BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, salvezza vicina ma con un gioco così lo stadio si svuota

Luciano Passirani analizza la situazione in casa nerazzurra dopo la vittoria sul Chievo: "Il traguardo è ormai raggiunto, ma il gioco lascia sempre a desiderare. E nonostante le promozioni, i tifosi pian piano abbandonano lo stadio"

Più informazioni su

di Luciano Passirani

Colantuono, il solito Brienza a parte, contro il Chievo ha azzeccato tutti i cambi. Merito dei 39 di febbre – come comunica Marino nel dopo partita- con i quali, stoicamente, rimane in panchina? Decide Cigarini, che dopo aver assai brontolato per la seconda panchina consecutiva, ci mette non più di tre minuti da quando sostituisce un Baselli non brillante, per riprendersi una partita che l’Atalanta si era complicata, oltre ogni limite.  

Di fronte un Chievo i cui valori in campo, compresi quelli agonistici, sono di gran lunga inferiori a quelli di casa nostra. Non che l’Atalanta esalti la tifoseria, anzi i nuovi e ripetuti vuoti al “ Brumana “ la dicono lunga. Non c’è saldo che tenga (2 biglietti paghi uno) quando lo spettacolo non c’è.  Marino, chiamato a metterci la faccia al posto del mister, per quanto ovvio, difende lo spettacolo non esaltante, definendo  “tattica la partita“ , quindi “le due squadre finiscono per annullarsi“ . Tradotto tra le righe: Non lamentatevi, lo spettacolo può aspettare.  

È  questo l’eterno dissidio tra una classifica che ormai significa salvezza sicura e un gioco che lascia larghi vuoti allo stadio. Quindi giù il cappello alla classifica, ma lasciateci il diritto di pretendere qualcosa di più dal gioco.   La partita la vince Cigarini. La salva Consigli che in due occasioni abbassa la saracinesca. La perde il brasiliano Cesar che senza motivo lascia il Chievo in inferiorità numerica.  

L’Atalanta tenta di giocare palla a terra, rinvii perduti di Benalouane e Stendardo a parte. Il Chievo sembra riuscire solo nel gioco a campanile. Troppo poco per salvarsi. Corini lo sa, ma non è ancora riuscito a metterci mano, per quanto mostrato sul campo di Bergamo.  

In campo si distingue l’arbitro Celi, uno che con Gervasoni non si capisce come abbia fatto ad arrivare in serie A. Qualche santo lo continui a proteggere, visto che oggi non fa danni. Anche quando vorrebbe (farli i danni), un attento quarto uomo interviene a decretare l’espulsione per l’intervento di Cesar. Celi non si era accorto di nulla.

Così nemmeno si accorge di indossare una divisa molto neroazzurra, tanto che Stendardo più di una volta lo invita al passaggio, scambiandolo per un compagno. Malgrado i ripetuti inviti si ripresenta dopo l’intervallo con la stessa equivoca divisa.   Con i suoi collaboratori non disponeva di un ricambio di colore diverso? Beati coloro che aspettano l’uso della tecnologia, quando gli arbitri si perdono anche il colore della divisa da scegliere.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    Non lamentiamoci sicuramente la partita non è stata spettacolare ma i 3 punti sono arrivati… per cio’ che riguarda la gente…bhe la crisi morde e anche in curva un abbonamento a 180 o 200 euro si evita di farlo per far fronte ad altre spese…la domenica calcistica è stata devastata per le tv… il mondo del pallone è pieno di scandali e in piu’ ci si trova di fronte a dive piuttosto che a veri uomini sul campo.. come non si puo’ allontanare la gente con tutte queste cause?

  2. Scritto da jimmy71

    invito il Sig. Passirani e tutti quelli che vogliono vedere il calcio spettacolo a visitare il sito della Ryanair…. fare il biglietto per Barcellona……….. e tranquilli che vi divertirete un mondo……….
    per poter pensare di fare un calcio divertente bisogna consolidare la Serie A, poi se ne puo’ parlare………..Ricordo che il campionato dei meno 6……….Il Cola nelle prime 15 partite vinceva e divertiva………..

  3. Scritto da gigi

    Con questo squallido gioco, io non finisco nemmeno il campionato attuale.
    Saremo salvi, si ma il fubal è un altra cosa. Non si pretende di essere il barcellona ma almeno una vaga idea di gioco e due passaggi consecutivi Si

  4. Scritto da gutembergem

    Come non esser d’accordo con il signor Passirani che ha fatto una disanima reale di una situazione che…senza fondamentalismi di parte è sotto gli occhi di tutti. Ci salviamo e questo è l’obiettivo ma solo uno credo dei quattro da raggiungere. Negli altri tre siamo sotto: pubblico sempre meno, gioco/splettacolo latitanti nel 90 % delle partire, valorizzazione giovani quasi zero. Credo che la società avrà molto da fare, perché non sempre andrà bene, con una squadra sempre meno giovane.

    1. Scritto da sergio

      si poi? guarda che ti sei confuso, quelli sono i quattro obiettivi del barcellona!!sveglia siamo l’ atalanta!baselli non è stato valorizzato? preso a 800 mila euro valutato 10 mil di euro fai tu.. rassegnatevi, tu e passirani, ci siamo salvati anche quest’ anno(con leggero anticipo).il resto chiacchiere!!!

  5. Scritto da Pierantonio

    La societa’ ha chiesto come obiettivo la salvezza,disgrazia per le casse sarebbe la retrocessione,e il mister ci sta portando alla salvezza.
    Altri anni la squadra giocava meglio e siamo retrocessi
    allora come la mettiamo?
    io preferisco che la squadra rimanga in serie A piuttosto che giocare a Latina,Trapani o a vattelapesca

  6. Scritto da Diego

    La gente scarseggia perchè lo stadio è uno schifo,c’era la possibilità di costruirlo nuovo ma i soliti noti han bloccato il tutto…speriamo almeno nella ristrutturazione di quello attuale anche se con una giunta comunale così c è poco da sperare…

    1. Scritto da sirio

      la gente scarseggia negli stadi per la poca sicurezza e i vandalismi noti, e soprattutto per le dirette in paytv ..

  7. Scritto da Tribunacreberg

    Passirani sa’ solo criticare un allenatore che in casa ha già vinto otto volte (quarto assoluto in serie a)!! Forse siamo il Barcellona..? L’importante è non fare la fine della sua Pro Sesto , 47 anni di storia prima che arrivasse lui a dire “Lavoreremo per riportare il calcio in questa città, nella categoria che merita. Ho esperienza per fare contemporaneamente il presidente ed il direttore sportivo della Pro Sesto”, …. Pro Sesto fallita…

  8. Scritto da max

    Non c’è più nessuno perché si son stufati che sia il fatto di restare in serie A la massima aspirazione. Chi non si stancherebbe del seria A salvati serie B promossi?? Decenni di tristezza e di prese in giro, ormai anche i più fessi dei tifosi si sono accorti che il presidente Percassi dice quello che il tifoso vuol sentirsi dire, facendogli anche il verso tirando fuori dal cilindro spot in dialetto bergamasco per accaparrarsi il consenso del tifoso boccalone.

  9. Scritto da mmmmmmmm

    Non sono d’ accordo, basta guardare un po’ di numeri: a gennaio con Catania e Cagliari, ma soprattutto con 2 biglietti per 5 euro c’ erano molti meno spazi vuoti e l’ allenatore era sempre Colantuono col suo gioco. Quando ci sono i saldi , la gente viene, indipendentemente dal gioco. A me se regalano 2 biglietti per andare a vedere un film al cinema che mi fa schifo non ci vado. Questa è la differenza e Passirani non può ribaltare la realtà.

  10. Scritto da uno qualunque

    Una partitaccia sotto molti punti di vista, ma tre punti d’oro per l’obbiettivo. Ringraziamo san Consigli e un pizzico di dea bendata per questa vittoria.Chievo imbarazzante.Qualche partita di riposo a Cigarini con il giovane Baselli titolare ed entrambi ne hanno giovato.Speriamo che il mister applichi questa filosofia anche in futuro.Denis per esempio pare in evidente affanno,potrebbe beneficiarne anche a lui.Facciamoli giocare sti giovani!La svista dell’arbitro con le maglie è grottesca..

  11. Scritto da daniele

    analizzando la classifica, la salvezza è in tasca. tranquilla, come gli ultimi 2 anni. però, quest’anno ci si aspettava qualcosa di più dal gioco, che fino ad ora non c’è. ieri moralez e baselli correvano a vuoto, denis isolato, perché il mister non cambia modulo in corso di gioco ? con salvezza acquisita spero che si dia qualche opportunità in più a de luca, bentancourt e qualche difensore della primavera.

  12. Scritto da Mariom

    Infatti tutto lo stadio ieri diceva a gran voce di cambiare divisa all’arbitro, ma Questi ci sono o ci fanno….inaudito tutto ciò, e pensare che si spendono tanti soldi, poi accadono ste fatti

    1. Scritto da colors

      gli arbitri hanno a disposizione solo la maglia nere,quella blu e quella gialla,nessuna sarebbe andata bene. L’errore è stato non far giocare il chievo con quella da trasferta.

      1. Scritto da uno qualunque

        non esiste anche una versione lilla?

  13. Scritto da sergio

    invece con del neri c’ erano ventimila persone allo stadio??dai,diamo la colpa a colantuono anche per i tornelli, biglietti nominali, stadio osceno e sky ..