BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bolgare, tasse più alte per gli immigrati, il Pd: “Intervenga il ministro”

I parlamentari bergamaschi del Partito democratico hanno presentato un'interrogazione al ministro dell'Interno Angelino Alfano per chiedere chiarezza sul caso dell'aumento delle tasse per il rilascio della certificazione di idoneità alloggiativa nel Comune di Bolgare. Per la precisione, 500 euro, cifra difficilmente sostenibile da chi utilizza maggiormente il servizio: gli immigrati.

I parlamentari bergamaschi del Partito democratico hanno presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno Angelino Alfano per chiedere chiarezza sul caso dell’aumento delle tasse per il rilascio della certificazione di idoneità alloggiativa nel Comune di Bolgare. Per la precisione, 500 euro, cifra difficilmente sostenibile da chi utilizza maggiormente il servizio: gli immigrati. Il certificato infatti è necessario ottenere il contratto di soggiorno con il datore di lavoro, per espletare le pratiche di ricongiungimento familiare con persone maggiori di 14 anni e per ottenere la carta di soggiorno per il coniuge o per figli di età compresa tra i 14 e i 18 anni.

L’amministrazione motiva la decisione così: “Dato atto che i costi della spiegazione di forze e dell’utilizzo di energie fisiche e mentali e funzionali, nonché gli eventuali necessari interventi di sistemazione del patrimonio pubblico danneggiato in caso di infrazioni materiali, sono genericamente addebitate ai cittadini tutti, gravando sulle casse comunali. Ritenendo dover circoscrivere almeno in parte tale gravame, e ritenendo equo parzialmente addebitarlo alle individualità extracomunitarie che chiedono di essere iscritte nell’Anagrafe Popolazione Residente di questo Comune, mediante riscossione dell’importo dei diritti di segreteria richiesti per il procedimento di rilascio della certificazione di idoneità alloggiativa necessaria ai fini della predetta iscrizione”.

Secondo Giuseppe Guerini (primo firmatario), Elena Carnevali, Antonio Misiani e Giovanni Sanga la misura “appare da un lato del tutto sproporzionata se commisurata all’attività effettivamente svolta dagli uffici, e dall’altro palesemente illogica e discriminatoria ove si consideri che la certificazione citata costituisce un adempimento obbligatorio per ogni cittadino di Paese non appartenente alla UE che intenda attivare la procedura di ricongiungimento familiare oppure richiedere l’iscrizione all’anagrafe dei residenti, e che vedrebbe pertanto pesantemente ostacolato se non addirittura precluso il proprio diritto all’abitazione e all’unità familiare. Altrettanto illogica e del tutto pretestuosa appare la motivazione posta alla base del provvedimento: non si vede infatti quale sia il nesso causale tra l’intento esplicitato dall’Amministrazione de qua di “promuovere e sostenere una riqualificazione sostanziale della vivibilità del paese, del tessuto economico, di interventi strutturali, di riqualificazione urbana” e l’abnorme aumento dell’importo sopra citato. Tutto ciò premesso, i sottoscritti deputati interrogano il Ministro dell’Interno e il Ministro della pubblica amministrazione per sapere: se la Prefettura – UTG di Bergamo abbia informato i rispettivi Ministeri del provvedimento assunto dall’Amministrazione Comunale di Bolgare, quali iniziative intendano assumere per garantire ai cittadini stranieri residenti o che intendano ottenere l’iscrizione anagrafica nel territorio del Comune di Bolgare la possibilità di esercitare i propri diritti costituzionalmente garantiti senza essere onerati in maniera incongrua da parte dei competenti uffici dell’amministrazione comunale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da njazi krasniqi

    per gli immigrati 500 euro sono troppe perché noi pagiamo gia troppo gli affitto di casa siamo la parte più povera del popolo in Italia e questa idonita alloggiativa po servire ogni 6 mesi cosa dobbiamo fare pagare ogni 6 mesi questa? E’ puro razzismo. Cosa pensi sindaco? tutti gli italiani che sono immigrati in Europa cosa dici tu se altri paesi li fanno a pagare le tasse e i documenti come sta facendo a noi sindaco di bolgare.

  2. Scritto da Tsipras

    Il bello è che il prossimo candidato sindaco del pd a bolgare, attualmente consigliere di minoranza, se ne è guardato bene dal fare interrogazioni al comune di Bolgare su questa vicenda! Sapete ci sono le elezioni a maggio………………..

    1. Scritto da Amico

      Per sapere qual’è la posizione del consigliere di minoranza è sufficiente andare a leggere gli articoli apparsi, già diverse settimane fa, sul blog del gruppo Progetto per Bolgare!

  3. Scritto da BHò

    Ma qualcuno ha spiegato al pd che deve fare l’interesse degli Italiani,che almeno jn teoria li pagano per questo?

  4. Scritto da Luigi

    E poi si stupiscono dei forconi? Ma con tutti i problemi incredibili che abbiamo,con tutti gli sprechi vergognosi che da decenni ci perseguitano, con tutte le idiozie allucinanti che dobbiamo sopportare, vanno a rompere su una simile stupidaggine? Ma non si vergognano? BASTA PD, per sempre!!!

  5. Scritto da La verità fa male

    Non avevo visto tutta questa grande mobilitazione fatta di interpellanze e interrogazioni varie dei parlamentari PD quando Monti stangava i contribuenti bergamaschi e italiani con IMU e altre tasse o quando massacrava gli operai costringendoli a lavorare anni in più grazie alla riforma Fornero. Al contrario, i suddetti parlamentari piddini votavano senza fiatare a favore dell’IMU, della riforma Fornero, dei decreti salva banche e salva MPS, del decreto “Roma capitale” ecc…

  6. Scritto da Luigi

    Mi sono sempre chiesto cosa ci stanno a fare i parlamentari bergamaschi a Roma, speravo che si occupassero di lavoro, sanità, scuola, economia, delle carceri sovraffollate, della burocrazia soffocante, del fisco che ci dissangua, dello stato che non funziona, delle stragi dimenticate, della criminalità, di un paese che ristagna e langue, dei miliardi di debiti di Roma e Napoli, invece si preoccupano di Bolgare!!! Che pena, mai più un voto!

  7. Scritto da werner

    Pd sempre in prima linea per i “fratelli migranti”…per la tasi che pagheremo noi autoctoni invece va tutto bene vero? Del resto la messa renzi….

  8. Scritto da andrea

    secondo me se la giunta di bolgare fa parte del ncd alfano dirà tutto regolare se invece il contrario ……

  9. Scritto da marco

    i parlamentari pd si mobilitano solo quando le tasse non sono per gli italiani…

  10. Scritto da Alberto

    Davvero difficile capire questa sinistra: il pd perora la causa solo di banche ed immigrati, la CGIL solo di sindacalisti ed immigrati…

  11. Scritto da il polemico

    allora,per i parlamentari pd 500 euro per un immigrato sono difficilmente sostenibili,per gli elettori pd 500 euro di imu sono una spesa sostenibilissima per un operaio italiano,aggiungiamoci che per entrambi,partito ed elettori,essere clandestini non è un reato ma un diritto,a questo punto per chiudere il cerchio proponete una legge dove l’immigrato clandestino ha diritto a casa gratis e a un sussidio perl ui e per i parenti che gratuitamente può portare in italia