BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il sindaco di Azzano si ricandida: “Sono serena, abbiamo fatto il possibile”

“Sono serena, vado in giro a testa alta”. Il sindaco di Azzano San Paolo, Simona Pergreffi, ci riprova. Sarà candidata alle prossime elezioni per continuare il lavoro svolto negli ultimi cinque anni alla guida dell'amministrazione comunale. Tempi difficili per un primo cittadino alle prese con taglio dei trasferimenti e Patto di stabilità, tempi ancor più difficili per una realtà come Azzano, al centro del triangolo autostrada A4, Oriocenter, aeroporto di Orio al Serio che garantiscono servizi, ma anche disagi per la popolazione.

“Sono serena, vado in giro a testa alta”. Il sindaco di Azzano San Paolo, Simona Pergreffi, ci riprova. Sarà candidata alle prossime elezioni per continuare il lavoro svolto negli ultimi cinque anni alla guida dell’amministrazione comunale. Tempi difficili per un primo cittadino alle prese con taglio dei trasferimenti e Patto di stabilità, tempi ancor più difficili per una realtà come Azzano, al centro del triangolo autostrada A4, Oriocenter, aeroporto di Orio al Serio che garantiscono servizi, ma anche disagi per la popolazione. A salvare il Comune dell’hinterland dal pericolo di diventare paese-dormitorio c’è una fitta rete di associazioni e volontari di cui abbiamo parlato nella diretta liveblog #BgNewsTour (leggi qui). “Il mio orgoglio – spiega il sindaco – è avere investito sui giovani con i tirocini, veder sviluppato e realizzato il progetto del Parcobaleno, l’apertura della rsa. Non riesco a focalizzare un solo progetto, perché dipende molto dall’emozione del momento. Un’altra soddisfazione è stata vedere tantissime persone partecipare alla Notte Giovani, un evento riuscitissimo”.

Soddisfazioni e anche problemi da gestire. Non c’è cittadino che non si lamenti dell’aeroporto. “E’ un problema di equilibrio tra benefici e disagi. Nessuno nega che l’aeroporto dia da lavoro a tante persone. Però serve anche compatibilità ambientale. Sacbo, Enac ed Enav devono avere una sensibilità maggiore nei confronti dei territori. Non è possibile che vengano penalizzati fortemente sempre gli stessi Comuni. Molti accusano gli esponenti dei comitati di aver comprato casa sotto le rotte. Non sanno che, ad esempio, uno dei quartieri più vecchi di Azzano è proprio sotto la rotta di decollo degli aerei. Le case sono state costruite molto prima che ci fosse l’aeroporto e che si sviluppasse come lo conosciamo oggi”.

Cosa chiedete? “Controlli, controlli, controlli. L’Asl si dà dando da fare con l’indagine epidemiologica. Noi abbiamo investito soldi pubblici per un’indagine sulla qualità dell’area, svolta da un’azienda certificata. Sono emersi valori superiori ai limiti di legge, ma l’Arpa non ha ritenuto validi i dati perché le rilevazioni non sono state svolte nell’arco di 12 mesi, ma solo da aprile a luglio. A noi è sembrato un periodo sufficiente”.

Candidarsi sindaco nel 2014: ci vuole un bel coraggio. “Io ho messo a disposizione la candidatura alla sezione della Lega Nord. Hanno votato e scelto di continuare il lavoro con me alla guida. Il bello è che siamo un bel gruppo. La lista sarà molto giovane, ci saranno new entry. E’ un periodo difficile e non si può negare. La nostra grande opera è risvegliare la comunità. Noi vorremmo sbloccare il Patto di stabilità per fare manutenzioni pubbliche. Dobbiamo stare con i piedi per terra e sistemare quello che c’è. Sono serena, abbiamo fatto il possibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Claudia

    …comunque si candida anche peppa pig: sarà dura per lei !!

  2. Scritto da Colibri

    è Serena O Simona mah mistero

  3. Scritto da comitato aeroporto azzano

    non esiste documento aeroportuale che citi Azzano San Paolo quale paese interferito dall’aeroporto anche perche’ la pista e’ in asse Bergamo-Treviolo-Curno. Le ns case sono state costruite a partire dagli anni 50. Le case di cui Goku accenna sono quelle di Treviolo e Colognola SBernardino-Molini Moretti proprio in asse pista. Pretestuoso girarci addosso tutto il traffico e inquinamento facendo forzare una virata al limite di legge agli aerei .documentati, +sicurezza + salute x tutti

    1. Scritto da sepolcri imbiancati

      La nuova rotta è stata approvata dalla Commissione Aeroportuale di cui fa parte anche la sindachessa di Azzano, oltre a quello di Bergamo.Dormivano, o era solo il modo per liberare l’ospedale nuovo (che non può per legge essere sotto le rotte di decollo) e un po’ di terreni da edificare a nord di Colognola, spostando i voli sopra Azzano, ma anche Malpensata e Campagnola (che pure non dovrebbero essere interferiti dall’attività aeroportuale secondo il Piano di Sviluppo approvato)?

  4. Scritto da Claudio

    Spiace dirlo, ma la signora Pergreffi non ci sta tutelando con l’aeroporto. Spiace dirlo perchè è una brava persona, ma con l’aeroporto si comporta passivamente.

  5. Scritto da usiamo il cervello

    La signora sindachessa finge di ignorare che sull’aeroporto non è un problema di controlli, ma di rispetto dei limiti di legge, del divieto dei voli notturni, del Piano della Sicurezza che non c’è. Se non avesse approvato la Zonizzazione Acustica farlocca (poi sonoramente bocciata dal TAR) contro il parere del suo assessore, oggi avremmo già attuato la Conferenza dei Servizi che avrebbe costretto SACBO & Co. a rientrare nei limiti di legge e a ridurre drasticamente i voli come a Ciampino.

    1. Scritto da goku

      E’ da oltre 10 che a Bergamo vi è l’aeroporto eppure nelle zone limitrofe sono sorte nuove abitazioni a prezzi agevolati ed ora i compratori si lamentano. Io dico non potevi pensarci prima? Se ti trovi così male, se non riesci a dormire la notte o ti metti i doppi vetri o vendi o affitti casa tua e te ne compri un’altra!

      1. Scritto da gigi

        Basta raccontare palle. E’ l’aeroporto che è cresciuto in mezzo alla città, non il contrario. Vai tu a prendere l’aereo da un’altra parte!!!!

        1. Scritto da quis

          ESATTO E INECCEPIBILE. BASTA!

      2. Scritto da usiamo il cervello

        Io ho già i doppi vetri ma non dormo lo stesso. Leggiti almeno quello che ha scritto la sindachessa: la stragrande maggioranza delle abitazioni c’era ben prima (la mia casa ha 50 anni e io ci abito da quaranta). E quando l’ho presa valeva come quelle in città alta, perchè era una zona tranquillissima e vicina al centro.
        E anche quelle costruite ultimamente sono state pagate salate perchè chi le ha comprate pensava che rispettassero le leggi. Se ne vada l’aeroporto se vuol crescere…