BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tre fallimenti a settimana ma a Bergamo ogni giorno nascono più di 25 imprese

Nella settimana dal 10 al 16 febbraio sono state depositate alla Camera di Commercio tre istanze di fallimento, le cessazioni di imprese sono 14 mentre le nuove imprese iscritte sono 177.

Più informazioni su

Sono tre le istanze di fallimento depositate alla Camera di Commercio di Bergamo nella settimana dal 10 al 16 febbraio. Delle tre ditte, due si occupavano di edilizia. Un dato che conferma la difficoltà del settore delle costruzioni. Va meglio per quanto riguarda le cessazioni, che si assestano a quota 14 in una sola settimana: due imprese al giorno chiudono.

A fronte di questi dati c’è da segnalare la voglia di ripresa e di lanciarsi in nuovi settori magari mettendosi in proprio. Sono, infatti, 177 le nuove imprese iscritte nello stesso periodo che va dal 10 al 16 febbraio. Fati due conti sono più di 25 nuove ditte al giorno che debuttano sul mercato orobico. Molte sono partite Iva, persone che si mettono in proprio e tentano l’avventura, ma rimane significativo della voglia di rischiare e di ripartire anche da piccolissime imprese. 

IL FALLIMENTI

Le imprese che hanno depositato istanza di fallimento nella settimana dal 10 al 16 febbraio sono: Barcella Urbanizzazioni Srl di Vertova (società specializzata nelle demolizioni di edifici), la Edilizia Sas di Boschini Sergio di Mapello e Cassiopea Fashion Srl di Mapello che si commerciava abbigliamento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rene

    Beh ,io non sono fallito perché mi hanno portato via la casa, la speranza e l’ultima a morire , un grosso augurio a queste nuove imprese, per l’impresa troppi costi e rischi, chi ci guadagna sono avvocati e banche.

  2. Scritto da Gino

    Beh , mi sembrerebbe corretto dare SEMPRE il saldo tra aperte e chiuse.

  3. Scritto da Coibri

    queste sono persone disperate che pensano di poter aprire un attività e guadagnare ma quando si renderanno conto di quanto costa in tasse e spese utenze è e sarà troppo tardi
    PROVARE PER CREDERE

    1. Scritto da Cri

      Spero solo che queste imprese non siano quella moltitudine di agenzie di pulizie che durano 5 o 6 mesi che poi dichiarano il fallimento per nonpagare le lavoratrici