BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il M5S si presenterà anche a Seriate, candidato scelto online

Pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento 5 Stelle in merito alla presentazione della lista civica alle prossime elezioni di Seriate. Il candidato sindaco sarà scelto attraverso la piattaforma online Liquid Feedback.

Pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento 5 Stelle in merito alla presentazione della lista civica alle prossime elezioni di Seriate.

Dopo Bergamo, Treviolo, Stezzano, Albino, Dalmine e Trescore Balneario anche a Seriate i cittadini potranno scegliere di condividere le idee e le proposte del MoVimento 5 Stelle per una città diversa. Come tutte le liste 5 Stelle anche quella seriatese sarà composta esclusivamente da cittadini residenti nel territorio del comune, incensurati, e alla prima esperienza politica. Il portavoce candidato sindaco sarà scelto mediante votazione online sulla piattaforma deliberativa provinciale basata su Liquid Feedback, mentre il programma verrà elaborato insieme ai cittadini. A questo scopo è stato pubblicato sul sito http://bergamo5stelle.it/seriate/un questionario tramite il quale ogni seriatese può contribuire suggerendo idee o individuando gli ambiti di maggiore criticità. Il gruppo degli attivisti di Seriate, che da quasi due anni è presente sul territorio e partecipa assiduamente ai Consigli Comunali, ritiene urgente che si ponga fine alle politiche di alienazione dei beni comuni della città condotto negli ultimi vent’anni: il territorio è stato cementificato senza alcun criterio (a breve pubblicheremo una nostra indagine sulla occupazione degli immobili), mentre i servizi sono diventati risorse per privati e cooperative di gestione dai bilanci più o meno in salute (vedi piscine), invece che per la cittadinanza.

La sfida che il Movimento 5 Stelle di Seriate intende condividere con cittadini è che sia possibile, seguendo il paradigma dei "comuni virtuosi" coniugare un modello di efficienza amministrativa e politiche di crescita sostenibile, con i vincoli di bilancio. Siamo convinti che Seriate possa diventare una città dove semplicemente vivere e abitare bene, con servizi efficienti ed aria respirabile. Sosteniamo che il primo dovere di un’amministrazione sia quello di rendere vivibile e sicura la città, contrastando con scelte mirate la degenerazione di interi quartieri in tetri dormitori o impenetrabili ghetti, come invece perseguito più o meno volontariamente in questi anni con i risultati che paghiamo tutti i giorni in termini di sicurezza, crisi del commercio di vicinato, costi negli spostamenti e nelle manutenzioni. Le premesse fondamentali per obiettivi di questa portata, e che per noi sono valori irrinunciabili, sono la trasparenza amministrativa e il controllo del territorio.   La prima ha come obiettivo la partecipazione vera dei cittadini alle scelte collettive attraverso ad esempio l’istituzione di Consigli di Quartiere titolari di un proprio bilancio: in un Comune dove non si è riusciti, nonostante le nostre insistenze, nemmeno a provare a trasmettere le sedute del Consiglio Comunale in streaming, certo rappresenterebbe una vera e propria rivoluzione nell’interesse di tutti.

La seconda, nella sua banalità, è indispensabile per condurre qualsiasi politica che si prefigga l’obiettivo di un uso intelligente delle risorse: abbiamo bisogno di conoscere in modo approfondito la situazione della città ad esempio in termini di occupazione degli immobili (il Piano di Governo del Territorio del 2010 si basa su vaghi dati del 2001) di efficienza energetica e sanitaria degli stessi (iniziando da quelli di proprietà comunale), comprendere le dinamiche legate alla mobilità, certificare la produzione di rifiuti per nucleo familiare in modo che ciascuno paghi per quello che consuma ed inquina.   Siamo certi, che queste idee e questi progetti siano realizzabili semplicemente perché le città che funzionano in questo modo esistono già, e non sono tanto lontane. Con un po’ di buonsenso e partecipazione saranno realizzabili anche a Seriate, a partire da Giugno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alexxx

    Basta leggere poche righe del comunicato stampa x accorgersi che sono solo belle intenzioni scritte da neofiti. Consigli di quartiere con propri bilanci? Quartieri ghetto? Ma dove vivono questi signori? Ma spt credono di poter realizzare senza soldi le favole che scrivono?!?!

    1. Scritto da spyke 5 stelle

      Un bel viaggetto a Parma, Capannori e Ponte nelle Alpi no? Sono tutte misure a costo zero, caro professore. Il problema principale sono i preconcetti.

  2. Scritto da auguri!

    A redigere un programma sono capaci tutti, altra cosa è realizzarlo, altra cosa è farlo in modo che sia rispondente agli interessi della maggioranza dei cittadini e non del solito 4% che tiene in pugno la vecchia politica, dove una mano lava l’altra: https://www.bergamonews.it/cronaca/rimborsi-regionali-rischiano-il-processo-5-ex-consiglieri-bergamaschi-186548, e altri 60 che bergamaschi non sono. Sono questi quelli bravi? Quelli competenti? Quelli capaci? Quelli a cui affidarsi?

    1. Scritto da frank

      Di sicuro hanno un modo diverso di lavorare, leggi il capito “trasparenza” http://www.violidario.it/.

  3. Scritto da auguri!

    A redigere un programma sono capaci tutti, altra cosa è realizzarlo, altra cosa è farlo in modo che sia rispondente agli interessi della maggioranza dei cittadini e non del solito 4% che tiene in pugno la vecchia politica, dove una mano lava l’altra: https://www.bergamonews.it/cronaca/rimborsi-regionali-rischiano-il-processo-5-ex-consiglieri-bergamaschi-186548, e altri 60 che bergamaschi non sono. Sono questi quelli bravi? Quelli competenti? Quelli capaci? Quelli a cui affidarsi?

  4. Scritto da Lucio

    Ma almeno siate onesti. Non siete in grado di redigere un programma e allora chiedete aiuto.!! A due mesi dalle votazioni non sapete ancora cosa proporre.

  5. Scritto da Scettico

    Be li sceglieranno con la rete, ma poi quando li cacciano la rete a cosa serve se decide il capo?

    1. Scritto da GINO

      Guarda che le espulsioni sono state votate, i sindaci in valdisusa cacciati dal pd che combattevano una battaglia sacrosanta chi le ha decise?

  6. Scritto da Mah

    Dio mio … Ma questi dove credono di andare … Al circolo del cricket ?