivevo sopra sono purtroppo incontestabili.

    2. Scritto da Pietro

      Magari ha cominciato la campagna elettorale.

    3. Scritto da El loco

      curioso…tanti che ci perdono e pochi che ci guadagnano…ma che senso ha il suo intervento carissimo Andrea? Me lo spieghi gentilmente

  6. Scritto da azzanese

    leggo sulla stampa con voli + bassi su Colognole e Azzano. Dato che la virata assurda in vigore e’ al limite di legge , piu’ bassi di cosi’ non possono andare per sicurezza, cosa intendono ancora piu’ bassi ? significa al di sotto del limite di legge ?. devono arrivarci in cucina ? oppure e’ il caso di farli andare dritti verso la tangenziale per Curno ? chi prende queste decisioni senza condividerle con il territorio ? Ma la Provincia cosa ci sta a fare , se non tutela il territorio?

    1. Scritto da sveglia

      farli andare dritti verso la tangenziale per Curno significa farli passare sopra l’ospedale nuovo, sopra altri quartieri di Bergamo e altri Comuni a est (Treviolo etc.) Una guerra tra poveri: il vero problema è spostare i voli (come ha detto anche il Presidente dell’ENAC) non spostare di qualche metro le rotte.

      1. Scritto da fRANCESCA

        Ma quale è la bufala che gli aerei passerebbero sopra l’ospedale!!! Ma guardate il tracciato e vedrete che l’ospedale non è minimamente interessato dal sorvolo degli aerei se utilizzassero la vecchia rotta. Dai smettiamo di dire fesserie e guardiamo la realtà degli interessi di SACBO, virarere prima significa poter far decollare aerei con tempi più ravvicinati e quindi gestire più partenze e più voli!!! Sarebbe decisamente più sicuro utilizzare la vecchia rotta!!!

  7. Scritto da brontolo

    e il sindaco di Bergamo cosa fa’ ?? incassa e basta!!

  8. Scritto da per fortuna...

    …..esistono ancora sindaci dotati di criterio e senso di responsabilità.. la salute dei cittadini DEVE essere tutelata, e non venduta al miglior offerente! grazie Sig.ra Pergreffi (fossero tutti come Lei..!)

    1. Scritto da arisgrum

      La Sigra Pergreffi cerca di scaricare su altri il problema, chiedendo ritorno alle vecchie rotte.E’ un atteggiamento un po democristiano. Verrebbero infatti penalizzati gran parte di Colognola, San tommaso, Curnasco, Lallio, Treviolo, l’ ospedale Papa Giovanni, ecc ecc. La sindaca cerchi invece di coinvolgere persone con argomenti più condivisi. Azzano è il comune toccato solo in minima parte. E poi non ha concesso la licenza del famigerato Polo del lusso ? non causava disturbi x Azzano?

      1. Scritto da Anna

        Che stranezza, a Colognola si chiede di riutilizzare la vecchia rotta che passava sopra il casello dell’autostrada e sempre diritti portava gli aerei in decollo a raggiungere 600 metri di quota prima di virare, disturbando con minore rumore i cittadini. Qui leggo il commento di arisgrum che esprime un suo parere fallocchio! e pretende di parlare per i Colognesi! Gli aerei in questo momento sorvolano le case a 130 metri dal suolo, dire che viene prodotto lo stesso rumore è alquanto fasullo.

  9. Scritto da Laura

    Ma questi dell’aeroporto possono fare tutto quello che vogliono? Ma è tutta casa loro?

    1. Scritto da brontolo

      Lei non ha capito niente, non si vuole eliminare l’aeroporto ma creare meno disturbo !!!

  10. Scritto da Claudio

    E il sindaco di Stezzano che fa? Sta a guardare?