BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La gioia dei disabili che sciano come risposta ai turisti “lamentoni”

Con la stagione sciistica ormai in fase di chiusura, il nostro Mauro Bernardi è tornato a scrivere di sport (sci, in questo caso) e disabilità direttamente da Folgaria, paese che per qualche tempo l'ha "adottato" come maestro di sci: "Un'esperienza unica che ha portato più di cinquanta ragazzi con disabilità a provare, con successo, il piacere di sciare".

Emozioni fantastiche e allo stato puro. Ecco cosa mi dà la forza di alzarmi tutte le mattine, nonostante sono lontano da casa, lontano dal mio amore, Claudia, e dalla mia vita, Pietro. Dal 2 dicembre vivo a Folgaria, perché in questo magnifico comprensorio la scuola Scie di Passione mi ha ospitato per svolgere la mia professione come maestro, consulente, dimostratore (chiamatela come meglio credete questa nuova professione) ma il fatto è che più di cinquanta ragazzi con disabilità hanno provato, con successo, il piacere di sciare.

Ma se questa esperienza si limitasse alla pratica della semplice disciplina sportiva dello sci alpino potrebbe passare per normalità… La cosa meravigliosa è stata vedere famiglie riunite sulla neve. Già, perché con questa nuova professione ho insegnato a padri e madri a "guidare" il dualsci (ausilio indispensabile per permettere di sciare ai disabili motori), con all’interno figli con disabilità importanti quali PCI, paralisi cerebrali infantili, e quindi vivere insieme la passione per la neve; a disabili, motori a ricercare la voglia di rimettersi in gioco e vivere la montagna a 360 gradi; a bambini degli sci club che vedendoci sciare in un modo diverso ci bombardavano di domande e capivano che nella vita non bisogna arrendersi; a turisti che dopo essersi lamentati per gli scarponi da sci scomodi o del fatto che non c’era il sole, ci guardavano e apprezzavano il fatto che le loro lamentele non erano importanti.

Un bambino di 11 anni con paralisi cerebrale infantile mi disse che nella vita ci sono 3 cose importanti: 1- l’autonomia, perché nella vita bisogna riuscire a fare le cose da soli; 2- il divertimento, perché devi ricercare la felicità; 3- il piacere di fare le cose, perché le puoi fare e le devi fare. Penso che questa riflessione racchiuda la disciplina dello sci, e non solo…

La stagione sciistica è nelle sue battute finali e questa esperienza mi ha dato molta consapevolezza del fatto che la strada è quella giusta e male non fare… paura non avere. Grazie a tutti gli allievi ed alle loro famiglie che hanno riposto fiducia nel lavoro che sto svolgendo. Ci si vede in pista.

Ah dimenticavo, eccovi la lista degli atleti alle Paralimpiadi che si stanno disputando a Sochi. Per lo Sci di Fondo/Biathlon: Francesca Porcellato, Pamela Novaglio, Enzo Masiello, Roland Ruepp, Giordano Tommasoni. Per lo Sci Alpino: Alessandro Daldoss, Luca Negrini, Melania Corradini, Ugo Bregant, Andrea Valenti, Nicolò Orsini, Christian Lanthaler, Hansjoerg Lantschner, Marco Zanotti. Per lo Snowboard: Giuseppe Comunale, Luca righetti, Fabio Piscitello, Veronika Yoko Plebani. Seguiteli guardando Rai Sport 2!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Anna Pucci

    Caro Mauro ti scrivo con il cuore che va a mille per l emozione provata nel vedere il filmato dove Matteo scia con il suo papà Luca. Ho letto anche il tuo articolo e ho capito quanto sia importante la tua attività…anche io sono una maestra come te ma della scuola elementare e ho avuto con la mia amica Adele la fortuna di insegnare proprio a Matteo e condividere con la sua eccezionale famiglia

  2. Scritto da Chiara Gusmini

    Mauro, sei un grande.
    Regali a chiunque ti sta vicino tanti motivi per sorridere alla vita e lo fai con un’energia da Campione!!
    Complimenti davvero…

  3. Scritto da Giovanni Primavera

    Ciao Mauro, in questa stagione hai incontrato tanta gente che sarà difficile ricordare anche me ma non è questo importante. Voglio dirti che in questo anno ho vissuto momenti belli e momenti brutti, come tutti noi.
    Io mi sforzo di tirarmi dietro solo quelli che mi riscaldano il cuore lasciando via quelli brutti.
    Tu ed altre persone incontrate a Folgaria fate parte del mio fardello buono, quello che alimenta l’anima e riscalda il cuore. Baci

  4. Scritto da Gianfranco chiecchio

    Caro Maurone. Se il mondo avesse la fortuna di essere pieno di gente come te…… sarebbe un mondo migliore!!!!!!! Sei un esempio di vita!!!! Un tuo Fan