BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albanoarte, arriva “Micro” Due giorni con Pierre Rigal e la Compagnie dernière minute

Domenica 9 e lunedì 10 marzo la rassegna artistica di Albano Sant’Alessandro ospiterà la prima nazionale di “Micro”. Protagonisti Pierre Rigal e la compagnia teatrale francese, proveniente direttamente da Tolosa.

Ad Albano Sant’Alessandro torna l’appuntamento con Albanoarte. La prossima tappa della 23.esima edizione della rassegna teatrale propone la prima nazionale di “Micro”, spettacolo che vede protagonisti Pierre Rigal e la Compagnie dernière minute de Toulouse.

Sarà possibile vedere l’esibizione domenica 9 e lunedì 10 marzo alle 21 al teatro dell’oratorio Don Bosco.

"Micro" è un’opera rock suonata e cantata da musicisti incredibili. Ballata e diretta da un coreografo che in Francia è già una star. Dopo Parigi, New York, Londra, Bangkok porta il suo spettacolo nella bergamasca.

Da sottolineare che l’esibizione che ha debuttato nell’edizione ufficiale del 64° Festival d’Avignone ed ha all’attivo 141 repliche in 37 città, 8 nazioni e per la prima volta arriva in Italia. Concepita, coreografata e diretta da Pierre Rigal, prevede performance e musica dal vivo.

Sul palco ci saranno Mélanie Chartreux, Malik Djoudi, Gwenaël Drapeau, Julien Lepreux e Pierre Rigal. Si tratta di una sorta di concerto fisico, un’opera microscopica che mette in scena creature pre-musicali che emergono poco a poco da un paesaggio strumentale in movimento.

L’elettricità, come fosse emoglobina sonora, invade lo spazio e connette tra di loro gli elementi. In un corpo a corpo carnale con gli strumenti musicali, questi mostri assurdi si trasformano passo dopo passo e cercano, come cani da caccia, i suoni di cui potrebbero nutrirsi. La giovane energia del rock cattura man mano queste strane bestie in scena. In modo convulso, divertente o demoniaco, la trance li porta in un viaggio che gioca con le frontiere musicali. Sulla loro strada incontreranno alcune dolci ballate che le calmeranno e che ritarderanno il loro definitivo “sovravoltaggio”. La loro mitologia è basilare, violenta, tecnica o organica, ma anche piena di umorismo e poesia. Come afferma lo stesso Pierre Rigal: “Micro racconta come corpo e musica possano interagire e come le vibrazioni dell’aria e del corpo si connettano tra di loro. L’essere umano è un animale musicale, il rocker è un mostro musicale”. L’iniziativa, dunque, si propone come un’esperienza energica che cerca di affrontare i diversi tipi di dialettica che si sviluppano all’interno di un concerto rock e che, attraverso la fisicità dei performers, fa ascoltare, ma anche vedere la musica: Pierre Rigal impone al suo team di musicisti, attori e ballerini alcuni vincoli di movimento e spazio affinché si venga a comporre un’opera romantica, furiosa e musicalmente spaventosa al tempo stesso.

Pierre Rigal nasce come atleta, specializzandosi nel 400 metri e nei 400 metri ad ostacoli. Prosegue poi gli studi in matematica ed economia a Barcellona ed ottiene un diploma per un Master in Cinema. Il suo passaggio nella danza moderna è stato influenzato dall’incontro con diversi coreografi, come Heddy Maalem, Bernardo Montet e Wim Vandekeybus, Nacera Balza, Philippe Decouflé, e registi come Mladen Materic o Guy Alloucherie. Nel 2002 entra a fare parte di una compagnia con il coreografo Gilles Jobin e partecipa alla creazione di Under Contruction ed alla replica di The Moebius Strip (2003). Nel contempo, lavora come regista di video e documentari. Nel novembre 2003, Pierre Rigal fonda la compagnie dernière minute, e crea la sua prima opera, l’assolo érection, diretto da Aurélien Bory. nel Luglio 2005, poi, si esibisce sotto la direzione del coreografo Ariry Andriamoratsiresy in Dans la Peau d’un Autre. L’anno successivo, nell’ottobre 2006, in collaborazione con Aurélien Bory crea Arrêts de jeu per il Théâtre national de Toulose. Nel maggio 2007, nel corso della dimostrazione “comme un été”, Pierre Rigal realizza l’installazione fotografica dal titolo the death is alive, presentata nel il Théâtre national di Toulose. Nel febbraio 2008, Pierre interpreta l’assolo Press, in quanto International Associate artist of the Gate Theatre. Alla fine del 2008, quindi, crea per la ballerina Mélania Chartreux un assolo di 10 minuti dal titolo Que serai-je serai-je, vincendo il concorso nazionale “Talents Danse Adami”. Nel gennaio 2009, infine,nell’ambito del French festival Suresnes Cités Danse crea asphalte, opera per 5 ballerini hip-hop.

Il biglietto per il singolo spettacolo è di 15 euro, ridotto a 3 euro per i ragazzi fino a 14 anni. Per prenotare e per avere ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero 333.9238879. I biglietti prenotati devono essere ritirati entro 20 minuti dall’inizio dello spettacolo, pena l’annullamento della prenotazione e la perdita dei relativi posti.

Albanoarte Teatro Festival è organizzato dall’Associazione Culturale Albanoarte Teatro con il contributo dell’assessorato alla cultura di Albano sant’Alessandro e il patrocinio di oratorio e parrocchia. È possibile avere ulteriori informazioni consultando il sito internet www.albanoarte.com oppure visualizzando la pagina face book www.facebook.com/albanoarteteatro

Per vedere una piccola anticipazione: https://www.youtube.com/watch?v=2REBZ_ydyaw

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.