BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Variante, venerdì l’incontro tra Pirovano e il sindaco di Zogno

Incontro molto atteso tra il sindaco di Zogno, Giuliano Ghisalberti, e il Presidente della Provincia di Bergamo, Ettore Pirovano, per discutere, tra l'altro, dell'andamento della variante di Zogno. I due si vedranno venerdì sera, per la prima volta dopo l'annuncio della lievitazione dei costi dell'opera. Si tratterà di una riunione tecnica, in cui verranno valutati lo stato di avanzamento dei lavori e i probabili oneri aggiuntivi.

Incontro molto atteso tra il sindaco di Zogno, Giuliano Ghisalberti, e il presidente della Provincia di Bergamo, Ettore Pirovano, per discutere, tra le altre cose, dell’andamento della variante di Zogno. I due si vedranno venerdì sera, per la prima volta dopo l’annuncio della lievitazione dei costi dell’opera. Si tratterà di una riunione tecnica, in cui verranno valutati lo stato di avanzamento dei lavori e i probabili oneri aggiuntivi.

Il tracciato sembrava, di fatto, concluso: la prima galleria era stata terminata nel giugno 2013 e, a dicembre, anche la seconda sembrava sostanzialmente realizzata. Mancavano ancora i necessari interventi di contorno, come l’illuminazione e la pavimentazione; opere, comunque, di facile realizzazione, tanto che gli stessi Pirovano e Ghisalberti si erano detti entusiasti dei tempi rispettati. Martedì 4 marzo, invece, l’improvviso annuncio dell’aumento dei costi, che, secondo stime ufficiose, sembrano assai ingenti (si parla addirittura di una ventina di milioni di euro). Una cifra che potrebbe addirittura condurre al rischio di fermare temporaneamente i lavori. Il presidente della Provincia, invitando ad evitare ogni tipo di allarmismo, si era però detto sicuro della risoluzione a breve termine del problema, con un intervento da valutare con la Regione. Dello stesso avviso il Sindaco di Zogno, Giuliano Ghisalberti, che esprime molta perplessità nei confronti delle stime del rialzo: “Ci sarà una lievitazione – ammette -, ma sicuramente non di quella entità. La valutazione iniziale era stata di 44,4 milioni, non mi sembra possibile che i costi dell’opera vengano ora aumentati del 50%”. Comunque, il Sindaco rimanda ogni ulteriore valutazione e commento dopo l’incontro chiarificatore di venerdì.

La riunione è attesissima per più di un motivo: fra le altre cose, a maggio sono previste le elezioni amministrative nel Comune di Zogno e un intoppo di questo tipo potrebbe influire sull’esito della tornata elettorale.

Fabio Tiraboschi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da elena

    Sempre la solita minestra. In tutte le opere pubbliche i preventivi vengono sempre sforati del 30% – 40% – 50% . L’ennesima dimostrazione dell’inefficienza dell’intero sistema italiano

  2. Scritto da attento

    Ma si sono accorti solo adesso ? Le cose sono due, o stiamo parlando di una grossa bufala studiata ad arte in vista delle elezioni per far vedere che il presidente i soldi per le opere li trova oppure mi chiedo come mai il Presidente Pirovano più volte ha ribadito in pubblico che i soldi per la galleria c’erano e chi sosteneva il contrario mentiva. Bho io francamente faccio fatica a capire.

  3. Scritto da Pluto

    Non capisco il motivo per cui anche il Comune di Zogno ci metta naso. Anche i Zognesi hanno messo dei soldi e quindi ce ne dovranno mettere ancora per chiudere? Anche perchè già immagino che i negozianti di Zogno si lamenteranno che la variante gli ha tolto un sacco di entrate…. come già fecero quelli di S.Pellegrino.

  4. Scritto da Sergio

    Siamo in attesa e in ansia dell’ennesima bella notizia da parte degli amministratori dei nostri soldi!