BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ragazzina perde telefonino: due nordafricani lo trovano e glielo riportano a casa

Una 14enne bergamasca dimentica il telefonino sul treno, due giovani nordafricani lo ritrovano, chiamano il padre e glielo portano a casa. E' successo nel pomeriggio di mercoledì a Ponte San Pietro

Ragazzina bergamasca dimentica il telefonino sul treno, due giovani nordafricani lo ritrovano e glielo portano a casa. E’ successo nel pomeriggio di mercoledì, la studentessa 14enne di Ponte San Pietro stava tornando a casa da scuola in treno.

Prima di scendere dal convoglio, il telefonino le è scivolato fuori dalla tasca cadendo sul sedile a fianco, senza che la ragazzina se ne accorgesse.

La 14enne si è resa conto di essere senza cellulare solo una volta scesa dal treno. Arrivata a casa, mentre era già pronta a subire la ramanzina da parte dei genitori, ecco la piacevole sorpresa: un ragazzo telefona al padre, comunicandogli che aveva ritrovato il telefono e che voleva riconsegnarlo alla ragazza.

Fissato l’appuntamento per la consegna a Terno d’Isola, poco distante dalla sua abitazione, il papà si è recato sul posto ed ecco la seconda sorpresa di giornata: invece di trovarsi davanti un giovanotto bergamasco, come sembrava dall’accento che aveva sentito al telefono, ad attenderlo c’erano due ragazzi nordafricani, che hanno riportato il telefono smarrito alla ragazza distratta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dolores

    Bravi i due ragazzi. Ma trovo preoccupante che certe notizie ci vengano propinate (FORSE) con lo scopo di farci credere che l’immigrazione, o l’invasione che dir si voglia, sia una cosa positiva. Alcuni commenti testimoniano che certe cose accadono normalmente e quindi non si capisce perchè (ma si sospetta fortemente), se le fanno gli stranieri, devono far notizia. Secondo me sono segnali preoccupanti ma illuminanti.

  2. Scritto da Carlo

    Io persi il mio telefonino qualche anno fa, e poche ore dopo, con lo stesso sistema, mi fu riconsegnato da un ragazzo italiano. La stessa cosa successe a cavallo di mezzanotte di capodanno 2013 ad una mia amica, in piazza S.Marco a Venezia (con 70000 persone presenti) però in questi casi non ho avuto il piacere di veder pubblicata la notizia.

    1. Scritto da mario59

      Vede signor Carlo…questo avviene perchè si da per scontato che la maggioranza degli Italiani sono persone oneste e probabilemnte è anche vero, come è vero che anche moltissimi stranieri sono onesti e in molti casi, anche più corretti e rispettosi delle regole di noi Italiani.
      Ma si sa, fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce, e ai razzisti piace amplificare quel rumore perchè vorrebbero convincere tutti che è la foresta intera che è caduta, non singoli alberi.

      1. Scritto da Nemo

        Dato che i numeri dicono più di mille parole
        http://www.ilcorrieredellasicurezza.it/articolo.asp?idarticolo=sono-23-436-detenuti-stranieri-nelle-carceri-italiane_8151

        A voi la conclusione..

        1. Scritto da due piu' due

          beh si… in italia corrotti e mafiosi sono fuori quindi non rientrano nelle statistiche. e poi visto che ti piacciono i numeri sappi che la maggior parte degli stranieri e’ in galera per aver commesso il “reato” di clandestinita’…

      2. Scritto da Mister Bean

        Vede, sig, Mario59, il termine razzista significa credere che esistono razze inferiori alla propria. Solamente non mi sento ne superiore ne inferiore ad un eschimese o un vietnamita. Stranieri che restituiscono un cell fanno notizia perchè stranieri che lo rapinano (come successo a mia figlia ipovedente) ormai sono la norma. E il razzismo non c’entra un tubo, come dimostrato poco sopra. Tenga anche conto che i primi a fuggire da un paese sono quelli con problemi legali.

        1. Scritto da mario59

          No no…il razzismo c’entra eccome, perchè la maggiorparte di chi fa commenti contro gli stranieri non distingue i delinquenti (che non piaccino a nessuno e tanto meno a me) dalle persone oneste, ma tendono ad accomunarli, con dei pregiudizi di inequivocabile natura razzista. Dopo di che sono d’accordo con lei, sul fatto che i delinquenti sono i primi a scappare dai loro paesi, del resto per rubare, bisogna andare dove c’è qualcosa da rubare. Io mi schiero in difesa degli onesti.

          1. Scritto da mister bean

            Per capirci, la kyenge non è stato proprio un bravo ministro ma l’hanno messa li SOLO per il colore della pelle. Il razzismo è appunto questo, fare discriminazioni. Secondo: se è vero che non tutti i campani sono camorristi, è vero il contrario, che tutti i camorristi sono campani. Se per questo qualcuno ha diffidenza verso i napoletani non è razzista, caro mio. Magari ti fa piacere crederlo, ma il razzismo è un’altra cosa. Basta con gli equivoci buonisti.

    2. Scritto da Narno Pinotti

      Ma lei o la sua amica avevate riferito il fatto a qualche periodico, o la stampa doveva saperlo per scienza infusa?

  3. Scritto da Bignoca

    Anche me o troat ö telefunì e ga lo portat a ca al tipo che l’era perdit.
    Ma sicome che me so bergamasc fo mia nutissia.
    I fa nutissia i nigher chi fa ergot de bu.
    Völ forse di che i oter……
    Che bignoche!

    1. Scritto da lotty

      Il vocabolo che lei ha usato per indicare le persone africane è offensivo. Esiste la negritudine che è un’altra cosa…

      1. Scritto da comunicare

        non pretendere troppo dal bignoca. Lui pensa che scrivere (male) in bergamasco sia l’espressione massima della comunicazione

        1. Scritto da Bignoca

          La sarà mia masima ma gnanca minima.
          E sicome te ta credet che ‘l bergamasc al sabe öna parlada de por marter ta fe la figüra del rasista.

          1. Scritto da lotty

            Usare la parola “negro” fa molto male agli africani perchè ricorda loro i”negrieri” commercianti di schiavi che li hanno deportati in catene. Ora Bignoca lo sai, magari ricordatelo per un’altra volta.

      2. Scritto da Mister Bean

        L’articolo “africane” da Lei usato è offensivo. Esiste il “non europee”, ma non ci stanno dentro tutti.

        1. Scritto da santa grammatica

          aggettivo, mister, aggettivo, non articolo

          1. Scritto da Mister Bean

            Già. Mi sono accorto quando avevo già inviato. Chiedo venia.

      3. Scritto da Lotto

        E’ chiaro che l ‘intento non era offensivo,dom do ca.

        1. Scritto da lotty

          No, io invece sono convinta che l’intento fosse offensivo.

    2. Scritto da mario59

      Chissà quante volte è successo che un cittadino straniero abbia fatto una buona azione senza che nessuno abbia pubblicato i fatti.

  4. Scritto da bergamo

    Bella notizia… sarebbe bello però che Bergamonews pubblicasse queste notizie ogni volta che un bergamasco fa qualcosa di simile.

    1. Scritto da mario59

      Non mi vorrei sbagliare, ma credo che in passato siano stati pubblicati articoli dove veniva segnalato il comportamento lodevole di cittadini Italiani.

  5. Scritto da mario59

    Chissà… magari il padre della ragazzina è pure uno di quelli pieni di pregiudizi nei confronti degli stranieri…in tal caso avrebbe preso un’ utile lezione di civiltà.

    1. Scritto da willer

      Anch’io ho trovato un telefonino al parcheggio del c.c di Curno.. dopo mezz’ora suona ( musica araba) rispondo..faticosamente mi faccio capire, ci ritroviamo al parcheggio del cc di Curno rendo il telefonino e questo manco mi saluta !

      1. Scritto da mario59

        Capisco perfettamente Willer, la maleducazione non ha nazionalità, a me è accaduto circa una decina di anni fa mentre camminavo per un sentiero di montagna di trovare un telefonino…in quel tratto però non c’era campo e appena arrivato in una zona coperta dal segnale, ho chiamato dalla rubrica il numero che corrispondeva a casa…dopo avermi detto dove abitava la signora (Italianissima) mi ha intimato di riportarglielo immediatamente…meno male che almeno sua figlia, mi ha ringraziato.

        1. Scritto da willer

          Meno male….che mondo !

  6. Scritto da LUIGI RAIMONDI

    Certe notizie fa piacere leggerle ( negot de dì)