BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tricolori, forconi e uova Contestato a Bergamo il ministro Lupi

Dura contestazione del Coordinamento 9 dicembre lunedì sera alla Borsa Merci di Bergamo contro il ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi.

Tricolori, forconi, cori e uova. Una contestazione durissima da parte di una quarantina di persone del Coordinamento 9 dicembre ha contestato lunedì sera alla Borsa Merci il ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi. Il ministro era a Bergamo per aprire la campagna elettorale del Nuovo Centro Destra e verso le 21 il gruppo di contestatori si è presentato all’ingresso del palazzo della Borsa Merci e ha tentato di forzare il muro di carabinieri e guardie del corpo del ministro. Per oltre un’ora – fino alle 22 – sono continuati i tafferugli sotto i portici del palazzo e all’ingresso tra i manifestanti e le forze dell’ordine. Poi i contestatori hanno occupato via Petrarca bloccando il traffico. E’ allora che gli agenti hanno deviato il traffico cittadino chiudendo per qualche minuto la via. Nei tafferugli non sono mancati i lanci di uova nei confronti di carabinieri e polizia. Nella sala Mosaico il ministro Lupi ha continuato nel suo incontro pubblico, dal titolo “La politica del fare al servizio della ripresa”, promosso dal Nuovo centro Destra Bergamo e dove si sono dati appuntamenti i 122 circoli orobici. .

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lino

    Ieri una 20ina erano bresciani e di Verbania. Il resto del Presidio di Orio. Se vogliamo dirla tutta i pecoroni e caproni son proprio i bergamaschi che si stanno rintanati in casa. Buoni solo a star seduti al pc. Ricordarsi prego che chi non protesta non ha il diritto di lamentarsi

  2. Scritto da bergamasco doc

    meno male che e’ arrivato il Ministro delle Infrastrutture,a Brescia hanno la metropolitana, a Bg tolgono i treni. Chissa’ se e’ andato in val Brembana o Val Seriana a vedere quanto ci si impiega per fare 20 km. I Bresciani son piu’ furbi di noi, ai loro politici impongono e chiedono, noi solo bravi a lavorare col crapone abbassato e buoni solo a spettegolare ed a non far valere i propri diritti. noi buoni solo come bancomat e a pagare tasse…….

  3. Scritto da GAETANO MANCUSI

    Cambiano i suonatori, ma la musica rimane la stessa ! Da questa classe politica non dobbiamo aspettarci nulla di buono. Basti pensare che Lupi, deputato del “Popolo della Libertà” (?) ha permesso la permanenza al ministero dell’Economia e delle Finanze di tal Giulio Tremonti: sicuramente il peggiore ministro che abbia avuto l’Italia fin dall’epoca romana.
    Adesso cosa viene a raccontarci ? E’ ora di smetterla.

  4. Scritto da planets

    Avere l’amico prete aiuta il piccolo artigiano ad entrare nelle case del quartiere,essere iscritti a cl aiuta la piccola impresa a sopravvivere in provincia, lavorare in regione lombardia è meno difficoltoso per la media impresa iscritta al cdo, essere iscritti nel registro degli indagati sembra essere un requisito fondamentale per entrare in parlamento

    1. Scritto da Pietro

      Che bel commento moralista,planets…: quindi un ciellino, con amici preti, iscritto alla cdo, che lavora in regione è la radiografia dell’immoralità,del ladrocinio e del favoritismo… Ebbene, anche se fosse vero, mi pare che queste negatività ce le portiamo dietro da decenni, anche con i puri “rossi”, che in quanto a ladrerie non sono secondi a nessuno. Ma lanciare uova e pietre contro Penati, Lusi, Marrazzo, Vendola, De Benedetti, Bassolino/Jervolino, non sìà da fare!

      1. Scritto da planets

        mai stato comunista, sempre cercato di essere obiettivo, ho diligentemente annullato la scheda elettorale per vent anni, e sono stufo di persone che hanno votato inetti e ladri perchè tanto non cambia mai niente. Impariamo a dare il giusto appellativo alle persone, quelli che rubano, non sono vittime della magistratura, le vittime sono i derubati, quelli che delinquono si chiamano ladri, e se sono politici il crimine è ancora più grave

      2. Scritto da sintesi

        Sintesi tra planets e Pietro? Ladri gli uni, ladri gli altri non resta che la democrazia attiva e partecipata, con regole precise e senza deroghe x nessuno. A riveder le 5*****.

        1. Scritto da Lino

          #vinciamonoi

  5. Scritto da andrea

    E’ troppo facile dare del ladro, incompetente, chiacchierone, trafficone al Ministro Lupi solo perchè ciellino… Meglio lui di chi scalda le sedie romana da 40 anni ma intoccabile perchè “politically correct – equo e solidale o pacifista”…. Quanto ai contestatori, ogni parola sarebbe superflua, come sempre pagati per contestare a vita… Andì a laurà!!!

    1. Scritto da ANDREA

      Andrea, forse tu sei più fortunato ed un posto di lavoro l’hai, li c’è gente che realmente non trova lavoro ed è pieno di buona volontà. Il problema è che in Italia se non fai casino nessuno ti ascolta, chi ti parla è uno che è realmente di centro destra e non di sinistra, perchè si sa qualche anno fà i contestatori erano soprattutto dei centri sociali, i nuovi contestatori sono gente comune con figli a carico!!! meditate gente

  6. Scritto da La verità fa male

    “una contestazione durissima da parte di una quarantina di persone del coordinamento 9 dicembre” praticamente erano i soliti quattro gatti che volevano un po’ di visibilità facendo inutilmente casino

  7. Scritto da mario59

    Anche Lupi è uno dei tanti di cui gli Italiani farebbero volentieri a meno.

    1. Scritto da Luigi

      sempre molto più comoda criticare gli altri. Ognuno faccia la propria parte. All’on.le Lupi occorre riconoscere impegno, dedizione e capacità nell’affrontare i problemi. Ricordiamoci amici che fa molto più rumore una pianta ca cade che cento alberi che crescono.
      Buon lavoro a tutti. Luigi

  8. Scritto da Luciano Avogadri

    Quando non si hanno idee per farsi sentire rimane solo il far cagnara.

    1. Scritto da Luigi

      Le idee e i dati oggettivi inconfutabili sulla pirateria della precedente e della attuale classe politica e della p.a. a carico dei cittadini, sono sotto gli occhi di tutti. Ma non ci sentono mai da quella parte. Sono decenni che ad ogni comparizione televisiva, ammettono che ci sono cose scandalose: pensioni baby, pensioni d’oro, vitalizi assurdi, commessi e portaborse strapagati, privilegi scandalosi, dirigenti con 25 poltrone presidenziali contemporanee; ma tirano dritto e se ne fregano!

      1. Scritto da Kepalle

        E voi per chi votavate ?

        1. Scritto da Luigi

          Prima sinistra e poi lega. Tutti interessati soltanto alle loro tasche! E comunque non è il cittadino elettore a doversi vergognare delle sue idee politiche, ma i rappresentanti che non hanno fatto il loro dovere, tradendo e derubando l’Italia.

  9. Scritto da lotty

    Un “chiacchierone” ciellino che vende da anni fumo…

  10. Scritto da Luigi

    Finalmente!!! Era ora di finirla con le claque plaudenti e le bandierine da sventolare, dopo che ci stanno depredando da 50 anni….