BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Città con più turisti Bergamo quintultima tra le italiane

Le città italiane, Bergamo compresa, non sfruttano come dovrebbero le loro potenzialità dal punto di vista turistico. Secondo la classifica stilata dall'Istituto Europa Asia il nostro capoluogo è tra le ultime in Italia. Al primo posto Roma

Più informazioni su

Le città italiane, Bergamo compresa, non sfruttano come dovrebbero le loro potenzialità dal punto di vista turistico. Come risulta dalla classifica stilata dall’Istituto Europa Asia, l’interesse a conoscere una città nasce da quanto essa può offrire in termini di patrimonio architettonico, di bellezze naturali, di cultura, di storia, di offerta turistica, ma dipende anche da come questi beni sono valorizzati e presentati al mondo.

Se Londra e Parigi mantengono saldamente lo scettro delle città più attrattive d’Europa, non può sembrare singolare  a noi italiani che la caotica Roma (indice 2,00) superi l’efficiente Berlino (1,70) ed anche Venezia (1,65)  e quasi doppi Milano (1,20); può stupire viceversa che Barcellona (1,68) “batta” la capitale rivale Madrid (1,15), ricca di storia e di beni culturali.

Nel complesso però la distanza che separa le città italiane da quelle continentali è superiore alle nostre potenzialità. Ulteriori conferme di quanto contino nel far immagine i valori storico-cultural-paesistici vengono proprio dall’Italia: Venezia al secondo posto (1,65) Napoli (0,80) prevale su Torino (0,60) e Genova (0,50), che potrebbe far di più. Come pure Palermo che già gode di una notevole vis actractiva (0,35).  Sorprendente la posizione di Capri (0,36). Bergamo (0,14) eguaglia Assisi ed è seguita da Brescia a 0,135.

(Indice 15 febbraio 2014)

Il grado di interesse suscitato nel mondo da alcune città europee:

– Londra.          3,50

– Parigi.            3,20

– Amsterdam.   1,90

– Berlino.          1,70

– Barcellona.    1,68

– Vienna.          1,40

– Madrid.          1.15

– Bruxelles.      0,98

– Berna.            0,40  

E alcune città Italiane

– Roma.           2,00

– Venezia.       1,65

– Milano.         1,20

– Firenze.        1,00

– Napoli.          0,80

– Torino.          0,60

– Bologna.       0,51

– Genova.        0,50

– Verona.         0,40

– Capri.            0,36

– Palermo.       0,35

– Trieste.          0,31

– Pisa.              0,29

– Bolzano.        0,27

– Siena.            0,25

– Bari.              0,24

– Cagliari.        0,21

– Padova.         0,19

– Perugia.        0,19

– Pompei.         0,18

– Parma.          0,16

– Vicenza.        0,15

– Bergamo       0,14

– Assisi.           0,14

– Brescia         0,135

– Mantova.       0,12

– Trento.          0,12

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da matteo

    Arrivi con l aereo e titrovi le cartine x andare ovunque, tranne che a Bergamo, se tu fossi un turista cosa faresti? Forse e ora di smetterla di prendersi in giro.

  2. Scritto da Roger

    Le uniche cose che le ns amministrazioni sanno fare sono le lottizzazioni (chissà perchè ?) ma i turisti non comprano appartamenti . Per il resto ? ZERO.

  3. Scritto da Progetto Nevj

    Purtroppo nei prossimi anni non cambierà nulla. Le persone che coordineranno il turismo a Bergamo saranno sempre le stesse. Auguri e tanto tanto lavoro…..per Loro.

  4. Scritto da Istituto Europa Asia

    L’attendibilità di questo istituto è decisamente discutibile… Basta fare un po’ di ricerca su internet per capire… quest’articolo dovrebbe essere rivisto anziché fare del semplice copia-incolla..

    1. Scritto da Progetto Nevj

      Credo che in quanto istituto abbiate il polso della situazione. La città lo ha vissuto in questi anni. Soldi buttati per avere dati vecchi di mesi… Credo che valga di più la realtà economica. @

  5. Scritto da Progetto Nevj

    E se si pensa che chi comanderà nei prossimi anni il Turismo a Bergamo saranno gli stessi di sempre…Auguriiiiiiiii e tanto tanto lavoro per tutti. @

  6. Scritto da Mario

    Ho vissuto in altre due città, Bergamo è la più bella ma i bergamaschi sono i meno cordiali.

  7. Scritto da wies

    Che classifica anomala,con quali criteri?E Mantova?….dovrebbero piangere,invece questa classifica,facilmente,la ignorano,come me.

  8. Scritto da usiamo il cervello

    Il problema vero è che abbiamo servizi pessimi a prezzi stratosferici. E finchè ci portiamo solo il turismo low cost non andremo mai da nessuna parte (salvo i parcheggi nelle stalle ed i B&B in nero). E a guadagnarci saranno solo gli speculatori edilizi

  9. Scritto da G76

    Il punto è che il turista che arriva a Orio sbarca lì solo perché il volo gli costa poco, ma non arriva di certo per andare o rimanere a Bergamo. Orio è di fatto uno degli aeroporti di Milano, e chi arriva è di passaggio. Stupisce la posizione bassa di Mantova, ma è una classifica da prendere con le molle, che è il risultato di molti fattori

  10. Scritto da Stefano

    Partirei da questo rapporto per cambiare radicalmente il nostro approccio. Non possiamo sopravvivere senza il turismo ma non si può pensare di proseguire senza una vera regia. Questo è uno dei tanti fallimenti della provincia. Andate a vedere un qualsiasi sito turistico alto atesino e capirete come si fa squadra, come si uniscono le forze facendo sinergia. Noi siamo ancora al campanile e allo sfrenato individualismo. Solo mettendo tutte le forze insieme potremo risalire la classifica.

    1. Scritto da mary

      pienamente d’accordo loro non hanno tanti monumenti ma soprattutto bellezze naturali eppure ti offrono biglietto gratis trasporti per buona parte della provincia di Bolzano funivie ed ingresso a qualche museo. Loro hanno puntato sul turismo sostenibile e non sul mordi e fuggi. Al museo del Duomo non c’è gente, ma tanti della provincia non sanno neppure che esiste. Se non conosciamo noi bergamaschi i nostri tesori immaginati gli altri

  11. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Sono stupito che siamo davanti a mantova e trento. Uno dei problemi (non l’unico), che tra l’altro sto riscontrando in prima persona é la poca attenzione posta da alcuni enti e soprattutto possibili sponsor (intendo quelli davvero grossi) nel sostenere iniziative che attraggano gente da fuori. Personalmente critico anche il sistema di trasporto pubblico inadeguato per una città che si pone come turistica

  12. Scritto da Juri

    Orio di qua, Orio di là, ed ecco il risultato: il deserto. Bella roba.

    1. Scritto da aris

      Infatti. ma come Orio non dava lavoro a centinaia di migliaia di persone con il suo indotto? Non basta avere l’ aeroporto (fuorilegge tra l’ altro) meglio spendere i soldi bene e “vendere” all’ estero le nostre città, come fanno in Spagna o in Francia, organizzando strutture, attività, trasporti locali, ecc. Senza speculazioni sui prezzi (hotel/ristoranti) e con treni funzionanti

  13. Scritto da dandy

    Classifica pessima. Non tanto per il risultato quanto per il metodo. Scoprire che Mantova e Assisi siano dietro Bergamo è quantomeno surreale. Per non dire di Pompei che finisce verso il fondo quando in realtà si tratta di uno dei siti archeologici più visitati al mondo. Insomma, un avviso a chi commenta contro o a favore dell’aeroporto: state ragionando come quello che ha fatto la classifica. A caso!

    1. Scritto da aris

      perchè non corrobori con dati le tue affermazioni? o parli a vanvera? Se vai a Pompei in questi giorni è deserta. Forse gli stranieri hanno paura che gli caschi un muro addosso (a ragione). E’ uno dei siti più a rischio di crolli del mondo, semmai. Grazie ad amministratori comunali incapaci che magari entrano in Società con l’ aeroporto locale ma si dimenticano di organizzare i trasporti e fare manutenzione dei monumenti storici.

  14. Scritto da andrea

    finchè lo sviluppo della città è legato a questi lagnosi comitatini “antitutto” non possiamo pretendere meglio…

    1. Scritto da gio

      forse un bel comitato anti lega ci salverebbe da questi amministratori che ambiscono a chiusure mentali di tipo medievale e non vedono il bello dell’età medievale in termini architettonici.

      1. Scritto da enrico

        è arrivato il genio

      2. Scritto da giulio

        Di sicuro un bel comitato anti-gio, ci salverebbe dal leggere sciocchezze che in una giornata piovosa, rendono ancora più pesante e noioso il pomeriggio!!!

        1. Scritto da arisgrum

          No spiegaci un pò. La Lega non vuole gli stranieri nè i meridionali (chiede la secessione), però vuole i turisti stranieri. Come si combina? Infatti in 20 anni non ha combinato un acca. Magari un pò di apertura mentale in più aiuta.

    2. Scritto da gigi

      Esimio, forse non si è accorto che città che molte città che sono davanti a noi in graduatoria non hanno l’aeroporto? Che gli alberghi a Bergamo chiudono mentre aumenta il traffico aereo? Che Ciampino ha ridotto del 30% i voli negli ultimi anni senza che il turismo di Roma ne risentisse? Che l’aeroporto di Orio serve a Milano e noi facciamo da discarica? Probabilmente il fumo del cherosene le sta obnubliando il cervello….

    3. Scritto da Tone

      Ah sì? Ci fa un esempio di un comitato “anti” che ha frenato lo sviluppo della città? Ci sta dicendo che i laghi inquinati e l’ accademia Carrara chiusa al pubblico sono causati dai comitati anti? Poi ci racconta un’altra barzelletta?

  15. Scritto da Marco Cimmino

    Anzichè continuare a menarsela con Orio in quanto tale, perchè non proviamo a domandarci la ragione per cui un aeroporto importante non porti importanti flussi turistici. Io dico che accade perchè non c’è uno straccio di progetto: mancano un’identità turistica, una struttura, un sistema. Mancano le figure professionali (il tecnico turistico aeroportuale, ad esempio) formate dalla scuola. Manca, nei posti giusti, la gente che se ne intenda, che abbia voglia, idee, entusiasmo. Al solito…

    1. Scritto da Raimondo V.

      Sottoscrivo quello scritto dal Sig. Cimmino.
      Eppure turisti vengono dall’estero con voli low cost anche solo per fare shopping al Center o a Milano… o addirittura domandano se quelle che vedono sono le Mura di Milano.
      Manca veramente un piano per il turismo

  16. Scritto da Sara

    Questa è la prova che l’aeroporto non porta nessun beneficio alla nostra provincia ma solo disagi per i tanti cittadini esasperati e danneggiati dall’inquinamento acustico ed atmosferico.

  17. Scritto da comitato aeroporto azzano

    fortuna che c’e’ Orio con 10 milioni di passeggeri.
    Bg si basa sull’edilizia, quante seconde case sono state vendute ai turisti ? Quanti stranieri son venuti ad aprire 1 negozio a Bg? Salvo Citta’ Alta , dov’e’ che siamo invasi di turisti nelle valli, sui laghi, sulle ns montagne ? Che prodotti ci comprano ?Se non avessimo l’aeroporto, a che posto in classifica precipiteremmo ? Purtroppo il ns e’ un aeroporto low cost e chi viaggia in low cost non e’ abituato a spendere,transito e parcheggi