BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Salute

Informazione Pubblicitaria

Policlinico San Marco: apre il nuovo Centro unico di prenotazione

Con 18 sportelli, più di 30 addetti, 600 metri quadrati totali e 200 metri quadrati di sala d'attesa. Sono questi i numeri “imponenti” del nuovo Centro Unico di Prenotazione del Policlinico San Marco entrato in funzione oggi.

A cura dell’Ufficio Stampa Iob

Con 18 sportelli, più di 30 addetti, 600 metri quadrati totali e 200 metri quadrati di sala d’attesa ha aperto il nuovo Centro Unico di Prenotazione del Policlinico San Marco. Uno spazio ampio e arioso, curato in ogni minimo dettaglio per accogliere i cittadini e rendere l’attesa il più confortevole possibile.

Tecnologia, sedute, colori, luci: tutto è studiato per offrire comfort, efficienza e qualità del servizio, dai maxi-schermi per rendere più visibile la chiamata del proprio turno al sistema di wi-fi gratuito, dalla luce garantita da una grande vetrata che dà sull’esterno fino ai colori caldi delle pareti e dell’arredamento.

Il nuovo CUP, che si trova al piano terra in un edificio a se stante rispetto all’ospedale e immediatamente dopo la portineria (anch’essa rinnovata e ampliata), ospita e riunisce in un unico spazio tutti i punti di prenotazione e accettazione: prestazioni ambulatoriali (comprese quelle oculistiche), esami radiologici, ricoveri.

Una nuova organizzazione più razionale ed efficiente che si traduce, per il paziente, in un risparmio di tempo (per esempio dse eve prenotare prestazioni diverse) e in un’ottimizzazione dei tempi di attesa per la prenotazione. «L’apertura del nuovo CUP rappresenta un ulteriore e importante passo avanti nell’ottica di offrire ai nostri pazienti un servizio sempre più efficiente e soddisfacente sotto tutti i punti di vista» sottolinea il dottor Francesco Galli, amministratore delegato degli Istituti Ospedalieri Bergamaschi, di cui il Policlinico San Marco fa parte.

«Grazie alla sua posizione “strategica”, infatti, i pazienti per una visita, un esame diagnostico o un ricovero, non dovranno più entrare in ospedale ma avranno un accesso facilitato e indipendente».

Oltre agli sportelli front office (cioè a diretto contatto con il pubblico), per offrire un servizio su misura alle diverse esigenze dell’utenza, il nuovo Cup comprende anche un ufficio interamente dedicato alle prenotazioni telefoniche e uno dedicato alla prenotazioni di prestazioni private convenzionate con enti o assicurazioni con cui il Policlinico San Marco ha stretto rapporti di collaborazione.

Le prime impressioni dei pazienti sono state molto positive. «Ovviamente all’inizio siamo rimasti un po’ disorientati, o meglio sorpresi. Subito dopo, però, quello che ci ha colpiti è stata l’accoglienza e il “clima” piacevole dell’ambiente» dicono alcuni pazienti fermati all’uscita del CUP. Il nuovo CUP, la cui inaugurazione ufficiale alla presenza di esponenti di spicco del mondo istituzionale è prevista tra un mese, rientra nel più ampio progetto di ampliamento e ristrutturazione del Policlinico San Marco che nell’arco di un paio di anni porterà la struttura dagli attuali 12 mila metri quadrati a 17 mila. Un piano importante che darà un nuovo look all’ospedale. A cominciare dal nuovo CUP.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da oreste samotti

    miglioreranno anche la professionalità del personale e l’assistenza ai malati nel reparto di riabilitazione motoria ?

  2. Scritto da restateinattesapernonperderelapriorita

    hanno migliorato anche l’accessibilità telefonica?

    1. Scritto da restateinattesa

      restate in attesa per non perdere la priorità acquisita.