BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spese in Regione, Feltri e la colazione da 243 euro: “Ma che c. me ne frega”

Più che arrabbiato, il giornalista bergamasco appare annoiato davanti alle polemiche: “Vada a mangiare al Bolognese o al Baretto. Ci vada questa sera con la sua morosa, offro io”.

Più informazioni su

“E’ una polemica logora, che c. vuole che me ne freghi”. E’ il duro commento di Vittorio Feltri dopo la polemica che indirettamente l’ha investito, con quella colazione da 243 euro per un’intervista con l’ex governatore regionale Roberto Formigoni, rimborsata con soldi pubblici.

Il giornalista bergamasco è stato intervistato da “Il Fatto Quotidiano”, senza scomporsi davanti alle domande del cronista. Più che arrabbiato, appare annoiato davanti alle polemiche: “Sinceramente non ricordo di questa colazione da 200 euro. E comunque ho già ricevuto una telefonata da parte di Formigoni: mi ha fatto le sue scuse dopo che il mio nome è finito negli atti dell’inchiesta e sui giornali. Ma io non sono indignato”.

Nemmeno Formigoni sembra esserlo: “Appunto, e comunque non ho mai fatto interviste con lui. Ho scritto molti articoli in passato, anche per criticarlo. Ci siamo incontrati un paio di volte in passato, anche per pranzare. Ma non ricordo il menù, anche perchè non sono un gran mangione”.

Eppure la nota spesa di presidenza è chiara e parla di 243 euro per il servizio colazione: “Vada a mangiare al Bolognese o al Baretto. Ci vada questa sera con la sua morosa, offro io”.

La ricca colazione di Feltri è solo uno degli esborsi folli della Regione Lombardia tra il 2009 e il 2011, quando era ancora governatore Roberto Formigoni (che non è indagato). Conti salati riportati puntualmente nella richiesta di archiviazione nei confronti di 20 ex assessori lombardi inoltrata dalla Procura di Milano nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi illeciti al Pirellone.

Spese pazze appunto ma non passibili di una richiesta di rinvio a giudizio. Nell’istanza firmata dal Procuratore aggiunto Alfredo Robledo e dai pm Paolo Filippini e Antonio D’Alessio, si specifica che sebbene le spese di rappresentanza esaminate presentino “costi sostenuti eccesivi o sproporzionatirispetto al numero e alla rilevanza istituzionale dei commensali, nonché rispetto alla caratteristiche dell’incontro” è stata accertata la loro “coerenza” con le norme vigenti in materia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da al ritmo giusto

    È davvero il colmo che qui vi sia gente disposta a tollerare una colazione per 2 da 243 euro pagata con soldi pubblici. …siete davvero ridicoli. Se per voi basta dire che sono bazzecole, allora a furia di non scandaluzzarci più meritiamo il peggio. Che schifo.

  2. Scritto da battista

    e se togliessimo i rimborsi avremmo risolto i problemi.
    inviti qualcuno paghi tu come faccio io quando invito quacuno

  3. Scritto da residente

    Feltri sindaco subito, un vero lord inglese, da imitare!

  4. Scritto da La verità fa male

    Rispondo ai soliti due/tre piddini che cambiano continuamente nick names 1) quando mi rispondete, tenetevi un nick name e basta 2) 243 € per un bilancio come quello della Regione Lombardia o se rapportato ai disastri dei Comuni di Roma e Napoli sono una questione da nulla 3) i problemi VERI sono le ruberie da milioni/miliardi di euro, non queste bazzecole 4) in quanto al guano, se credo alle favole mi auguro il meglio, se guardo alla realtà italiana devo accontentarmi del meno peggio

    1. Scritto da Nick Benaltro

      Hai dimenticato che i problemi veri sono 1) la fame nel mondo 2) La pace tra gli uomini 3) Il segreto di Fatima 4) La prostata spossata

    2. Scritto da poer marter a te

      ……………………………….,

      ………………………..

    3. Scritto da omuncoli

      Si accontenti del meno peggio e continui a sguazzare nel guano.
      E etichettare gli interlocutori come piddini è solo un modo per non affrontare gli argomenti. Non c’entra nulla la presunta (ripeto presunta) appartenza politica. C’entrano le scelte personali, lei sceglie il guano (meno peggio dice pure, come se la me…avesse una bandiera politica), si elevi, punti a uscire da quelli sabbie mobili. E lo può fare votando a dx o a sx, ma SantoIddio, si elevi.La smetta di propagare la puzza.

      1. Scritto da La verità fa male

        Nel 2010 la scelta per la Regione Lombardia era tra votare Formigoni o votare Penati. Suvvia mi illumini, lei che mi invita a “elevarmi”: quale tra i due candidati presidenti (alla luce di quello che è emerso dopo le elezioni) mi avrebbe fatto elevare fino a portarmi fuori dal guano?

        1. Scritto da omuncoli

          La scelta tra penati e formigoni conta qualcosa quando si deve dire se 243 euro per una colazione sono stati spesi in modo proprio o improprio? Dei 243 euro stiamo parlando, non dell’elezione del governatore lombardo.Lei continua a legare qualsiasi argomento alla politica quasi come fosse un ultras della curva dello stadio.

          1. Scritto da La verità fa male

            Le sono proprio andati di traverso quei 243 € per una colazione… che se non fossero stati spesi in modo improprio avrebbero sicuramente cambiato le sorti e i destini dell’umanità. Guardi, è chiaro che questo è uno dei milioni di scandali e scandaletti di cui trabocca l’Italia, però non intendo passare la mia vita a indignarmi da mattina a sera per i milioni di ladrate dei politicanti. In concreto cosa possiamo farci, imbracciare il fucile o i forconi e fare la rivoluzione??

          2. Scritto da omuncoli

            ha già fatto un passo avanti ammettendo le ladrate che poche righe fa tentava di ignorare. Se si applica potrà anche dire che anche i propri idoli politici a volte fanno ladrate.Si sforzi,io credo in lei.

        2. Scritto da Ben Altro

          Ah ah ah , penati again ! sono 10 anni che lo usi : rinnovati ! Politici , delinquete pure , tanto c’è penati . Firmato “la verità fa male”.

          1. Scritto da il polemico

            beh,fino a quando penati non restituirà quanto tolto ai cittadini milanesi,è chiaro che si continuerà a parlarne,la cosa buffa è che sto penati sarebbe poi stato condannato a risarcire,ma dove li prenderà mai i soldi??visto che ormai non ha più le mani in pasta e che i 170 milioni sono gia stati spesi dall’amico?mistero della fede

          2. Scritto da Penny Mps

            Se ha commesso qualche reato che paghi ma …… solo per curiosità, se li ha presi l’amico perchè li chiedi a lui ? Perchè non gliene hanno trovati ? O forse perchè non è stato affatto condannato a risarcire ? Un conto è chiedere il risarcimento un altro è essere condannati a farlo , porta pazienza.

  5. Scritto da il polemico

    la regone lombardia stanzia per ogni consigliere 1000 euro mensili(un tempo superavano i 2000 euro) da spendere per cene o inviti personali,quindi questo scandalo è del tutto legittimo,anche se è veramente uno scandalo che tutti i consiglieri applicano ma che stranamente se ne parla sempre a senso unico.da eliminare subito

  6. Scritto da giuan de ghisa

    La generazione dei menefreghisti che ci ha messo in queste condizioni.

  7. Scritto da F.R.

    Quello che è incredibile è la chiusura dell’articolo. Gli inquirenti sembrerebbero considerare “sprecati” i soldi spesi pur legittimamente, non essendo di loro gradimento gli ospiti. Forse che esorbitano quel tantinello dal loro mandato? E i giornali devono proprio inseguire questi fuochi fatui, gridando “Londra brucia”?

    1. Scritto da Luciano Avogadri

      Signor F.R. mi dispiace che non si firmi per esteso, ma mi permetta di dirle che condivido la sua opinione, almeno per quanto riguarda i Magistrati. Non mi piacciono i Grandi Vendicatori, o i Difensori del Popolo, soprattutto in quella posizione. Per quanto riguarda i giornalisti, nel caso specifico BergamoNews, trovo invece assolutamente normale che pubblichino una notizia che sicuramente ha un interesse pubblico. Mi dispiace solo che non abbiano indagato e svolto la loro funzione prima.

  8. Scritto da Christiancolle

    Dunque Formigoni avrebbe detto a inizio pranzo a feltri che pagava la regione?????visto che sembra che lo sappiate tutti….se uno di voi mi offrisse il pranzo mica gli chiedo di chi sono i soldi….ah,ma voi preferite i pranzi alla caritàs con i poveri migranti

    1. Scritto da 035

      Se qualcuno mi invita a pranzo, io me lo chiedo eccome il chi paga e perchè!

      1. Scritto da Rob

        Io non me lo chiedo assolutamente.

  9. Scritto da La verità fa male

    Sarebbe interessante “pedinare” tutti i giornalisti RAI (sinistroidi compresi) visto che anche loro sono pagati con i soldi pubblici del canone, e sapere per filo e per segno la loro nota spese fino al centesimo di euro, con quali mezzi viaggiano e dove alloggiano e in quali ristoranti pranzano. Magari si scoprirebbe che alcuni di loro non badano a spese, e sono sicuro che salterebbe fuori qualcosa da far impallidire i 243 € della colazione di Feltri

    1. Scritto da omuncoli

      il sig la verità quando è nel guano invece di avere l’aspirazione di uscirne va a cercare altro guano. Probabilmente gli piace sguazzare in tale materia. Non si augura il meglio, va a cercare il peggio. E ci credo che la verità gli fa male, non tenta nemmeno di uscire dallo schifo, va a cercare altro schifo.Lui dice, si però anche gli altri…Contento lui…

      1. Scritto da giupì

        Concordo in toto e dissento in toto con la verità fa male.

    2. Scritto da giangi

      magari si scopre o forse no. 243 euro per una colazione sono tanti o pochi?

    3. Scritto da Ben Altro

      Ah ah , sono sempre “ben altri” i giornalisti o politici di cui occuparsi ! Mai quelli oggetto dell’articolo se sono del pdl

  10. Scritto da doremifasol

    Uno dei pochi giornalisti non sinistroidi…..e infatti gli altri giornalisti non gliela perdonano

    1. Scritto da 035

      quindi sei contento di avergli offerto la colazione, suppongo

    2. Scritto da Neurone

      E per questo gli paghiamo (soldi nostri) le colazioni da 243 euro ? Tu o sei feltri o sei formigoni o ….. sei fuso.

  11. Scritto da Carlo Pezzotta

    Vicende giudiziarie del sig (minuscolo) feltri:http://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Feltri

  12. Scritto da vertex

    bella la foto che avete postato ! su il mento , alla doni !
    dio li fa e bergamo li accoppia !

  13. Scritto da feltrinhait 243

    è sempre stato un doppiogiochista , furbetto , fa la voce grossa stando però sempre dalla parte forte ….. tipico di un individuo subdolo e meschino che nel nostro paese di corrotti e faccendieri ci sguazza alla grande

  14. Scritto da angela

    vergognarsi proprio mai sta gente? Ti credo che non gli frega niente tanto paghiamo noi!!

  15. Scritto da Carlo Pezzotta

    Diceva, Feltri nel 1992:ammesso e non concesso che un magistrato abbia sbagliato, ecceduto, ciò non deve autorizzare i ladri e i tifosi dei ladri… gli avvoltoi del garantismo… a gettare anche la più piccola ombra sulla lodevole e mai sufficientemente applaudita attività dei Borrelli e dei Di Pietro. poi nel ’94:durante la sua permanenza alla direzione del Giornale, Feltri accumula ben 35 querele da parte del magistrato Antonio Di Pietro. Bel personaggio eh??!! Una vera vergogna x Bergamo.

    1. Scritto da La verità fa male

      Per restare ai giorni nostri, i “forcaioli de’ noiartri” sono quelli che hanno preteso le dimissioni del sottosegretario Gentile (alfaniano) ma non hanno preteso le dimissioni dei quattro sottosegretari PD grazie a dotte precisazioni giuridiche (“sono solo indagati e non rinviati a giudizio”). Feltri non mi piace (preferisco LIBERO al giornale leccapiedi del capo) ma ce ne sono come lui e peggio di lui, tra i politicanti voltagabbana e i giornalisti garantisti a giorni alterni

      1. Scritto da 035

        Per una volta, sono quasi d’accordo con te: la maggioranza del PD è indecente. Su Feltri invece dissento: il fatto che siano tanti, non giustifica nessuno: ogni centesimo lo paghiamo noi.

      2. Scritto da Ben Altro

        Cioè ce ne sono ” ben altri” ? Ah ah ah

      3. Scritto da giangi

        quindi 243 euro sono pochi

  16. Scritto da mavala

    Pensa un po’ io pago il ticket sui medicinali perché Formigoni doveva offrire il pranzo al moralizzatore!!! Incredibile.

  17. Scritto da Marco

    Concordo con Beppe, come gli girano adesso che l’hanno beccato con le mani nella marmellata, come gli girano…

  18. Scritto da Marco Cimmino

    Se si trattasse di libero mercato, condividerei in toto: ho i soldi e ne faccio quello che voglio. Mangiare al Baretto mica e’ un delitto. Il punto chiave non e’ dove vado e quanto spendo, ma chi offre: se Feltri mi offre una cena al Bolognese, e’ affar suo. Il problema e’ che la colazione da 240 euro non gliel’ha offerta Formigoni, ma i contribuenti lombardi. Formigoni faccia il figo con i suoi soldi, non con i miei, per capirci…

  19. Scritto da Beppe

    Tutto ok se non fosse che il Vittorio, pensionato all’eà di 53 anni, è il primo che scassa quando queste cose succedono agli altri…….
    E che titoloni……