BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Made in Italy e qualità A Milano il design targato Bergamo fotogallery

L’esposizione “Design: stile di vita italiano”, organizzata da Aide factory Milano e dall’associazione bergamasca @Italia Racconta con il patrocinio dell’assessore a moda, eventi ed Expo 2015, si potrà visitare fino a venerdì 7 marzo. Esposti pezzi unici di moda, arte e arredo.

Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano, si tinge dei colori e delle luci di Bergamo. La mostra Design: stile di vita italiano, organizzato da Aide factory Milano e l’Associazione bergamasca @Italia Racconta con il prezioso aiuto e patrocinio dell’assessore Moda, eventi ed Expo 2015 della Provincia di Milano, Silvia Garnero, propone fino a venerdì 7 marzo una bella collettiva di designers con pezzi unici e rigorosamente targati made in Italy.

Moda, arte, arredo sono tutti magistralmente rappresentati. Scarpe artigianali prodotte in pezzi unici e su misura di Manuela Gomez; gioielli cesellati con maestria orafa di Patricio Parada; luminose montature di occhiali da sole di Glassing; divertenti e preziosi linee di complementi d’arredo di Vito Nesta e bellissimi tessuti tagliati in linee pulite e armoniose degli abiti di Lunatica. A rappresentare l’ingegno bergamasco spiccano le opere colorate di Carpe Diem, e dei suoi artisti dello show room di Paladina: Anacleto Spazzapan, che conquista tutti con le sue sedute in tondini di ferro saldato e i variopinti tavoli e sedie in lamiera riciclata e Giacomo Mondini con la sua linea dedicata al riutilizzo dei pneumatici.

L’incontro dell’arte con l’innovazione del design creano una quinta teatrale inaspettata all’occhio del visitatore. Entrando dallo storico portone di corso Monforte l’impatto visivo ed emotivo è forte. La "grande bellezza" si staglia davanti agli occhi. La cura fotografica della messa inscena accompagna per mano chi s’affaccia sul Cortile Maggiore del Palazzo. Preziosi cubi di metallo cesellati con lettere sparse, realizzati dall’artista Paolo Mezzadri, e una sinuosa scultura "goccia" che si allunga verso il cielo sfidando le leggi gravità conducono anche l’osservatore meno attento verso il tripudio dei colonnati, dove l’arredo by Carpe Diem trova il suo naturale palcoscenico. Un panthome d’effetto che si ripete in tutte le opere esposte. Tutto completato e impreziosito dalle lampade scultura di Anna maria di Biccari, designer di Sedrina, che al calar della luce danno un tocco di magia rifrangendo le luce caldi attraverso la cellulosa che sembra quasi cesellata.

Tenere a freno gli scatti è impossibile. Anche i profani come me riescono a portarsi a casa una fotografia d’autore e un pezzo della maestria dei nostri creativi orobici. Come diceva Saul Bass il design è un pensiero reso visibile, ed il pensiero di Pierangelo Monzani e dei suoi artisti unito a quello di Annamaria Di Biccari è visibilmente bello e bergamasco in terra meneghina.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.