BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Non è associazione a delinquere”: scagionati Belotti e gli ultrà

"Non è associazione a delinquere". All’udienza preliminare in cui il giudice Patrizia Ingrascì ha scagionato i 6 ultrà imputati almeno per l'accusa più grave. "Non luogo a procedere perchè il fatto non sussiste", con queste parole il giudice ha in pratica smontato l'impianto accusatorio.

Più informazioni su

"Non è associazione a delinquere". All’udienza preliminare il giudice Patrizia Ingrascì ha scagionato i 6 ultrà imputati almeno per l’accusa più grave. "Non luogo a procedere perchè il fatto non sussiste", con queste parole il giudice ha in pratica smontato l’impianto accusatorio. 

Anche uno degli imputati eccellenti, il segretario provinciale della Lega Daniele Belotti, a cui era contestato il concorso esterno, esce completamente dalla vicenda.

Non siamo un’associazione a delinquere, bensì una normale tifoseria che si occupa anche di solidarietà”, Claudio Galimberti aveva reso queste dichiarazioni spontanee in mattinata. Il capo della tifoseria è stato l’unico degli imputati a presentarsi in aula. Il Bocia aveva chiesto la parola al giudice non tanto per scaricare le sue responsabilità, ma per porre l’accento sul valore aggregativo dell’associazione di tifosi e sulle numerose iniziative di solidarietà che i supporter nerazzurri hanno promosso.

Gli avvocati degli imputati avevano chiesto al giudice anche l’acquisizione di un dvd con il filmato-documentario dal titolo “L’altra faccia della Curva”, realizzato dalla reporter bresciana Milva Cerveni (presente in tribunale). Il filmato contiene testimonianze di ultrà e e di alcune associazioni sostenute dai supporter nerazzurri, come “Gli amici della Pediatria” di Bergamo e “L’Aquila Rugby 1936”. 

"Per noi è una vittoria", queste le parole espresse da Federico Riva, l’avvocato di numerosi ultrà imputati, all’uscita dall’aula. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sten

    Non saranno un’associazione a delinquere ma tra di loro si annidano senz’altro elementi che vanno allo stadio con la scusa dell’Atalanta per fare danni, tutte le partite. Gli ultras non li isolano di certo …..

  2. Scritto da Marchino

    GIÙ LE MANI DAGLI ULTRAS

  3. Scritto da Amen

    Fuori gli ultrà dagli stadi . In Siberia.

  4. Scritto da ollllè

    ultras liberi

  5. Scritto da reverberi

    In quanto a presunti reati e processi inventati dal nulla le nostre procure non temono rivali….

  6. Scritto da giulio

    Mi piacerebbe fossero pubblicati i costi solo di intercettazioni telefoniche spesi per questa colossale bufala.
    Contentissimo per Daniele e gli altri della curva!

  7. Scritto da allah

    ma non sapete che chi c’era ad alzano ha già pagato con divieto d’accesso a manifestazione sportive per 3 anni ed altro? informatevi prima di parlare!

    1. Scritto da Fuoridimelone

      E ti sembra una pena adeguata a quello che hanno fatto ? Ma ta scherset ?

  8. Scritto da tex

    accusa ridicola, per fare un’associazione c’è bisogno di un cervello !

  9. Scritto da Marco

    Ennesima dimostrazione di come la giustizia colpista solo chi gli serve per screditarlo, sia lui che Boni per anni hanno dovuto lasciare molte candidature per rispetto degli elettori essendo indagati e ora si scopre che lo erano per il nulla, però la macchina del fango ha marciato per molto contro di loro. Attendiamo le scuse di tutti i giornali, giornalisti e altri chiacchieroni vari

  10. Scritto da Vito

    La pressione mediatica del bugiardino e’ fallita, i giudici sono (per ora ) laici

    1. Scritto da Giangi

      quindi i giudici sono “laici” quando assolvono i nostri e “rossi” quando li condannano. ce la fate ad essere intellettualmente onesti una volta ogni tanto?

  11. Scritto da dubbio

    ribadisco che per tutti i reati da stadio gli imputati (tranne Belotti credo) andranno a processo e verranno giudicati per quello. Oggi sono stati prosciolti dall’associazione a delinquere e solo da quella. Si tratta di una contestazione che il Pubblico Ministero ha ritenuto integrata ma il Giudice no. Ogni paragone con la vicenda Yara francamente mi sembra fuori luogo.

  12. Scritto da Osservatore bergamasco

    ‘normale’ (???) tifoseria? Per fortuna, non tutti i bergamaschi hanno le fette di salame sugli occhi. Purtroppo, gli epigoni di Ponzio Pilato sì.

  13. Scritto da mirio

    lodevole il fatto che facciano del bene,ma come mai non gli hanno fatto vedere al giudice tutti gli incidenti fuori dallo stadio,la guerriglia alla festa di alzano,o il tifoso napoletano che gli hanno fatto perdere un occhio????????non erano piu inerenti al processo????di sicuro dimostrano esattamente che cosè la tifoseria atalantina

    1. Scritto da piero

      cosa centra con l’accusa di associazione a delinquere??sarà aggressione e lesioni gravi, disturbo della quiete pubblica, teppismo ma non si possono paragonare gli ultrà alla mafia,quindi caro mario hai detto una cazzata

    2. Scritto da enrico

      incommentabile

  14. Scritto da Pluto

    dopo il buco nell’acqua del tragico rapimento di Y.G adesso questo altro buco nell’acqua. i nostri deputati e senatori facciano una riflessione. una seria e profonda riflessione.

    1. Scritto da Puppo1907

      Se avessero avuto la stessa voglia di trovare gli assassini di gy come hanno nel processare i tifosi forse l’avrebbero trovato prima il cadavere che era vicino a dove è avvenuto unaltro delitto ma la colpa alla fine era dei volontari non della loro incapacità intanto l’assassino è libero !!!!

  15. Scritto da gigi

    non entro nel merito della vicenda giudiziaria, ma perche’ gli avvocati dei giudici hanno mostrato le iniziative benefiche ( lodevoli) degli ultras a discolpa dei presunti reati ?

    1. Scritto da morel

      concordo.non so cosa possa centrare la solidarita in un processo come questo.se toto riina faceva solidarieta allora era da scarcerare?????

      1. Scritto da Carlo

        Siccome i media dipingono gli ultras come dei delinquenti (tanto che qualcuno li paragona a Riina…) gli avvocati hanno voluto mostrare la natura fortemente aggregativa del loro gruppo. Purtroppo quando qualche idiota coi colori della propria squadra addosso commette qualche reato tutti si scagliano contro il tifo organizzato, mentre quando (spesso) la curva organizza qualche lodevole iniziativa gli si dedica un paio di righe sui giornali.

      2. Scritto da Greatguy

        Siccome riina non fa solidarietà…. Il fatto non sussiste!!! È il suo commento non ha luogo a procedere

  16. Scritto da dubbio

    ok associazione a delinquere prosciolti, buon per loro, restano tuttavia gli altri reati, per i quali andranno a processo.

  17. Scritto da Berghem

    E tre anni di pubblicità negativa (per usare un eufemismo) sui giornali,chi gliela ridá? Come sempre…nessuno!!!!!!

    1. Scritto da Giuseppe

      Non prendiamoci in giro: la ricompensa è la candidatura alle elezioni Europee, preannunciata con questo articolo, che se riesce – speriamo di no – è più che ben remunerata, fatta col solito e ormai inaccettabile e vomitevole stile dei partiti, cioè senza nemmeno un poco valutare se il capo e ideologo della tifoseria atalantina ne sia effettivamente degno e capace. Noi dubitiamo che conosca bene almeno una lingua – oltre forse al bergamasco – e sappia cos’è l’UE.