BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Vogliamo meno voli” 3 settimane di festa per la chiusura di Orio

Tre settimane di “festa dell’aria” a Orio al Serio. Legambiente di Bergamo e della Lombardia stanno preparando un pacchetto di iniziative da sviluppare nel mese di maggio durante la chiusura dell’aeroporto per il rifacimento della pista: "Sarà possibile notare la differenza con quando ci sono come ogni giorno 170 voli, davvero troppi"

Tre settimane di “festa dell’aria” a Orio al Serio. Legambiente di Bergamo e della Lombardia stanno preparando un pacchetto di iniziative da sviluppare nel mese di maggio durante la chiusura dell’aeroporto di Orio al Serio per il rifacimento della pista. Lo scalo di Orio al Serio chiuderà per 21 giorni (da martedì 13 maggio a lunedì 2 giugno) per essenziali lavori di manutenzione della pista.

“La prima domenica di chiusura ci “riprenderemo” gli spazi vivibili attorno allo scalo con una biciclettata ed una "festa dell’aria" che durerà tutta la giornata -queste le parole Nicola Cremaschi (Legambiente Bergamo) e Dario Balotta (Legambiente Lombardia) alla conferenza stampa di presentazione – il nostro obiettivo è quello di mostrare la differenza tra quando ci sono 170 voli e quando non ce ne sono”.

Le tre settimane di stop arrivano proprio a cavallo delle elezioni comunali in città, in programma domenica 25 maggio: “Analizzando i programmi iniziali di due su tre delle amministrazioni candidate ci sembra che la questione Orio non sia ancora stata trattata nel modo adeguato. Anche per questo vogliamo alzare la voce affinchè il Comune ci dedichi maggior attenzione”.

Durante la manifestazione si raccoglieranno anche le firme per una riduzione dei voli diurni e la chiusura dello scalo ai voli notturni: “Ci sembra  un controsenso organizzativo  che Sacbo – insiste Balotta – abbia imposto a Ryanair di spostarsi, durante le tre settimane di chiusura, nel lontano scalo di Malpensa quando a pochi chilometri c’è, vuoto, quello di Montichiari”.

.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da che pochezza

    turismo di massa cancro dei tempi moderni.
    tutti su un aereo per andare in luoghi non luoghi, mangiando ai fast food e comperando magliette nelle stesse catene di negozi presenti nella propria citta’. e chi se ne frega dell’aeroporto killer e dei diritti dei cittadini!
    e’ civilta’ questa?
    per me e’ barbarie

  2. Scritto da Elio

    Io abito nel quartiere San Tomaso, sotto la rotta degli aerei, a me non danno fastidio. Penso che la maggioranza dei cittadini sia favorevole all’aeroporto. E’ comodo poter prendere l’aereo dalla propria città, senza inutili viaggi per raggiungere altri scali lontani.

    1. Scritto da e le storie...

      Il fatto che tu faccia Tafazzi di cognome non è un nostro problema. Se a te piace darti bottigliate sugli zebedei, son fatti tuoi.

    2. Scritto da El loco

      Graaaande! Io invece abito a Colognola e gli aerei mi danno fastidio perchè stanno distruggendo un bellissimo quartiere, inquinano sia dal punto di vista atmosferico che acustico e sono un costante pericolo dato che potrebbero cadere. Quindi la salute di una collettività e la collettività stessa sono messe a rischio. Però se devo prendere l’aereo almeno non devo fare inutili viaggi. Sei n graaaande Elio.

    3. Scritto da Andrea

      è proprio questo il punto! io non credo proprio che quelle migliaia di persone che si lamentano non abbiamo mai preso l’aereo da orio…

  3. Scritto da economist

    Bergamo quintultima per turismo, seconde case da svendere, bg e’ sempre stata ricca anche senza aeroporto, ci sono + turisti in citta’ che non hanno l’aeroporto, su orio mangiano le multinazionali non i bergamaschi. posti di lavoro si , ma a che prezzo ? inquinamento acustico e ambientale, traffico, case svalutate, rischio sul tetto?
    servizio si’, ma almeno fateli volare alti , non cosi’ rasoterra o dobbiamo scendere a spingerli per fargli risparmiare carburante?

  4. Scritto da Andrea

    non so se provare pena per queste persone o andare avanti e pensare che dal 3 di giugno tutto tornerà come prima…

    1. Scritto da roberto

      concordo.. soprattutto quando leggo commenti del tipo “l’aeroporto non porta benefici all’economia.. ” v. sotto… si commentano da soli

      1. Scritto da Geppo

        anche l’ilva porta benefici economici, anche la mafia porta lavoro: quindi vengono prima i soldi della salute? faccelo sapere, così ci regoliamo.

        1. Scritto da roberto

          Non ho detto questo. Rilegga bene: ho solo scritto che dire che l’aeroporto non porta vantaggi per l’economia mi sembra una cosa fuori dal mondo. Il discorso salute l’ha aggiunto lei

        2. Scritto da Andrea

          ma voi che paragonate l’ilva o la mafia a un aeroporto sapete di cosa state pèarlando?? siete da DENUNCIA!

          1. Scritto da Geppo

            Le sfugge il concetto di paradosso. Ripassi la lingua italiana, poi faccia il giudice.

          2. Scritto da Roberto

            Gli aeroporti inquinano in tutto il mondo, non solo a Bergamo.
            Stai manzo!

  5. Scritto da Bergamasco

    Mi piacerebbe sapere cosa fanno di lavoro i signori che hanno scritto sopra. E poi augurargli di restare senza lavoro !

    1. Scritto da lkj

      Sarebbe come se noi augurassimo a te di rimanere senza salute. Quale scegli?

    2. Scritto da Uessica

      Infatti! L’aeroporto di Orio porta e da lavoro a tantissime famiglie! Se vi da tanto fastidio l’aeroporto andate a vivere in campagna!

  6. Scritto da goku

    Cosa dovrebbero dire quelli che vivono vicino alle stazioni, alle autostrade? I paesi negli ultimi anni sono cresciuti e sono sorte diverse case vicino all’aeroporto…sarei curioso di sapere quanto sono state pagate le suddette case…

    1. Scritto da azzanese

      goku, ma tu dove cavolo abiti , dentro i corridoi dell’aeroporto ? si’ perche’ fai sempre finta di capire. le ns case sono degli anni 60, vuoi comprarla tu che te la svendo la mia casa ? o abiti dove dovrebbero passare gli aerei e sei contento che li fanno sterzare su noi? Abiti in Citta’ Alta ? ci sei o ci fai ? sei un po’ limitato, cambia disco, informati. Abiti sul Resegone ? vuoi vedere i rogiti ? Sei contento che volino troppo bassi sulle case ? Sei contento che ad Azzano ne e’ caduto uno?

    2. Scritto da Andrea

      è lo stesso discorso anche per tutti gli altri aeroporti, prima tutti felici che comprano casa con poco, poi tutti che piangono che l’aeroporto rovina le loro poooovere vite e quindi nascono comitati come funghi (poi nel periodo estivo sono tutti in fila per fare i check in nei suddetti aeroporti)

    3. Scritto da El loco

      Come case normali dato che c’erano già prima che l’aeroporto si sviluppasse in manierea così spropositata!! Ala goku torna a combattere con vegeta che è meglio!

  7. Scritto da Laura

    L’aeroporto deve rispettare le regole! Non può calpestare migliaia di cittadini per il proprio tornaconto!

  8. Scritto da Claudio

    Che rimanga chiusa a lungo, tanto è stato dimostrato che non porta nessun beneficio all’economia della nostra provincia. Ci guadagnano pochi e ci perdono in salute tantissimi cittadini.

    1. Scritto da Massimo Paravisi

      Non porta benefici all’economia bergamasca????
      Gli spritz sarebbe meglio berli dopo aver scritto, non prima…

      1. Scritto da roberto

        e secondo il sig. Claudio è stato pure dimostrato… Claudio, facci sapere da chi, siamo curiosi!

        1. Scritto da Claudio

          Mi spiace roberto che tu abbia la connessione solo da due giorni, perchè proprio tre giorni fa questo giornale riportava un articolo nel quale si diceva che il turismo in provincia è a livelli bassissimi. Visto che sei curioso, vai a cercarlo.

          1. Scritto da roberto

            Non dispiacerti per me! Dire che l’aeroporto non porta benefici vuol dire secondo me vivere fuori dal mondo. Non sto dicendo che non ci siano anche aspetti negativi, per carità, ma ritengo che questo non giustifichi il voler negare a tutti i costi anche la parte positiva. Inoltre non mi hai ancora risposto (a meno che intendi dire che la colpa dei turisti che si fermano poco a BG sia dell’aeroporto)

          2. Scritto da Claudio

            Non fare il furbetto con sillogismi strampalati: nessuno ha detto che l’aeroporto impedisce ai turisti di fermarsi. In verità è solo stato scritto da questo giornale che il turismo nella nostra provincia langue.

          3. Scritto da Roberto Spadoni

            La tua motivazione non sta né in cielo né in terra, perché il turismo di Bergamo è una frazione di tutto il traffico di Orio, ma Enrico Pizzini della Sacbo ha recentemente dichiarato che circa il 45/50% dei passeggeri di Orio gravita su Milano. Infatti l’aeroporto di Orio (BGY) è sotto l’area metropolitana MIL. fonte: http://www.affaritaliani.it/fattieconti/volare-a-new-york-per-10-dollari070314.html?ref=rss

  9. Scritto da enrico

    Secondo me i lavori porteranno alla luce i reperti di un’antica civiltà, in modo che la pista rimarrà chiusa per sempre.

  10. Scritto da faber

    Si, ma solo con l’aria non si campa,…. l’aeroporto di Orio e il suo indotto porta un sacco di posti di lavoro, infatti molti esercenti di hotel , ristoranti , negozianti ecc ecc sono già preoccupati per queste 3 settimane di chiusura

    1. Scritto da Marcello

      Non viviamo tutti di commercio e turismo….