BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega contro Hidrogest, il Pd: “Attacco ingiustificato”

Continua a tenere banco la gestione dell'acqua pubblica in Bergamasca. Dopo la presa di posizione di Hidrogest contro l'attacco sferrato alla società da parte della Lega Nord, arriva il comunicato del Partito democratico che risponde alle critiche del Carroccio.

Continua a tenere banco la gestione dell’acqua pubblica in Bergamasca. Dopo la presa di posizione di Hidrogest contro l’attacco sferrato alla società da parte della Lega Nord, arriva il comunicato del Partito democratico che risponde alle critiche del Carroccio.

Leggiamo da diversi giornali provinciali un attacco della Lega dell’isola Bergamasca e Val san Martino verso il CDA della società Hidrogest. Un attacco al quanto ingiustificato e fuorviante, privo di buon senso verso una gestione che ha portato il livello qualitativo del servizio e della gestione sempre in linea con gli standard europei, investendo costantemente sull’ammodernamento e l’efficientamento del patrimonio dei comuni soci. La dimostrazione di questo sta proprio in qui 23 milioni (e non 32 ci piace pensare che sia solo un errore di battitura) presenti nel Bilancio della società come mutui a fronte di investimenti, che alla loro estinzione diventeranno patrimonializzazioni dell’azienda. Non trascurabile quanto sta accadendo all’interno di Uniacque in questo momento, proprio sul tema delle tariffe e sul modello gestionale su stimolo dei sindaci di comuni soci!

Da sottolineare l’atteggiamento del presidente della Provincia Pirovano (della Lega) che prima convoca un tavolo delle regole e sostiene il gestore unico e quando il TAR disconosce questa posizione salvaguardando Cogeide (società della bassa con socio privato) se ne esce compiaciuto disconoscendo a tutti gli effetti il principio precedentemente sostenuto! A tal proposito si dimostra l’incoerenza di pensiero e si evidenzia la strumentalità dell’attacco leghista. A questo punto però non capiamo nemmeno quanto gli slogan come “padroni a casa nostra” vengano di volta in volta rigirati in funzione di quel che serve perdendo di vista il fatto che la politica deve lavorare nell’interesse dei suoi cittadini. Esprimiamo pubblicamente solidarietà al CDA di Hidrogest riconoscendogli il merito dell’efficienza e del livello qualitativo della gestione dell’azienda totalmente pubblica e quindi costruita con i soldi di tutti i cittadini dei comuni soci nel corso degli anni e per questo rivolgiamo un appello alle istituzioni provinciali e alla Conferenza dei Sindaci bergamaschi di rimettere mano all’intera gestione del servizio idrico integrato bergamasco.

Circoli PD dell’Isola Bergamasca ,Val san Martino e Val Imagna

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da persico daniele

    una domanda al popolo diversamente intelligente del PD:
    sapete leggere la sentenza del TAR? la LEGA sta solo sottolineando quello che il TAR ha deciso…

  2. Scritto da Luigi

    I casi sono 2: o il PD dell’Isola va per conto suo ed è un altro partito rispetto al PD bergamasco, oppure a seconda della poltrona da salvare muta il modo di vedere le cose! In Uniacque il PD fa asse con la Lega e vota l’aumento delle tariffe, nell’Isola si vede che credono di essere in un altro stato. Sveglia, è il TAR che vi ha delegittimato, non avete i requisiti per la gestione autonoma! O anche voi tenete famiglia e pure numerosa?

    1. Scritto da Celeste

      Il PD dell’Isola Bergamasca pensa al bene della comunità e non è interessato alle poltrone di nessuno e non intende tutelare chi pensa solo alla propria posizione a discapito delle tasche dei cittadini.
      Qualcuno spieghi ai cittadini perchè si vuole far fuori un gestore valido per farlo confluire in uno che fa acqua da tutte le parti ?? se lo trovate saremo lieti tutti di ascoltarlo. Grazie

  3. Scritto da giggi

    probabilmente qualcuno vuole metterci su le mani. lega predona.