BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Consiglio notarile si rinnova e avverte “La crisi morde ancora”

Il presidente Peppino Nosari: "Rileviamo con particolare preoccupazione un significativo incremento delle esecuzioni, peraltro con aste molto spesso deserte. Per ora si cogliamo segnali che facciano pensare ad una frenata di questo trend negativo".

Più informazioni su

Si è tenuta mercoledì 26 febbraio 2014, nella sede di Viale Vittorio Emanuele, l’Assemblea annuale del Notariato bergamasco che ha visto la relazione del presidente Peppino Nosari sull’andamento dell’attività notarile che ha caratterizzato l’anno 2013, ed ha successivamente proceduto al rinnovo parziale dei componenti del Consiglio distrettuale.

Il Consiglio Notarile Distrettuale risulta così composto: PEPPINO NOSARI, presidente in carica fino al 2015; FARINARO PASQUALE, segretario – neo eletto in carica per il triennio 2014-2017; MARCO TUCCI, tesoriere, già in carica e confermato per il triennio 2014-2017; BOSI RITA, già in carica (fino al 2015); PAVONI FABRIZIO, neo eletto, in carica per il triennio 2014-2017; ALBERTO MARIA CIAMBELLA, già in carica e confermato per il triennio 2014-2017; CONSOLI ANNA, già in carica (fino al 2016); LURAGHI MAURIZIO, già in carica (fino al 2015); FRANCESCO LUIGI PATANE’, già in carica (fino al 2016); ERNESTO SICO, già in carica (fino al 2016); ELISABETTA TATARANNO, già in carica (fino al 2016).

L’incarico di segretario già ricoperto da Francesco Boni, è stato assegnato a Pasquale Farinaro.

La situazione attuale nel Distretto è la seguente: su n. 107 posti disponibili sono operativi n. 69 notai (64%). Le donne notaio sono n. 16 (23%); i figli di notaio sono n. 11 su n. 69 (16%). L’età media dei notai in distretto è di poco inferiore ai 50 anni, il notaio più giovane ha 31 anni. Gli studi notarili associati sono 7. Il numero di dipendenti e collaboratori presso gli studi del Distretto si conferma intorno al numero di 400, pressappoco come nel 2012, ma -14% rispetto al 2010 e nonostante il numero dei notai in esercizio faccia registrare + 12%.

 

I RISULTATI DELL’ATTIVITA’ NOTARILE DEL 2013

Continua la diminuzione del lavoro: il 2013 fa registrare un importante – 10 % rispetto al già difficile anno 2012. L’andamento del lavoro ha conosciuto anni di gravissima crisi: dal 2006 ad oggi si è perso più del 50% del lavoro. I pignoramenti immobiliari presso il Tribunale di Bergamo continuano ad evidenziare numeri importanti. Nel 2013 sono stati n. 1.597, sostanzialmente in linea rispetto al 2012 (n. 1.614).

A causa dell’invenduto aumenta il numero dei procedimenti pendenti n. 5.936 (+ 15,91% rispetto al 2012, triplicati rispetto al 2008 n. 1.930). Le n. 998 pratiche (nel 2012 erano n. 691) affidate all’Associazione Bergamo 302-98 (aste ed esecuzioni immobiliari) nel 2013 si distinguono così: CREDITORI: banche n. 672, condomini n. 179, altri n. 147. DEBITORI: extracomunitari n. 514, società e imprese n. 191, altri privati n. 293. Interessante rilevare che è cambiata la distribuzione dei protagonisti delle procedure: tra i creditori, rispetto al 2012, sono aumentati i condomini + 155% e tra i debitori le società e imprese + 282%. Ciò significa sia una maggiore sofferenza e difficoltà per le famiglie nel pagare regolarmente le spese di condominio sia una difficoltà crescente delle imprese a far fronte ai propri impegni. Nel 2013 vi sono state n. 6.728 convenzioni di acquisto prima casa (- 9 % rispetto al 2012 e – 35% rispetto al 2009) e n. 3.699 mutui prima casa (- 6 % rispetto al 2012 e -47 % rispetto al 2009). Si conferma, quindi, il credit crunch: solo il 55% degli acquisti prima casa è finanziato con un mutuo (rispetto al 69% del 2009). Il numero delle società costituite resta più o meno invariato rispetto al 2012 nel numero di 1.783, ma fa registrare un – 16% rispetto al 2009. Nel 2013 gli scioglimenti di società sono n. 1.294; più della metà, n. 642, solo nell’ultimo trimestre dell’anno.

La crisi pesa sulle casse erariali. I notai evidenziano che le imposte e anticipazioni riscosse nell’ambito dell’attività come sostituto d’imposta (riscossione diretta e senza aggio per conto dello Stato) sono passate da 172 milioni di euro nel 2007 a 81 milioni di euro nel 2013 (- 53 %) Nel 2013 i testamenti pubblici sono n. 270, costanti rispetto al 2012; si conferma il sempre maggior ricorso a questo strumento in una logica di riorganizzazione dei patrimoni familiari.

Prosegue “Chiedilo al Notaio”, l’attività di consulenza gratuita ai cittadini, inaugurata nel novembre 2007, tutti i sabato mattina, presso il Consiglio Notarile in Viale Vittorio Emanuele, n 44, dove sono presenti, previo appuntamento telefonico (035.224065), due notai.

Nel 2013 sono stati n. 392 i colloqui con i cittadini, che hanno avuto ad oggetto, in particolare, quesiti in materia civile (compravendite, preliminari, garanzie, immobili da costruire, tutele acquirenti edilizia economico popolare, catasto, servitù, affitti); fiscale e successoria (devoluzione, accettazione, gestione della massa, redazione testamento).

Il presidente Peppino Nosari, a commento dei dati dell’attività del Distretto di Bergamo: “Anche il 2013 ha fatto registrare una contrazione sia nelle compravendite che nei mutui. Ma ciò che si rileva con particolare preoccupazione è un significativo incremento delle esecuzioni, peraltro con aste molto spesso deserte. Per ora non cogliamo segnali che facciano pensare ad una frenata di questo trend negativo. Purtroppo i proprietari di case che intendono vendere non si rassegnano ad ottenere un prezzo sensibilmente inferiore rispetto al prezzo del loro acquisto, ed inoltre la carenza di liquidità rende difficile il contatto con eventuali acquirenti. Anche le banche, infine, contribuiscono a questa difficoltà erogando prestiti con notevole parsimonia”. Infine, da parte del Presidente Nosari, a nome del Consiglio e di tutti i notai del Collegio, un sincero ringraziamento a Francesco Boni e Filippo Calarco per “l’importante e fattivo impegno profuso in questi anni a servizio del Consiglio Notarile di Bergamo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.