BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Polo scolastico di Treviolo Il M5S: “Il Comune ripeta le analisi sull’acqua”

E' sempre il polo scolastico al centro del dibattito politico a Treviolo. Cantiere fermo da oltre due anni, a poche settimane dalle elezioni le liste che si candideranno alla guida del Comune dell'hinterland chiedono chiarezza al sindaco Gianfranco Masper. Prima la petizione della lista civica capeggiata da Pasquale Gandolfi, vice segretario provinciale del Pd, ora un'assemblea pubblica organizzata dal Movimento 5 Stelle, che punterà sull'architetto Stefano Reale.

E’ sempre il polo scolastico al centro del dibattito politico a Treviolo. Cantiere fermo da oltre due anni, a poche settimane dalle elezioni le liste che si candideranno alla guida del Comune dell’hinterland chiedono chiarezza al sindaco Gianfranco Masper. Prima la petizione della lista civica capeggiata da Pasquale Gandolfi, vice segretario provinciale del Pd, ora un’assemblea pubblica organizzata dal Movimento 5 Stelle, che punterà sull’architetto Stefano Reale. Una serata, quella di venerdì sera al centro Le Fontane, dai toni collaborativi e poco polemici. “Gli obbiettivi della nostra mobilitazione sono molto chiari – spiega Reale -: informare in modo obiettivo e circostanziato la popolazione, evitare polemiche sterili, coinvolgere le parti sociali indipendentemente dall’appartenenza politica, interpellare degli esperti per la valutazione della questione, individuare degli interventi percorribili per la soluzione dei problemi. Comunicare, ascoltare, imparare e diffondere è la nostra maggiore priorità. Il programma elettorale da noi redatto è quasi tutto a costo zero: parla di ottimizzare le risorse, ridurre gli sprechi, condividere le esperienze e prevenire le disgrazie. Non siamo all’altezza di pontificare sui massimi sistemi, ci "accontentiamo" di sistemare il nostro piccolo mondo antico. Ci avvaliamo di entusiasmo, competenze, ricerche, proposte ,consigli, e accogliendo tutti quelli che vorranno attivamente partecipare al cambiamento".

All’assemblea ha partecipato l’avvocato Jacopo Gnocchi. Sotto il profilo legale, secondo il consulente, esiste la possibilità di creare la figura dell’ ”Amministratore giudiziario” finalizzato alla gestione del cantiere sequestrato che, chiarita la situazione, potrebbe essere riaperto oppure, nell’eventualità, sottoposto a tempestiva operazione di bonifica. Presente anche il consigliere regionale del M5S Dario Violi, che ha spiegato il sistema di biorisanamento adottato da Regione Lombardia su spinta del Movimento 5 Stelle, e il perito chimico Vitamaria Macchitella che ha illustrato gli effetti cancerogeni e mutageni del cromo esavalente e l’impatto sull’ambiente. Il primo cittadino Gianfranco Masper ha potuto spiegare tutti gli interventi svolti dall’amministrazione prima e dopo il sequestro del marzo 2012. A fine serata il candidato del Movimento M5S ha strappato una promessa al sindaco: rieseguire le analisi dell’acqua di falda attorno al cantiere e di rendere pubblici tutti i documenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.