BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dublino senza Berlusconi Il tribunale gli nega espatrio per congresso Ppe

Silvio Berlusconi non può andare a Dublino, dove il 6 e il 7 marzo si svolgerà il congresso del Partito Popolare Europeo, perché il Tribunale di Milano ha negato l'espatrio all'ex premier, condannato a quattro anni di reclusione per il caso Mediaset.

Niente Dublino per Silvio Berlusconi. All’ex premier – condannato definitivamente a quattro anni di reclusione per il caso Mediaset e al quale è stato revocato il passaporto – il Tribunale di Milano ha negato il permesso di espatrio per recarsi al congresso del Partito Popolare europeo nella capitale dell’Irlanda, in calendario il 6 e 7 marzo prossimo. La conferma arriva dallo stesso Tribunale di Milano. Il febbraio scorso Silvio Berlusconi aveva espresso più volte il desiderio di voler partecipare al congresso in quanto numero due del partito.

Ai giudici di Milano aveva inoltrato la richiesta, dopo che gli era stato ritirato il passaporto, ma è stata respinta.

La decisione è stata motivata come una conseguenza del fatto che Berlusconi è stato condannato in via definitiva a quattro anni di reclusione – di cui tre condonati dall’indulto – per l’accusa di frode fiscale, in merito a irregolarità nella compravendita dei diritti tv da parte del gruppo Mediaset.

L’onorevole Daniela Santanché di Forza Italia giudica "vergognosa" la decisione del giudici di Milano: "Dovrebbero spiegarci quali motivazioni inducono a negare il permesso al leader del maggiore partito di centrodestra a recarsi a Dublino il 5 e 6 marzo in occasione del congresso del Partito Popolare Europeo, con le elezioni europee alle porte. Certi magistrati continuano a fare politica, calpestando l’ordinamento. Dobbiamo reagire, anche per salvaguardare la tripartizione dei poteri, prevista dalla nostra costituzione".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Armando

    Io glielo avrei dato per la sola andata. Con tanti auguri

  2. Scritto da Markm

    per fortuna,ha già fatto tantissimi danni al paese !

  3. Scritto da carlo

    possono mandare una sagoma di cartone .tanto è uguale