BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uccise il ladro Matteo Salvini ad Arzago incontra Antonio Monella

Mercoledì 5 marzo il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini incontro ad Arzago d'Adda Antonio Monella, l'imprenditore condannato a sei anni e due mesi per aver ucciso un rapinatore che tentava di rubargli il Suv: il Carroccio per lui continua a chiedere la grazia.

La Lega Nord continua a manifestare la propria solidarietà ad Antonio Monella, l’imprenditore di Arzago d’Adda condannato dalla Cassazione a sei anni e due mesi per aver ucciso, 8 anni fa, un rapinatore di origine albanese che, dopo essersi introdotto nella sua abitazione, stava tentando di rubargli il Suv.

Il Carroccio ha accolto e rilanciato la proposta del sindaco di Arzago e segretario provinciale del Pd Gabriele Riva, che aveva annunciato la volontà di costituire un comitato a favore della richiesta di grazia per Antonio Monella, e mercoledì 5 marzo si incontrerà, nella persona del segretario federale Matteo Salvini, con l’imprenditore.

Solidarietà anche da Roma dove martedì il capogruppo in Commissione Giustizia per la Lega Nord a Montecitorio Nicola Molteni ha ribadito la posizione del partito: "Voglio manifestare a nome del gruppo della Lega Nord la solidarietà del nostro movimento ad Antonio Monella, l’imprenditore bergamasco che proprio in questi giorni e’ stato condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione a sei anni e due mesi di carcere e a un risarcimento di 150 mila euro per aver esercitato il diritto di legittima difesa, nei confronti di una banda di criminali che sono entrati all’interno della sua abitazione. Questo imprenditore è una persona onesta, perbene. Per difendere se stesso, l’incolumità propria e quella della sua famiglia, è stato condannato a sei anni di carcere. Oggi siamo noi a lanciare un messaggio al Capo dello Stato per chiedere la grazia per questo imprenditore, e mi auguro che da parte del Governo, da parte del Ministro, da parte del Viceministro Costa ci sia vicinanza, solidarietà e sostegno a questa proposta della Lega, perchè noi stiamo sempre dalla parte delle vittime, dalla parte di Abele e non di Caino. Da parte nostra non c’è demagogia, non c’è populismo, solo sano realismo".

Lunedì il segretario provinciale della Lega Nord Daniele Belotti aveva invitato tutti i leghisti a sostenere le iniziative del comitato per la richiesta di grazia per Antonio Monella sottolineando come "in casi come questi bisogna superare gli steccati ideologici e i colori di partito negli interessi dei nostri cittadini. Il fatto che Riva sia anche il segretario provinciale del Pd non è un freno ma piuttosto un’opportunità per avere qualche possibilità in più di convincere il Presidente della Repubblica in questo atto di clemenza".

E proprio al presidente Napolitano sarà indirizzato un appello che sottoscriveranno i parlamentari bergamaschi della Lega Nord con i consiglieri regionali, provinciali e i sindaci che avrà l’obiettivo, fanno sapere dalla sede del Carroccio bergamasco, "di evitare il carcere a un uomo che non ha fatto altro che difendere la propria casa e la vita della propria famiglia".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pegorer roberto

    allucinante. ma questi giudici vivono su marte o in sulla terra !!!?? tutta la solidarietà ad antonio; hai fatto quello che dovevi

  2. Scritto da werner

    A me fa già imbestialire già solo il risarcimento per la famiglia dell’albanese figuriamoci la galera per una persona che ha semplicemente difeso la sua famiglia.

    1. Scritto da roberto pegorer

      e poi… chiedere la grazia in ginocchio ??? ma scherziamo..?? siamo fuori di testa !! evvai!! qualcuno salvaguardia solo i delinquenti !!! evviva !!